Antonio ha chiesto in SaluteSalute - Altro · 1 decennio fa

triste storia che nn consiglio di leggere a chi sta male quando nn può aiutare qualcuno?

vorrei tanto farla finita, ma mi aggrappo a qualsiasi sciocchezza (come ricevere consigli da voi... senza offesa) x prolungare la mia agonia quotidiana. vi espongo il mio problema. ho 20, sono un ragazzo normale (in viso...), pratico soft air (a fatica) e sono molto rispettato x la mia bravura, lavoro come tecnico informatico in 2 call center e svolgo assistenza a dei centri scommesse, praticamente ho una vita incredibilmente attiva, nn ho 1 attimo di tregua e mi va bene xkè evito di pensare ai miei problemi. da ormai 10 anni lotto contro una scoliosi (malattia genetica, nn quella causata dagli zaini come tutti pensano... quella nn è scoliosi) che nn è contemplata nemmeno nei libri di ortopedia talmente è grave, ho perso la mia infanzia e l'adolescenza, ho smesso di sorridere dentro di me a 14 anni quando il mio corpo ha iniziato a mostrare le prime deformità e nn sono + potuto andare a mare (adoro nuotare, avevo fatto 3 anni di piscina! e mi manca troppo il mare) ovviamente ho iniziato ad isolarmi, nn nel senso del classico ragazzo chiuso che nn parla con nessuno, anzi!! se si chiede in giro di me tutti mi conoscono come il ragazzo + educato, socievole e "civile" (nn butto mai una carta a terra hehe) di catania, nonostante ciò nn ho nessun migliore amico, nessuno sa della mia condizione (apparte una ragazza conosciuta a 18 anni) ho provato a dirlo a mio cugino ma nn ha capito un ***** ma lo capisco, nessuno può immaginare che nel 2008 una persona arrivi ad avere 90° di scoliosi 36° di ruotamento delle vertebre con conseguente gobba sul lato sinistro della schiena visibile se mi piego e chiara al tatto, schiacciamento della gabbia toracia ed inclinamento, fianco + scavato dell'altro, asincronia delle spalle ecc ecc ecc, tutte cose che da vestito ho imparato a mascherare, con un pò di attività fisica ed irrobustivimento muscolare, ma tolta la maglietta... personalmente penso di fare schifo forte hehe ma la mia è soltanto un'opinione. ho letto la bibbia, libri di psicologia, pnl... ho cercato risposte del xkè io sia nato cosi' da chiunque e la religione è quella che + di tutti mi ha deluso. a 18 anni ho conosciuto una ragazza giocando online, bella dolce e simpatica, ci siamo incontrati ed è stata la prima a cui ho rivelato tutto me stesso e a cui ho permesso di toccarmi (evito sempre che qualcuno si avvicini troppo x darmi pacche sulla schiena o anche solo toccarmi xkè ho paura di essere scoperto) è durata un pò ma poi è finita, causa anche la distanza, ed io l'ho presa troppo male, sono stato malissimo x circa 10mesi, oggi cmq... dopo 2 anni proprio qualche settimana fa ci siamo ripappacificati del tutto (avevo bisogno del suo aiuto x andare avanti, ma visto che scrivo qui vuol dire che nn mi è bastato), dopo la fine di quella storia avevo deciso che nn avrei + tentato niente del genere con nessuna, troppo difficile x me scoprirmi e troppo attaccamento si crea quando lo faccio, finchè nn mi sarei operato. l'operazione consiste nell'applicazione di 2 aste di titanio e acciaio nella colonna vertebrale in modo da nn farla muovere + (già, nn potrò + piegarmi a vita, solo inclinarmi sull'anca) e cosa ancora + triste, le mie deformità nn scompariranno del tutto, nonostante ciò sono 2 anni che prego dio xkè mi faccia operare, mi sembra di vivere sospeso in aria, nn so che succederà dopo, ma di sicuro quello che c'è ora nn mi piace, ma la sanità italiana fa schifo e finalmente dopo 2 anni la data che era stata fissata x luglio è stata slittata in via definitiva a dicembre. quest'estate speravo di evitarla... sono anni che cerco di evitare in qualsiasi modo gli inviti degli amici x andare a mare o nei parchi acquatici, inventando scuse sempre + disparate (ad es. "nn posso voglio andare in campagna invece" e la campagna è infatti diventata la mia 2° casa). ed in tutti questi anni ho sempre cercato di nn far interessare nessuna ragazza a me (anche se io ne ho avute di cotte... tutte represse purtroppo) e +o- ci sono sempre riuscito, ma stavolta...

in 1 callcenter ho conosciuto una ragazza, fisicamente snella, formosa, bella e con una schiena perfetta (essi' sono l'unico uomo al mondo che guarda la schiena, la sua sinuosità, in una donna come prima cosa o.o) ascoltiamo la stessa musica (che x una donna nn è 1 genere consueto... parlo di rock, metal tipo dream theater, ac/dc ecc), ci affascina il mondo militare, lei è una diplomata in elettronica (quindi intelligente :p, io sono diplomato in informatica), ha 1 carattere forte, altruistico ed è molto tranquilla (come me), x quel poco che la conosco sembra la mia versione al femminile... e x questo cercavo di starle il + lontano possibile, nn volevo attaccarmi, ma l'ultimo giorno prima che lei partisse x le vacanze mi ha confessato questa sua attrazione x me (evviva!! anche a me piace!! avrei detto fossi stato normale...) io stupidamente le ho detto che nn ero il ragazzo che lei pensava, che sono pieno di difetti e che nn le sarei piaciuto, siamo cmq rimasti in contatto x giocare insieme a soft air, e lei mi scrive sempre nei messaggi che vorrebbe vedersi con me x conoscerci. io xò nn voglio + espormi cosi' tanto, 1° xkè nn voglio che poi una ragazza stia con me x tenerezza o ancor peggio pena e compassione, poi nn penso di meritarla, i mostri stanno con i mostri nn con le principesse ma soprattutto nn penso che lei si meriti uno come me, merita di meglio... nn sarà mai un rapporto normale stare con me, soprattutto ora che tutti vanno al mare ed io nn posso, mi sento un peso. ci sto malissimo, anche xkè alle infatuazioni nn ricambiate c'ero abituato, me le cercavo o me le creavo, ma a quelle ricambiate no, fa + male sapere che la ragazza che ti piace e anche lei interessata a te. vorrei tanto provarci ma ho paura, ho paura di un possibile primo abbracio, ho paura di un invito ad andare a mare, ho paura di farle paura. come se nn bastasse ci si mette la mia triste compagna solitudine, a cui ormai sono incredibilmente legato e che nn mi aiuta nell'immaginarmi insieme a lei, nn mi ci vedo. vorrei tanto farmi dare il suo contatto msn ed iniziare a parlarci li dove tutto è + facile ma poi so che la cosa finirebbe bene ed io nn voglio che si ripeta una storia come quella passata a 18 anni, vorrei abbandonarla del tutto ma mi piacerebbe giocare con lei a soft air, praticamente la mia parte razionale la vuole allontanare ma il mio inconscio la vuole vicina, il problema è che (detto anche da 1 anestesista che ha dovuto usare dosi da cavallo in un intervento passato hehe... ) nn mi lascio andare facilmente ho una parte razionale incredibilmente forte (causa, tutte le barriere erette in questi anni) e le mie emozioni sono sempre + segregate in fondo. sono 2 settimane che penso a lei constantemente, ogni tanto penso "finalmente ho superato la cotta" poi xò mi rendo conto di quanto sia triste sta cosa... una persona che cerca di dimenticare una xsona che le piace e contraccambia il sentimento, è davvero triste come cosa... nn so + precisamente xkè sto male, sarà xkè lei mi piace ma nn riesco a provarci, sarà xkè quest'estate nn l'avevo programmata visto che mi sarei dovuto operare a luglio, sarà xkè nn ho + voglia di vivere come 1 mostro, odio la solitudine, la odio da impazzire, mi rendo conto di quanto sia brutta, di quanto sia terribile nn aver nessuno con cui parlare, ma mi ci sono auto condannato. avevo proprio bisogno di fare un breve riassunto della mia vita a qualcuno e di dire quello che x 10 anni ho tenuto nascosto :O a tutti... e che adesso avrò rivelato si e no a centinaia di persone^^.

devo dire che mi sento molto meglio, piangevo quando ho iniziato a scrivere, ora mi sento bene :), ma sempre con dell'amaro in bocca.

se qualcuno ha dei consigli da darmi su come affrontare la mia vita sono ben accetti, anche se difficilmente qualcuno di voi riuscirà ad impersonarsi a tal punto da potermene dare veramente azzeccati.

7 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Migliore risposta

    Ti ammiro

    perchè sei riuscito a scrivere di questo.

    e una dote o un pregio diciamocelo...lo hai! :-)

    guarda cosa hai scritto!

    io se forri in te ne farei una copia, la metterei via per un pò e poi me l'andrei a rileggeere.

    Io adoro scrivere...e spesso faccio così; mi conosco.

    Ti dico subito che non ti darò consigli.

    Per due motivi; perchè non ti posso conoscere per queste tue righe, e perchè i consiglio dovresti accettarli solo da te stesso.

    sei tu che hai il potere, l'onore e il dono di guidare i tuoi passi sulle vie che tu riterrai tue.

    Ti dicevo che ti ammiro...

    sei riuscito a scrivere a tutti (ma infondo un pò anche a nessuno) di un mostro che hai dentro e che facilmente fai rispondere ad un solo nome: scoliosi.

    Ma prova a chiamarlo con un altro nome, con altri nomi...foglio bianco e scrivi...guarda cosa ne viene fuori.Ma non fermerti fin tanto che non ti sembra di aver completato l'opera...non solo negativi se riesci.

    Sono una ragazza di 21 anni e da 17 più o meno...diciamo che consapevolmente sono meno...ho anche io una compagna.

    E' bello come la chiami tu.

    Più o meno come la chiama il mio amore..."compagna".

    Amata ed odiata allo stesso tempo.

    Sia lui che io siamo accompagnati da ciò che non si sceglie, da ciò che non è nè peccato nè colpa (come spesso viene detto dalla religione) nè altro...è quello che è punto ed è al mio, al suo ed al tuo fianco.

    Perchè io?

    si, probabilmente è la prima domanda che ti verrà da farti dopo le mie parole di poco prima....

    io non ho la risposta.

    Ho però una scelta: VIVERE.

    E non sopravvivere.

    Non lasciarsi abbattere.

    Perchè io credo che laddove viene dato qualcosa che fa soffrire è cmq qualcosa di più che posso usare contro di me oppure, per me.

    Io voglio scegliere la seconda!

    la persona che amo farà il giro del mondo: il primo giro del mondo in carrozzina. Ha scritto un libro che è in attesa di essere pubblicato: la sua storia.

    Io posso nascondere molto bene...ma non sfugge all'occhio attento di chi guarda e conosce perchè anche lui/lei ha provato la sofferenza.

    Lui lo sa, sa cos'è e ogni tanto ne parliamo, ci scherziamo, seriamente l'affrontiamo...ogni tanto sono forte e vado avanti, ogni tanto ho bisogno che lui sia li ad abbracciarmi mentre parlandone gli piango fra le braccia.

    io amo gli abbracci.

    tu dici che a te non piacciono...

    io amo gli abbracci.

    Non negarti ciò che per te è bello solo perchè hai qualcuno di fianco che è parte di te e che tu non accetti.

    Il segreto di un sorriso sta nel volersi bene e nell'amoarsi tu te stesso.

    Non guardare agli altri per colmare ciò che tu non sei in grado di fare e soprattutto non scappare. Come potresti scappare da te stesso?

    guardati allo specchio e parlati.

    Scriviti una lettera...

    dicendo quello che senti.

    è un gesto, forse il più semplice...per volersi bene, per cominciare a volersi bene.

    Una tua frase mi ha fatto rabbrividire...

    "i mostri stanno con i mostri, non con le principesse...non penso che lei meriti uno come me"

    Quindi io starei co un mostro e lui con un mostro al femminile?? :-)

    Io non la penso così...

    LE PERSONE STANNO CON LE PERSONE

    vuol dire per me: persone, sono coloro che hanno cuore, che sono capaci di amare al di la di difficoltà e sofferenze, al di là di materialità, compromessi e facilità, al di là dell'apparire e del sopravvivere.

    Io riesco a stare con queste persone...

    non si parla di fisico se noti....

    sai, prima sono stata con un ragazzo che aveva 4 anni più di me, io ne avevo 18...bello, attraente, buona famiglia, anche ricco se vuoi proprio mettercelo...diciamo che nn mi sarebbe mancato nulla di materiale con lui a patto di sopravvivere in un mondo di apperenze e belle figure...

    io l'ho lasciato e so che lasciandolo ho detto addio a tutto questo.

    Non mi pento e sono felice della scelta :-)

    ah...lui non sapeva di ciò che ho.

    Sapeva che c'era qualcosa ma non ne ha mai conosciuto il nome.

    Non sarebbe stato in grado di capire.

    Però ho fatto la scelta di rischiare, con alcune persone, di dirlo, di parlarne, di soffermarmi a riflettere insieme...di condividere.

    Logicamente è diverso per ognuna di loro.

    E' come se consegnassi a loro una parte di me...non tutti sono in grado di capire, nn tutti rispondono come a me piacerebbe...

    però ogni volta che ne parlo io la conosco e soprattutto mi conosco un pò meglio.

    Perchè io non sono quello, o meglio: io/tu non sono/ non sei solo quello. Sono/sei ANCHE quello.

    Anche io ho cercato risposte come te...nella fede, nella scienza, nei dottori, nell'ignoranza, nella conoscenza, nel dolore, nella gioia.

    Ma non smetterò di cercare.

    L'obiettivo per adesso è quello di imparare a volermi bene, sempre più bene. Perchè io (come le altre persone ed ognuna in modo diverso) valgo e la dignità è la cosa più preziosa che ho. Non la voglio perdere!

    l'obbiettivo è quello di voler bene a me stessa.

    e me stessa è anche quella cosa che a tratti accetto a tratti mando a quel paese...ma poi riprendo perchè senza io non sarei M.

    Devi prima accettarti tu per farti accettare dagli altri, e devi volerti bene per portare gli altri a rispettarti e a volerti bene.

    Perchè non parli con questa amica? hai detto che vi trovate bene, che parlate, che ti piacerebbe starle accanto e lei ti ha detto già che le farebbe piacere.

    Non chiuderti nella solitudine e poi dirti "sono solo, odio la solitudine" perchè non è vero fin tanto che non lotti e le dimostri che la vinci, che sei tu il più forte, che puoi arrivare a voler bene, amare e provare il sentimento di amore dell'altro per quello che sei.

    e non è vero che i mostri stanno con i mostri perchè non ci sono mostri ma solo persone.

    Io sono con una persona speciale ed unica, è una meraviglia sentirmi e dare amore vero...poi è vero anche che io sono un'inguaribile romantica :-) che vedo il mondo a colori e che ho voglia di lottare e di arrivare dove voglio...ogni tanto cado e ho bisogno di qualcuno accanto..poi riprendo...

    mai viste le montagne? io adoro le montagne.

    e quando vado faccio un sacco di foto...poi le porto a casa e le faccio vedere anche a chi vorrei accanto a vedere le stesse meraviglie ma che non può esserci.

    allora porto le foto e lui le aspetta e racconto e parlo e poi si stanca perchè dice che vuol dormire...

    ci sono molte e molte cose che tu puoi scegliere di sperimenare...

    tutto solo dipende da te, esclusivamente da te.

    puoi scegliere di crogiolarti nella solitudine e nel senso di inettitudine o puoi scegliere, per ciò che ti piacerebbe, rischiare e vedere cosa accade.

    Nella convinzione che ci potrà sempre essere un sorriso o una lascrima...ma un motivo dietro l'una o dietro l'altra.

    e soprattutto...un prendere fra le mani te stesso per quello che sei.

    Se sei capace di atti d'amore verso te stesso...ti darai un bacio, e toccherai le stelle.

    un bacio

    e se vuoi...un abbraccio

    e se ancora vuoi...ti lascio il mio contatto msn: fantasiae@pcfree.it

  • Anonimo
    1 decennio fa

    beh forse anzi sicuro io non posso capire cosa hai e stai passando, e sicuramente ciò che ti scriverò non lo prenderai nemmeno in considerazione, dirai ma questa che ne può sapere, parla bene lei...ecc... cmq volevo dirti solo di smettere di riferirti a te come ad un mostro. non lo sei è un mostro un padre che violenta la figlia, un uomo che ammazza la moglie a botte, un ragazzo che per farsi figo davanti agli altri stupra la compagna, e ci sarebbero molti altri esempi che mi fa ribrezzo solo a pensarli. tu non si un mostro a quanto posso capire sei un ragazzo molto dolce e sensibile, certo la vita per te non sarà stata facile ma tutti abbiamo il diritto di essere felice. sicuramente starai pensando ma felice di che? vero? beh io non ho certo voce in capitolo ma secondo me dovresti ringraziare il cielo di essere la persona che sei. e chissà magari piano piano potrai migliorare la tua situazione. però se non prima smetti di darti addosso e di chiamarti in quel modo orribile, non riuscirai a vedere che bella persona sei dentro. ti faccio il mio miglior in bocca al lupo e spero tu riesca ad uscire presto da questo buco nero che ti sei creato da solo e che tu possa iniziare ad abbracciare la vita, come è giusto che tu faccia. kiss

  • 1 decennio fa

    allora, in un tempo assai lunge, felice fui molto

    non ora. Ma quanta dolcezza mi giunge da tanta dolcezza di allora .....

    .... quell'anno .... quel giorno ... un attimo ... un punto ....

    non mi sono minimamente immedesimato nella tua condizione ma spero che tu possa continuare a leggere ciò che ho scritto e che possa trarne qualcosa di buono, qualsiasi cosa sia. Non sono un tipo razionale, penso rifletto ma quando mi capitano le cose agisco impulsivamente ... il tipico calore alla testa di noi meridionali ... ci credo molto bene che ti sia durato così tanto il mal umore per quella ragazza ma ... ti ha donato anche un minuto di felicità? di comprensione, non di compassione, di comprensione? riflettendo : per quel minuto di felicità sono valsi 10 minuti di dolori pianti o altro? credo di si! o almeno (ora mi paragono) per me è sempre stato così. le cose non vanno sempre nello stesso modo. esistono trattati lunghissimi che predicano l'uguaglianza delle persone, ma non siamo tutti uguali! questo è il bello del mondo. se prima forse mi ero guadagnato un 5 % di simpatia ora sarò sceso di molto molto ... ma questa è la verità dei fatti .... un'altra verità è che noi ci svegliamo la mattina, ed anche se non lo sappiamo, ricerchiamo la felicità! ogni gesto: l'andare in bagno il fare colazione il passeggiare il guarare il sole il parlare con gli altri (per alcuni il rubare, per altri il lavorare sodo) sono tutte cose che mirano verso lo stesso punto ...come dire ... sono tutti raggi dello stesso sole che convergono in uno stesso punto e quel punto è l'essere felici ! quindi mi chiedo : tu cos'è che vorresti per essere felice? l'essere normale? e cos'è la normalità se non una caratteristica che ci fa essere uno di tanti? è bene essere quello che si è, essere il meglio che si può essere senza guardare gli altri. ricordandosi di loro, non essendo egoisti nei loro confonti..... e tu, su questo punto pecchi molto. sei un gran egoista, stai nascondendo al mondo tutto il bene ed il bello che hai dentro... ma poi chissenefrega del mondo ... ma di chi ci sta vicino si ... perchè se non ci frega nulla di chi ci sta vicino siamo anche cattivi oltre che egoisti .... quindi ... apriti con questa tua collega ... avvisala di avere dei problemi, ripetiglielo più volte ma va avanti ...fatti scoprire, apriti ... altrimenti la prossima volta sarà molto più difficile ... 10 volte più difficile 100 volte più difficile .... e se qualcuno ti sta vicino non andare con la testa alla compassione ma dai fiducia al tuo prossimo ... da sempre fiducia agli altri ... poi magari al primo errore i singoli elementi li metti nella lista nera ... ma non prima, da fiducia ... da fiducia ... e va sempre avanti ...

    i miei migliori auguri .... spero che la fortuna ti assista .... perchè di quella hanno tutti fortuna ...

  • Anonimo
    1 decennio fa

    Gandhi ha detto che il male più grande è quello che ci facciamo da soli. Perchè non provi a cercare in rete ragazzi con la tua stessa malattia e vedere come la vivono? Sicuramente ce ne saranno molti che la affrontano in maniera molto più serena di te, e che ti possono aiutare a fare lo stesso.

    Credo tu ti sia reso conto che il problema fisico e quello psicologico, seppur collegati, sono due problemi diversi.

    Sei un essere umano, con la tua dignità, come tutti quanti. Credi di non avere niente da offrire solo per via della scoliosi? Che cosa ridicola.. Però se non esci dal guscio non avrai mai occasione di scoprire il tuo valore.

    Se hai paura che gli altri ti compatiscano, è solo perchè tu compatisci te stesso.. e ti definisci mostro..

    E buttati con questa ragazza!! Quando ti ricapiterà un'altra del genere? Vai a giocarci a soft air. Lasciati andare. Figurati se le farai paura. Non impedirti di vivere!!

    P.S.: la ragazza che hai avuto a 18 anni probabilmente non era degna di te.

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Rita T
    Lv 5
    1 decennio fa

    Non ho finito di leggere la tua lunghissima lettera, ma ho capito bene in quale disagio ti devi trovare. La tua segragazione emotiva è un dolore troppo forte sia per te che per quelli che ti stanno intorno, perché credo che si senta a distanza. Hai ragione ad aver paura e ti capisco. So che il giudizio degli altri possa far male.

    Anche io non sono perfetta, sono epilettica, e ho rischiato la vita per così dire. Ora grazie ai farmaci va bene, ma vivo nell'incognita.

    Per te questa operazione sarà un miglioramento. Sicurametne.

    Ma andando al problema sentimenti-emozione-amore.

    Forse questa è quella giusta, e magari non ti vedrà come un mostro. Dovrai superare il muro che hai eretto, e parlargli della tua malattia.

    Non tutti abbiamo una vita normale. Mia sorellaè sorda e ha sposato una persona normale, anche loro alcune cose non le possono fare: anche guardare un film. ma un modo per ovviare si trova. Ho una amica quasi albina che al mare non ci può andare, e sta con un ragazzo che ama il mare: rinuncia o ci va da solo, lei mica glielo vieta.

    Di dolori nella vita ce ne sono milioni, non bisogna anche crearseli. Aprirti con qualcuno ti farà bene. Con lei sarà difficile all'inizio, ma vedrai che sarà un percorso in discesa.

  • 1 decennio fa

    Càzzo! Beh mi dispiace molto per te però una cosa devo proprio dirtela perchè vale per tutti gli esseri umani. Te la dirò con le parole di Bombolo (l'attore) "...quanno c'è da calà ..calo, quanno c'è da pià .. pio" Traducendo ... cerca di giocartela bene la tua partita e prendi quando c'è da prendere.

    Ora hai da prendere in questa merdòsa partita che è la vita. Forse la vita ti sta mettendo davanti un premio per le tue sofferenze e sarebbe stupido non prenderselo. Forse è così.

    Hai ragione quando dici che nessuno potrà immedesimarsi ... però, forse, i consigli giusti ti possono arrivare anche dalle persone che i tuoi problemi NON li hanno.

    Forse neanche esistono i consigli giusti. Esiste però un modo di affrontare le cose e la vita in genere. Il tuo modo è sbagliato per il semplice fatto che non ti porta un giovamento, anzi ti preclude delle possibilità, degli attimi di felicità, dei momenti che poi ti restano dentro per lasciare TROPPO spazio al tuo dolore e all'autocommiserazione. Le cose passano, le occasioni pure e non ritornano. Ce ne saranno di nuove ma è sempre un peccato rinunciare in partenza perchè ti resterà sempre dentro il dubbio, il maledetto dubbio che invece poteva essere una cosa bella ... e se poi finisce? Niente. Finisce come finisce tutto ma almeno avrai dentro di te i bei ricordi (qlli non finiscono e spesso sono le uniche cose che restano) e le sensazioni che ti hanno fatto stare bene.

    A me, personalmente, terrorizza molto di più il non aver vissuto abbastanza piuttosto che il dover mettere in conto delle sofferenze.. Vissuto nel senso di sentirmi parte del mio destino, della mia vita, nel senso di essere trascinato dalla corrente e non vorrei mai arrivare alla vecchiaia ed avere la sensazione di essere stato seduto su un sasso a guardare gli altri che nuotano ... a un certo punto devi dire "sti càzzi mo me butto pure io e vaffànculo".

    Sarà una cosa stupida però mentre scrivevo qte cose mi sono ricordato il mio primo salto con l'elastico in Francia ... proprio così ho pensato "...sti gran càzzi mo me butto...". Col càzzo che lo rifarei però dentro di me ho un ricordo prezioso e un'esperienza in più.

    Poco per volta, a piccoli passi, iniziando dalle piccole cose. E' come se ti dovessi allenare a vivere e quindi si inizia per gradi, dalle cose piccole e si arriva a quelle grandi.

    Dài dài dààààiiiiiiii càzzooooo.... poi farai l'operazione e ti sentirai meglio ma intanto inizia mentalmente a disporre in te lo stato d'animo giusto.

    Ricordati che sei in tempissimo per tutto ma non perdere altro tempo.

    Non ti conosco ma ti abbraccio e ti auguro tutto il bene.

    Ciao, miki. :)

  • 1 decennio fa

    Allora inizio per dirti che ho letto la tua lettera e mi rendo conto di non poter capire realmente quello che tu provi..ti invito solo a riflettere su una tua frase:

    "avevo proprio bisogno di fare un breve riassunto della mia vita a qualcuno e di dire quello che x 10 anni ho tenuto nascosto :O a tutti... e che adesso avrò rivelato si e no a centinaia di persone devo dire che mi sento molto meglio, piangevo quando ho iniziato a scrivere, ora mi sento bene :), ma sempre con dell'amaro in bocca"

    Ecco tu non hai fatto niente che esternare i tuoi pensieri a gente che nemmeno conosci e cosa hai ottenuto: "devo dire che mi sento molto meglio"..ora immagina se ne parlassii a qst ragazza come ti potresti sentire!!!!!! So che vivere x tanto tempo nello stesso modo x tanti anni porta a convincersi di certe cose ke nn stanno in cielo e nè in terra...Non aver paura di lasciarti amare..non vero ke le principesse devono stare con i principi e i mostri con i mostri!!Hai mai sentito parlare della Favola della Bella e la bestia????(http://lnx.ginevra2000.it/Disney/favolabellaelabes...

    So che è difficile cercare delle risposte ma alle volte non serve leggere libri interi compresa la bibbia x cercare delle risposte!Puoi leggere la Bibbia anke in una sola notte ma se non ti poni con l'atteggiamento giusto servirà a ben poco...ecco io amo qst preghiera e te ne faccio dono...

    (HO AVUTO UN SOGNO ORME NELLA SABBIA

    Ho sognato che camminavo

    in riva al mare con il mio Signore

    e rivedevo sullo schermo del cielo

    tutti i giorni della mia vita passata.

    E per ogni giorno trascorso

    apparivano sulla sabbia due orme,

    le mie e quelle del Signore.

    Ma in alcuni tratti ho visto una sola orma,

    proprio nei giorni

    più difficili della mia vita.

    Allora ho detto: «Signore

    io ho scelto di vivere con te

    e tu mi avevi promesso

    che saresti stato sempre con me.

    Perché mi hai lasciato solo

    proprio nei momenti più difficili?».

    E Lui mi ha risposto:

    «Figlio, tu lo sai che io ti amo

    e non ti ho abbandonato mai:

    i giorni nei quali

    sei soltanto un?orma sulla sabbia

    sono proprio quelli

    in cui ti ho portato in braccio».)

    Io o nessuno di noi di certo possiamo convincerti a VIVERE a non aver paura delle persone..xkè non ci sono solo lupi nel MONDO... alle volte proprio nelle persone ke meno ti aspetto si nascondo degli Angeli!!!!!! Forse qst 4 chiacchiere ke ti avrò scritto non si avvicineranno neppure a quello di cui tu hai realmente bisogno ma posso dirti ke i VERI MOSTRI sono quelli ke sono sporchi e deformi dentro!!!!Le persone nn si classificano per il loro corpo il colore degli okki della pelle o quello ke vuoi tu...Io non voglio bene alle persone xkè sn belle o brutte ma semplicemente per quelle ke sono...sempliceente xkè sono loro stesse!!!!Non aver paura di qst ragazza se realmente le piaci se realmente ti vuole bene capirà altrimenti pazienza sarà solo un'altra esperienza e nella vita ce ne sono tante...:) se vuoi parlare con me dimmelo ke t lascio il mio contatto!!!

    P.s guarda qst sito mi ha aiutatoin alcuni mometi...èun sito di frati a cui tu puoi scrivere di tutto e loro ti aiutano xkè non gli scrivi quello ke hai scritto a noi?baci in bocca al lupo x tutto amico mio!!!http://www.pretionline.it/

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.