TheBlackSheep ha chiesto in Arte e culturaPoesia · 1 decennio fa

Chi saprebbe darmi un commento su questa poesia tratta dalla raccolta "ossi di seppia" di Montale? Grazie!!!?

Mia vita, a te non chiedo lineamenti

fissi, volti plausibili o possessi.

Nel tuo giro inquieto ormai lo stesso

sapore han miele e assenzio.

Il cuore che ogni moto tiene a vile

raro è squassato da trasalimenti.

Così suona talvolta nel silenzio

della campagna un colpo di fucile.

2 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    Il poeta esprime la propria negativa visione della vita : essa scaturisce dall'incontro con li mal di vivere Egli esprime il mal di vivere attraverso la propria visione della vita, a cui non ha più nulla da chiedere, e in cui tutto ha ormai alcun sapore, e nessuna differenza di sapore. Così è per tuttil gli uomini, anche il cuore è raramente interessato, tranne che per avvenimenti eclatanti- un colpo di fucile- un simbolismo che può essere interpretato in vari modi.

  • 1 decennio fa

    bella

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.