Anonimo
Anonimo ha chiesto in Società e cultureReligione e spiritualità · 1 decennio fa

Era inverno, faceva un freddo cane, un monaco Zen non avendo legna per riscaldarsi prese un Buddha di legno?

e lo gettò nel fuoco!

Pensate che questo monaco fosse un illuminato oppure lo considerate un dissacratore miscredente?

Aggiornamento:

Si accettano anche battute, purché di buon gusto!

Aggiornamento 2:

Raggio di sole, avevo detto: purché di buon gusto.

Cos'hai oggi, non stai bene?

Solitamente sei molto più brillante!!!

Aggiornamento 3:

Abracadabra, (e per illuminarsi) non c'ero arrivato neanch'io, è molto sottile. Sei sempre all'altezza, brava!

Aggiornamento 4:

Raggio di sole, come ti capisco!!!

Aggiornamento 5:

Zanzar, molto bello il tuo intervento, il che mi fa pensare che in tutte le religioni c'è del bello, basta cercare e si trova!

Aggiornamento 6:

Ciccetta, pensi che i monaci Zen siano esseri soprannaturali?

Se Dio non si fosse incarnato in Gesù per patire come tutti gli esseri umani, che senso avrebbe avuto tutto quello che ha fatto Gesù?

Aggiornamento 7:

Omnia munda mundis, la tua risposta mi riscalda il cuore come se ci fosse dentro un buddha di legno che brucia!

Aggiornamento 8:

Layka, chi è sopra di te, ha risposto ampiamente alla tua domanda!

Aggiornamento 9:

Nastassja, come al solito dai poco valore alla tua persona e me ne dispiaccio, tu per me in quanto essere umano, hai più valore di qualsiasi immagine o idolo religioso e non esiterei a bruciarli per salvarti la vita.

Però ti contraddici nella seconda parte della tua domanda.

Tu hai valore quanto l'universo intero, Tutto è nell'Uno e l' Uno è nel Tutto!

Aggiornamento 10:

Giò, è sì quello che avrebbe fatto una persona normale, ma una persona normale non avrebbe un tipo di spiritualità sottintesa a un monaco Zen o a qualsiasi altro religioso di una certa levatura.

Perciò il suo gesto non è così scontato.

Aggiornamento 11:

Valerio, usi le mie stesse corna per incornarmi?

Sei sempre grande!

Aggiornamento 12:

Suorina bella, mi sa che ne tu ne Valerio abbiate capito cosa intendevo con la frase "Usi le mie stesse corna per incornarmi".

La frase intende dire che Valerio ha usato le cose che ho dette io (corna) per rispondermi a tono, adeguatamente, ovvero per (incornarmi).

E' una sorta di schermaglia verbale usata molto dagli adepti Zen. Niente di offensivo nè da una parte né dall'altra. Non vorrei che mi avesse frainteso, mi dispiacerebbe molto!

Aggiornamento 13:

Ragazzi, forse queste storielle non sono mai avvenute, ma sono state create ad arte per saggiare la nostra spiritualità! Per rispondere a Gabriele:Anche se l'avesse distrutto per farsene un ventaglio per non morire di caldo, il senso non sarebbe cambiato.

Aggiornamento 14:

Rapido, la prima parte della tua risposta,è interessante, ma della seconda, non ci ho capito una viola! Perdona la mia poca acutezza ma non mi sembra che ti sei spiegato alla meglio.

Aggiornamento 15:

Bart, mi piace quello che hai detto e anche a me piace la citazione di Donatella che si attaglia perfettamente al senso di questa domanda.

21 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    1 decennio fa
    Risposta preferita

    Un illuminato. Sapeva distinguere la rappresentazione del Buddha dal Buddha stesso, ed ha saggiamente deciso di fare luce e calore con l'aiuto di un buddha di legno, of course.

    Pensi che durante le guerre la gente non abbia bruciato crocefissi per scaldarsi? Certamente Gesù non avrà fatto neanche mezza piega: anzi, avrà senz'altro benedetto l'intelligenza dei suoi fratelli e figli che hanno avuto il buon senso di voler sopravvivere.

    Dio non è certo una statua, un dipinto, una croce di legno. Dio è. E vuole il bene delle creature; perciò, nessuna miscredenza: semplice intelligenza.

    Davvero una bellissima e poetica domanda, so smart. Non a caso hai quel nick: Sitting Bull fu un grande illuminato di profondissima religiosità e saggezza.

    Fonte/i: Bella la risposta di Zanzar: Dio è Dio, comunque noi lo vogliamo chiamare. Vedi che la fede quando è tale è semplice, pur se regolata da precetti. Un caro saluto ai fratelli di tutte le religioni.
  • Anonimo
    1 decennio fa

    E' lo stesso che poi passò al buddhan gas?

    ---------------------

    Non sto bene no, sono dovuto venire in ufficio di sabato!!

  • 1 decennio fa

    C' è nel vangelo un episodio simile.

    Dal Vangelo secondo Matteo 12,1-8

    In quel tempo, Gesù passò tra le messi in giorno di sabato, e i suoi discepoli ebbero fame e cominciarono a cogliere spighe e le mangiavano.

    Ciò vedendo, i farisei gli dissero: "Ecco, i tuoi discepoli stanno facendo quello che non è lecito fare in giorno di sabato".

    Ed egli rispose: "Non avete letto quello che fece Davide quando ebbe fame insieme ai suoi compagni? Come entrò nella casa di Dio e mangiarono i pani dell'offerta, che non era lecito mangiare né a lui né ai suoi compagni, ma solo ai sacerdoti? O non avete letto nella Legge che nei giorni di sabato i sacerdoti nel tempio infrangono il sabato e tuttavia sono senza colpa? Ora io vi dico che qui c'è qualcosa più grande del tempio. Se aveste compreso che cosa significhi: Misericordia io voglio e non sacrificio, non avreste condannato persone senza colpa. Perché il Figlio dell'uomo è signore del sabato".

  • Zanzar
    Lv 6
    1 decennio fa

    Se fosse un illuminato non mi permetto di giudicarlo. Ritengo però, in base alla mia religione, che abbia fatto una cosa giusta. Nella mia religione vi sono molti precetti, molte regole da rispettare, obblighi e divieti. E ciascuna di queste regole è sacra, proveniendo essa da Dio. Ma Egli ci ha fornito tali regole per la nostra tutela ed il nostro bene, e ci ha concesso di infrangerli qualora ciò potesse salvarci la vita. Un musulmano non deve mangiare carne di maiale, ma se non vi è altro può farlo. Non deve bere alcolici, ma se non vi fosse altra bevanda e rischiasse di morir di sete, dovrebbe berne. Nel mese sacro non si devono compiere azioni violente, (nenache nel resto dell'anno, ma a Ramadan sono considerate ancora più gravi), ma se si fosse attaccati si ha il dovere di difendersi. L'Islam ha introdotto 1400 anni fa quel che oggi definiamo lo "stato di necessità", per cui chi infrange un divieto per salvare la propria vita non compie peccato.

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 1 decennio fa

    Senz'altro un illuminato!

    Ha fatto la cosa più utile: bruciare un pezzo di legno per scaldarsi (e per illuminarsi) ehehehe!

    Il pezzo di legno era solo un idolo, che, si rappresentava Buddha, ma sempre un idolo.

    Devi diventare un Buddha, non imitarlo senza capire.

    Ciao:-)))

  • Anonimo
    1 decennio fa

    Tu stesso una volta dicesti: "Se ho fame mangio, se ho sonno dormo..."

    Quindi se ho freddo mi scaldo.

    Dopo aver conosciuto lo Zen, una statuetta è una statuetta!

    _________________

    La questione delle cornate l'avevo capita e visto il nick taurino mi sembrava anche azzeccata e spiritosa, infatti scherzavo anch'io quando ho detto che non incorno nessuno. Non preoccuparti Toro, ho una stima tale di te che non potrei fraintenderti nemmeno con la più cupa malizia.

    Sinceramente non ho capito cosa intende l'utente "suorinabella", anch'io avrei bruciato la statuetta. Boh...

    Fonte/i: Torello io non incorno nessuno! Un abbraccio
  • Anonimo
    1 decennio fa

    è lo stesso discorso di queli poveri disgraziati che precipitarono con il loro aereo nelle Ande, ciò accedde nel 1972.

    Alcuni di loro sopravvissero al terribile freddo mangiando i resti dei loro compagni già deceduti.

    http://it.wikipedia.org/wiki/Disastro_aereo_delle_...

  • Anonimo
    1 decennio fa

    Le tue storielle zen mi piacciono molto Toro Seduto e quoto pienamente il commento fatto da Omnia Munda Mundis (che tra l'altro ha per nome un versetto che amo molto).

    Vorrei però dire a Valerio che se Gesù per noi si è fatto crocifiggere e quotidianamente vuole essere "mangiato"... non credo che si scandalizzerebbe che una sua immagine venga bruciata per uno dei suoi fratelli. E' lui infatti che provvede a noi affinchè non abbiamo fame, sete e freddo, così come fa con gli uccelli del cielo e i fiori dei campi.

    Questo non significa che non si debba avere rispetto per ciò che è divino e dedicare al Signore le nostre cose migliori, come dice Gesù al samaritano quando accusa la Maddalena di "" l'olio per i suoi piedi anzichè darlo ai poveri o anche come si deduce dallo sdegno del Padre verso Caino che non dona, come fa Abele, i frutti migliori del suo lavoro.

    Insomma il rispetto e la dedizione per la divinità sono importanti, ma altrettanto importante è il rispetto e la cura di quel tempio di Dio che è il nostro corpo. In ciascuno di noi infatti Dio ha dimora molto più che non in una statua di legno.

  • Rapido
    Lv 5
    1 decennio fa

    Allora, finché la fiamma ardeva ed il monaco era vicino alla fiamma, il monaco era sicuramente... illuminato.

    Poi immagino che anche la statua si sia bruciata completamente ed il monaco, consapevole che sarebbe morto di freddo, abbia pensato: "Speriamo che la religione in cui credo sia quella sbagliata, sennò lassù troverò qualcuno molto arrabbiato con me!"

    Infine immagino che il freddo abbia avuto il sopravvento, che il monaco sia morto, e che si sia trovato faccia a faccia con Maometto, Gesù e Buddha.

    Maometto gli dice: "Hai fatto bene a distruggere quella statua. Vieni nel mio paradiso!" ma Gesù gli dice: "Anche se non hai mai lodato il mio nome, hai sempre vissuto giustamente; vieni nel mio paradiso!" e Buddha gli dice: "Vieni pure da me. Siamo pari. Ti ricordi di quel giocattolo che ti piaceva tanto e che qualcuno ha buttato nel fuoco perché la smettesti di giocare e cominciasti a pensare di più alle cose spirituali? Sono stato io!"

  • Anonimo
    1 decennio fa

    budda non si è mai manifestato altrimenti che uomo.

    quindi distruggere la sua raffigurazione , per non congelare , non può dui certo offenderlo.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.