Anonimo
Anonimo ha chiesto in Società e cultureReligione e spiritualità · 1 decennio fa

E questo il modo di pensare dei sacerdoti?

Una domanda mi ha lasciato particolarmente di stucco in questi giorni. Questa domanda l'ha posta un sedicente sacerdote (almeno, io voglio davvero sperare che si sia solo spacciato per sacerdote ma che in realtà sia solo un deficiente qualsiasi):

"A coloro che avversano il lusso della Chiesa...?"

Molti di voi l'avranno, senza dubbio, letta. Io l'ho letta, riletta e seguita nel corso del suo normale svolgimento. In questa domanda, l'utente, "answeriano doc" (il che mi lascia supporre che abbia un discreto numero di account e che si sia autovotato.... mi rifiuto di credere che un simile imbecille possa aver ottenuto non solo l'11% ma anche l'1% di migliori risposte), oltre a lanciare una feroce invettiva nei confronti di chi si scaglia contro il possesso di beni materiali della chiesa (dimenticando che è la stessa chiesa a predicare povertà e sobrietà), alla fine, a chiusura della domanda, nel commento mistificante nell'attribuzione di "miglior risposta", aggiunge questa frase:

"Se la Chiesa perdesse il suo patrimonio TERMINEREBBE IL SUPPORTO CULTURALE che papa, preti e vescovi hanno sempre dato all'arte e al turismo SENZA MAI BENEFICIARE in alcun senso di questi beni e non sempre di fondi. Voi, piuttosto date per primi le vostre case,"

La cosa mi ha sconvolto e fatto inkazzare a tal punto da decidere di intervenire qui per chiarire bene il mio (ma non ritengo di essere il solo) punto di vista;

CARO PRETE dei miei stivali, queste parole sono rivolte a te ed a tutti quelli che si ostinano pervicacemente a difendere persino l'indifendibile. Il messaggio del Cristo era tutto improntato all'abbandono delle cose materiali per arrivare, tramite la povertà, al completo distacco dalle succitate cose materiali ed alla rivalutazione spirituale. Questo è il centro del messaggio cristiano, rivolto a tutti ma, in particolare, a chi cristiano si proclama. Senza eccezioni di sorta, tra l'altro. Tale messaggio lo aveva ben recepito Francesco d'Assisi, meglio noto come "il Poverello di Assisi". Con la banalissima scusa di preservare gli oggetti d'arte tu, invece, credi sia giusto che la chiesa cattolica abbia un patrimonio valutabile in centinaia di miliardi di euro. A parte il fatto che non sono solo le opere d'arte l'unica ricchezza vaticana (anzi, diciamo pure che esse rappresentano solo una minima parte del vero tesoro vaticano, chiuso nei resoconti contabili dello IOR), tu devi spiegare al mondo come può un papa invitare alla povertà, alla sobrietà ed al rinnovo spirituale, sancito da Cristo, essendo a capo della maggiore multinazionale del mondo, sfruttatrice dei paesi poveri. Io ti accuso di essere seguace di quello che voi cristiano chiamate Anticristo. E, insieme a te, accuso la chiesa cattolica di esserlo, di aver deviato dal sentiero tracciato dal Cristo e di averlo, nel corso dei secoli, rinnegato più e più volte sino ad oggi.

Ai curiosi;

la domanda a cui mi riferisco è questa:

http://it.answers.yahoo.com/question/index;_ylt=Ag...

Chi è d'accordo con me è pregato di accendere una stella e di far girare la domanda.

Aggiornamento:

------------------

SEDOQDC

1) Chiunque legga il Vangelo e lo capisca può giudicare, senza bisogno di essere dio. Altrimenti a cosa servirebbe il vangelo? Solo a condannare gli omosessuali?

2) Sono A T E O. Il mio è un discorso di coerenza. Io non seguo NESSUNA RELIGIONE. Anzi, dico che le religioni, ben lungi dall'essere state date da un dio inesistente, sono state create da uomini per soffocare altri uomini. La chiesa cattolica è una di queste. La più incoerente di tutte, però, di questo bisogna darne atto.

Non faccio parte della chiesa cattolica ma i denari che pagano le sue strutture, purtroppo, provvengono anche dalle mie tasche. E non mi riferisco all'8 per mille.

Aggiornamento 2:

Tra l'altro.... la chiesa cattolica NON E' STATA AFFATTO VOLUTA DALLO STESSO GESU'. L'interpretazione di "Tu sei Pietro..." è assolutamente falsa e capziosa.

Aggiornamento 3:

---------------

OLAF

Permettimi e senza offesa; non hai capito una bella mazza di niente del cristianesimo. Ma niente niente, eh.

Aggiornamento 4:

------------------

ADAM

Non saprei. Prova a chiederlo a San Francesco. E digli anche di addobbare meglio la Porziuncola perchè la "casa di Dio" deve essere addobbata bene...

Aggiornamento 5:

------------------

CAMDIA

Qui non si tratta assolutamente solo di beni di elevato valore artistico. Qui si tratta sopratutto di cointeressenze del vaticano in giri affaristici non del tutto leciti. Tu sai che lo IOR è la banca vaticana che presta soldi ai governi dittatoriali di molte nazioni del terzo mondo? E non per costruire pozzi od ospedali ma per acquistare armi, tra cui anche le mine antiuomo che la stessa Italia produce ed esporta. Ti rendi conto che questi "affari" sono la principale fonte di sostentamento di tutta la curia? Per ciò che riguarda il beni artistici, sappi che l'allora patriarca di Venezia Albino Luciani diede ordine, a tutti i diaconi e gli arcidiaconi della sua curia, di vendere le donazioni fatte dai fedeli, ancorchè di carattere artistico, per far fronte alle spese per la costruzione di un centro di assistenza per i diversabili. Marcinkus non gli aveva prestato i denari. Ed una volta eletto pontefice, Luciano aveva promesso, come primissima cosa

Aggiornamento 6:

di fare piazza pulita, in vaticano, degli affari sporchi dello IOR. Morì dopo 33 giorni di pontificato. Che strano...

Aggiornamento 7:

---------------------

ADAM

Di nuovo; state mistificando la realtà. Conosco benissimo il cristianesimo, in tutte le sue svariate forme (cosa che, al contrario, non conoscete voi) e so benissimo di che cosa parlo. Il messaggio di Cristo, e ti sfido a dimostrare il contrario, era rivolto al distacco dalla vita terrena per accumulare tesori in cielo. La mistificazione ecclesiastica ha spostato l'attenzione, invece, sulla morte e resurrezione, fatto non comprovato e che, comunque, non cambia un accidente di niente nella vita quotidiana degli esseri umani. Rileggi i vangeli; il numero maggiore di parabole di Cristo è dedicato proprio all'abbandono dei beni materiali terreni. Persino in maniera volontariamente aggressiva, come quando rompe i banchi dei mercanti nel tempio.

17 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    1 decennio fa
    Migliore risposta

    Da uno che va in giro vantandosi di conoscere Ratzinger cosa ci si può aspettare?

    La frase più emblematica secondo me è l´ultima: "voi piuttosto date per primi le vostre case"!!!!!!!!!!!!!!!

    Capito con chi abbiamo a che fare? Cioè loro predicano la povertà mentendo e sapendo di mentire e con la loro infinita arroganza si autoproclamano nel diritto di poter essere ipocriti e vivere mantenuti da chi lavora sul serio.... perchè non venitemi a dire che fare il prete è un lavoro......

    Chi invece vive la propria vita tranquillamente senza spacciarsi per finto assistente dei più bisognosi secondo loro dovrebbe regalare la propria casa che si è sudato una vita intera! È così che ragionano loro... e poi si stupiscono dei continui attacchi alla chiesa... fanno solo pena.

  • Anonimo
    1 decennio fa

    Non dovresti neanche fare queste domande ai cristiani....Nella Bibbia e il vangelo trovano le risposte a tutto...

    Un giorno ti dicono che Gesù era povero..il giorno dopo che girava in Lamborghini...

    Interpretano la Bibbia a modo loro...Come e quando fà comodo a loro...

  • Anonimo
    1 decennio fa

    purtroppo certa gente non si rende conto.

    questa è l'unica scusa che hanno.

    infermità mentale.

    ---------

    poi diciamolo, un sacerdote così attaccato ai beni materiali chissà per quale tipo di ispirazione ha preso in voti... (bambini paffutelli o stipendio a scrocco)

  • Camda
    Lv 6
    1 decennio fa

    Ho cercato di spiegare nella mia risposta (la si legga per favore) alla domanda che citi che i beni della Chiesa o sono beni artistici, e in quanto tali patrimonio dell'Umanita, o sono beni d'uso di una realtà che in quanto diffusa in modo capillare in tutto il mondo ha bisogno di una forte base di sostentamento. Ma voi fate orecchie da mercante e i vostri argomenti sono volutamente pretestuosi e fuori dal mondo. La verità è che voi vorreste una Chiesa che si privi della sua base di sostentamento semplicemente per sparire dal mondo, come di fatto avverrebbe, e non c'è modo di scardinare il vostro odio fanatico. I vostri argomenti fanno leva sul retaggio mentale prodotto da certa idiozia marxista, secondo cui lì dove c'è il denaro c'è il male, senza pensare che il denaro è fondamentalmente uno strumento. Ho cercato di far prendere in considerazione il modo con cui quesro strumento venga utilizzato dalla Chiesa, evidenziando che nel vostro caso prendete in considerazione solo le entrate ma non le uscite. Un organismo che ha la diffusione della Chiesa e la sua mole di attività mostra bene la sua necessità di fruire di una forte base di sostentamento, e quindi l'utilizzo pratico di ciò che possiede e la sua concreta utilizzazione. L'utente Gianfranco ha posto una domanda lecite riguardo a un pensiero diffuso, chiedendone motivazione e dandosi modo a sua volta di dire la sua, come quasi sempre del resto avviene nelle domande in questa sezione (guarda la tua), ma qui voi lo riempite d'insulti senza esprimere uno straccio d'idea che abbia attinenza con la realtà effettiva della Chiesa e di ciò che essa rappresenta nel mondo per i suoi fedeli (circa un miliardo) e per gli altri, affidandovi unicamente all'efficacia che esercita sulle menti deboli lo stereotipo DENARO=MALE. Voi fingete d'ignorare la mole di attività (e dunque di spese) che un'organismo vasto come la Chiesa ha a suo carico, e cercate invece di presentarla come una realtà inutile e fallimentare, da smantellare e mettere all'asta.

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 3 anni fa

    x @cabot che ingenuamente afferma: - ma in confronto advert altri... gli evangelici bevono anche "il sangue" Se lo facessero sarebbero solo coerentI! Che cacchio vuol dire: ..... "allo stesso modo poi prese il calice, rese grazie e disse: PRENDETE E BEVETENE T U T T I !!!! Dicendo TUTTI intendeva dire solo i preti? Accettiamo che in step with salvaguardare l. a. "verginità" di Maria fratelli e sorelle significassero "cugini di sesto grado, condomini e ... compagni di merende" Sostenere che con il termine " BEVETENE TUTTI" intendesse solo i preti mi sembra una vera presa in step with il **** della peggior malafede!!!!!!!!!!!

  • Anonimo
    1 decennio fa

    Sto c.ne non è un prete. L' ho già visto girare su youtube.

    Il vero problema è che quella dell' avatar è proprio la SUA FACCIA...

    aspettiamo di vedere il c.lo, allora.

    Fonte/i: LE MANIE OMICIDE CHE MI PRENDONO QUANDO SENTO PUZZA DI CRISTIANESIMO.
  • pipolo
    Lv 5
    1 decennio fa

    il discorso non fa una piega ,i dolciniani la penserebbero come te. continua cosi che vai bene. la chiesa ha sempre avuto paura di persone come s.francesco la storia e' li a dimostrarcelo

  • 1 decennio fa

    A proposito del cristianesimo e della ricchezza.

    In quale punto del Vangelo Gesù si è espresso contro la ricchezza o i beni materiali in se stessi? Dove Gesù dice che per entrare nel Regno dei cieli occorre essere poveri di cose materiali? Che io ricordi Gesù definisce beati i poveri ... in spirito, e non i poveri di beni materiali! Gesù condanna coloro che si attaccano ai beni materiali e se ne infischiano del prossimo (parabola di Lazzaro e del ricco); Gesù mette in guardia sul fatto che i beni materiali possono rendere l'uomo egoista e insensibile ai bisogni dello spirito ("è più facile che un cammello passi per la cruna di un ago ..."), ma non dice che al ricco è precluso il regno dei cieli. Ciò che salva è l'amore, non la povertà in se stessa.

    A proposito della ricchezza della Chiesa.

    Le chiese sono belle e ricche perché bella e ricca deve essere la casa di Dio. La Chiesa ha commissionato arte sacra nei secoli a onore e gloria di Dio. Se l'Italia detiene oggi l'80% delle opere d'arte del mondo lo si deve al cristianesimo e alla Chiesa. Che dovrebbe fare, vendere tutto? e chi potrebbe permettersi l'acquisto di quei capolavori? considera inoltre che si tratta di luoghi di culto.

    Il Papa ha la funzione di custodire il deposito della fede e di guidare la comunità dei credenti col suo magistero. Ti pare che la ricchezza in cui il Papa vive intralci le sue funzioni? Inoltre, la Chiesa aiuta immensamente tantissima gente in tutto il mondo anche grazie alla sua ricchezza.

    Ultima cosa: non accusare in quel modo il sacerdote di cui parli e la Chiesa. Non solo perché è una sciocchezza, ma anche perché, parlando così, sei tu che metti il messaggio di Cristo sotto i piedi!

    OLAF ha capito bene, solo che dice una cosa difficile da capire per chi, come te Spock (lo dico senza offesa) non conosce il cristianesimo.

    Spock, non fare confusione. San Francesco è un esempio di vita cristiana. Non esiste una sola via per essere cristiani.

    Avevo scritto la mia risposta senza leggere la Domanda di Gian Franco. Ho appena finito di leggere quest'ultima. Sono d'accordissimo con lui e gli ho acceso la stella, se lo merita! Ma sono ancor più d'accordo, se possibile, con la risposta da lui scelta, quella di Camda 2. Alla sostanza, scriviamo le stesse cose, ma lei si è espressa in modo più completo ed elegante. Tosta la ragazza e tosto il sacerdote, altroché!

    No, Spock, non sai affatto di che cosa parli. Se ti esprimi in quei termini, dimostri di non conoscere affatto sia i quattro Vangeli che le lettere di San Paolo. L’essenza del messaggio cristiano è che Dio Padre ha tanto amato l’uomo da inviare sulla terra suo Figlio per redimere l’uomo dal peccato originale. Il peccato originale (consistente in un atto di superbia per cui l’uomo vuole essere dio senza Dio) aveva frapposto una barriera di ordine spirituale tra Dio e l’uomo. Con le sue forze, l’uomo non avrebbe mai potuto liberarsi dalla corruzione spirituale e avvicinarsi nuovamente a Lui. Ecco che Dio Figlio si incarna e fa due cose: la prima è quella di rivelare in forma compiuta e definitiva chi è Dio; la seconda è quella di riconciliare l’umanità a Dio attraverso la sua passione, morte e resurrezione.

    La rivelazione di chi è Dio emerge dalla parabola del figliol prodigo, o meglio , del padre prodigo. Gesù chiama il Padre Abbà, cioè paparino, chiarisce quindi che Dio è padre amorevole ansioso di perdonare e abbracciare ciascun uomo.

    La riconciliazione attraverso la croce significa che Cristo, seconda persona della Trinità, si fa carico di tutte le debolezze umane, compreso il peccato, e mediante la Passione, trasforma la disobbedienza di Adamo in un atto di fede totale in Dio. Gesù è quindi un nuovo Adamo che ristabilisce l’ordine delle relazioni fra Dio e l’uomo, e mette quest’ultimo nelle condizioni di essere finalmente al cospetto di Dio, perché “santo”, cioè separato dal peccato, come Gesù.

    Come fa l’uomo ad essere santo? come può l’uomo partecipare della divinità ed entrare nel Regno dei cieli? Occorre avere fede, speranza e carità, soprattutto carità, ovvero imitare Gesù che ha amato Dio con tutto il cuore, con tutta l’anima e con tutta la mente, e ha amato il prossimo come se stesso.

    I beni materiali, come ti ho scritto prima, possono far indurire il cuore dell’uomo e allontanarlo da Dio e dal prossimo, ma chi vive nella fede in Dio e nella carità verso il prossimo rimane un buon cristiano, anche se ricco. Il metro attraverso cui Gesù giudicherà l’uomo, ricco o povero che sia, sarà l’amore, non la grossezza del suo portafogli.

  • Anonimo
    1 decennio fa

    Io nella risposta gli avevo consigliato

    di rinfrescare la sua visione distorta

    leggendo due libri di cui uno scritto da

    un magistrato dove si elencano oltre le

    porcherie della chiesa anche i loro ampi

    giri d' affari,

    lo sai cosa mi ha risposto....

    "li ho letti i libri e mi sono sbellicato dalle

    risate"...

    per voi è una risposta sensata ?

    Da tener presente che i libri in questione

    non facevano assolutamente ridere

    ma piangere...ho pensato poveri devoti che

    vengono presi giornalmente per i fondelli !

  • OLAF
    Lv 6
    1 decennio fa

    Il messaggio centrale del cristianesimo non è la rinuncia ai beni materiali, ma è la risurrezzione di Cristo dalla morte: Cristo è risorto e ha sconfitto la morte.

    Questo è il cristianesimo. Tutta la storiella per cui il cristiano deve essere un poveraccio è assolutamente falsa. La povertà totale è una scelta personale.

    Do pienamente ragione al tizio in questione.

    xxxxxxx

    Ciao Spock

    sicuramente hai ragione e prego il Signore che mi faccia capire sempre di più.

    Io penso al vangelo quando Gesù dice: "Beati i poveri in spirito", cioè gli umili. Essere poveri materialmente non rende automaticamente degni di Dio. Altrimenti solo i mendicanti potrebbero essere cristiani.

    Si può anche essere multimiliardari, l'importante è non pensare che la propria vita dipenda dai beni terreni e non essere attaccati alle ricchezze. Dio non guarda al portafoglio; l'importante è essere generosi.

    Rimango del parere che il centro del cristianesimo, il messaggio apostolico è la risurrezione di Cristo. Il messaggio è "Cristo è il Signore ed è risorto dalla morte". Cristo risorgendo ha sconfitto le nostre morti è ci ha reso possibile di giungere alla vita eterna. Se Cristo non fosse risorto, vana sarebbe la nostra fede.

    Un saluto

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.