Anonimo
Anonimo ha chiesto in AmbienteAmbiente - Altro · 1 decennio fa

Riciclare rifiuti in acciaio?

Ragazzi, ma non pensate che forse per la differenziata sarebbe il caso che le autorità locali ci dispensassero un breve corso, o che quantomeno organizzassero un incontro con la popolazione, ogni tanto? Giusto per fugare i dubbi che sorgono quotidianamente.

Mi spiego meglio: ho sentito spesso la pubblicità del consorzio per l'acciaio che consiglia di differenziare le scatolette. Ma quali? Non credo che le lattine delle bibite c'entrino qualcosa, visto che sono d'alluminio. E i raccoglitori per l'acciaio (non quelli per le lattine), qualcuno li ha mai visti? Ho chiesto chiarimenti all'azienda locale che gestisce i rifiuti e, in merito alle scatolette del cibo per animali, mi è stato detto (sentite bene): se sono in acciaio non vanno nei cassonetti delle lattine. Io domando: ma come faccio a sapere se sono in acciaio o alluminio? Risposta: provi con una calamita, se non si attacca è alluminio!!!

Ragazzi, ma lo sanno anche i bambini che la calamita non si attacca neanche all'acciaio...

Quindi sono al punto di partenza. Come faccio a sapere dove smaltire le scatolette, anche quelle del tonno o del mais, per es.?

Non mi pare ci sia molta chiarezza.

Aggiornamento:

Grazie, Marco, ma in merito alla calamita debbo contraddirti. Ho provato - per scrupolo - poco fa su una pentola in acciaio, e non si è attaccata.

A meno che non ci sia differenza tra acciaio e acciaio inox... Per il resto, ahimè, io sono in Liguria, dove si lesina su tutto...

Aggiornamento 2:

@Dannycotina: se è come dici, e ritengo che sia così, che senso ha la pubblicità per la raccolta dell'acciaio? A meno che sia rivolta ad un mercato lavorativo (cantieri, industrie, officine, ecc.), non ha ragion d'essere, poiché la pubblicità alla radio è capillare, in quanto rivolta al pubblico e non alle industrie. Insomma, non riesco a capire. Non ha alcun senso. Che cosa vuole da noi il consorzio per l'acciaio? Sono anche andata sul sito ma non ho trovato risposte.

Aggiornamento 3:

Mi accendete un po' di stelline, così gira? :-)

3 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    I rifiuti metallici, sono principalmente acciaio e alluminio. L'acciaio è ferromagnetico, è una lega di ferro e carbonio, quindi basta una calamita, per separarli.

    La differenza tra acciaio ed alluminio, la noti anche dal peso: la densità dell'alluminio è sui 2 kg/dm^3, quella dell'acciaio sui 7 kg/dm^3

    X la pendola in acciaio: quella non si attacca e non si attaccherà mai, infatti, il comune acciaio inox 18-10 delle pentole, non è ferromagnetico. Quando si parla di acciaio, si intende una leghe ferrosa composta da un minimo dello 0,15% di carbonio ed un massimo del 2% di carbonio; invece fra il 2% ed il 4% di carbonio, la lega, si chiama ghisa. Comunemente con acciaio, si indica acciaio inox (che non è magnetico, almeno non quello comune) o acciai speciali (al titanio, rapidi ecc...), mentre il comune acciaio (tipo quello utilizzato in edilizia, è chiamato ferro. Ecco la distinzione. Comunque, sarebbe meglio separare acciaio inox da acciaio comune.

    L'unica applicazione dell'acciaio inox in campo domestico, sono pentole e posate. Le lattine o sono in acciaio comune (detto comunemente ferro) oppure in alluminio.

  • ClaCla
    Lv 6
    1 decennio fa

    Laura non credo che le lattine e le scatolette le fanno in acciaio, secondo me sono tutte in alluminio! Comunque la tua domanda è interessante ti accendo la stellina così gira, spero che riceverai le risposte che cerchi. Scusami se non so aiutarti! Ciao.

  • 1 decennio fa

    ti correggo. la calamita si attacca all'accaio. l'acciaio è una lega di ferro e carbonio, quindi questa lega conserva le proprietà magnetiche del ferro. qui a milano una volta l'anno consegnano via posta un volantino che fornisce cnsigli sullo smaltimento di rifiuti non comuni all'ordine del giorno. sempre qui a milano, l'amsa, l'azienda locale per lo smaltimento dei rifiuti e per la pulizia delle strade, ha messo a disposizione dei cittadini dei punti di raccolta di rifiuti non comuni, questi punti vengono chiamati "riciclerie". se sei un cittadino del comune presenti la carta d'identità e puoi usufruire del servizio gratuitamente (lo paghi nella bolletta dei rifiuti), purchè tu non vada in ricicleria con un van o un furgoncino, perchè questo tuo smaltimento potrebbe essere legato ad un'attività lavorativa (quindi devi pagare in questo caso).

    dai un'occhiata:http://it.answers.yahoo.com/question/index;_ylt=Ah...

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.