-Fed- ha chiesto in Arte e culturaArti visiveFotografia · 1 decennio fa

ritratto in bianco e nero?

avete dei consigli da darmi per fare un buon ritratto con pellicola bianco e nero? io mi diletto con la fotografia, ma non ho mai sperimentato questo genere, c'è qualcosa in particolare che dovrei sapere, o funziona come con una normale pellicola a colori?

3 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Migliore risposta

    Come ti hanno già detto il vero gioco del b/n è il chiaroscuro. A differenza della foto a colori non puoi utilizzare questi ultimi per "riempire" e dare significato allo scatto. Ma hai la sola possibilità di lavorare sulle transizioni tra bianco e nero - devono essere nette ma non troppo e, soprattutto omogenee - per caratterizzare il soggetto.

    Luce *sempre* laterale per evitare di appiattire troppo il soggetto ma grande attenzione agli occhi (che risultano inevitabilmente scuri visto che sono in ombra). L'ideale sarebbe lavorare con due punti luce: una bella finestra laterale (casomai con luce soffusa da una comune tenda bianca) e una luce (anche artificiale) molto direzionale per smorzare la parte in ombra.

    Sconsiglio pure io l'utilizzo del flash a meno che tu non lavori con flash multipli smontati dal corpo macchina e posizionati a 45° sul soggetto: un flash luce principale, il secondo flash ad 1/4 della potenza come riempimento della zona in ombra ed un eventuale terzo flash a sparare sullo sfondo per sovraesporlo al bianco.

    Oltre questo, per il ritratto, valgono le solite regolette: usa un 50, un 85 oppure un 135!

  • L'amico Franz ti ha consigliato abbastanza bene, ma il flash può essere fondamentale. A differenza delle foto doi paesaggio il ritratto è più facile da sbagliare. Per un buon ritratto è necessario uno sfondo neutro, più facile da trovare in ambiente chiuso. Se usi una luce da una finestra non mettere il soggetto davanti ad essa. Meglio che la luce lo colpisca da un lato e ammorbidisci l'ombra con un pannello riflettente posto dalla parte opposta, ma va benissimo un pannello di polistirolo o un foglio bristol bianco. Un bel ritratto può essere reallizzato anche in alte luci, sovraesponendo molto, a patto che lo sfondo sia molto chiaro in modo da confodere soggetto e sfondo. In questo modo se il soggetto ha bei lineamenti e sguardo profondo puoi ottenere ottimi risultati.

    Se puoi usa un filtro arancione. Ovviamente la pellicola darà una foto in bianco e nero, ma questo filtro nasconde i difetti della pelle (e schiarisce i capelli biondi, rossi e castani), quindi è particolarmente indicato per ritratti femminili e per il nudo. Se usi un filtro verde accentui i difetti per ottenere immagini più "drammatiche" di persone anziane per esempio.

    Buon divertimento con la tua macchina fotografica

    Fonte/i: Mi diletto di fotografia.
  • Anonimo
    1 decennio fa

    per il bianco e nero è importante sfruttare bene le ombre a contrasto... il chiaro scuro è fondamentale... interessanti son i giochi di luce sulla pelle fatti con la persiana (o con una fessura di luce!)

    prova anche il color seppia (è un'altra pellicola)... è simile al bianco e nero ma da alla foto un colori più caldi e che sembrano d'epoca...

    cerca di non usare il flash che appiattisce i colori...

    ps.usa il cavalletto se l'ambiente è in ombra così anche se si alzano i tempi di esposizione non devi usare il flash

    ciao e buone foto

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.