promotion image of download ymail app
Promoted
Anonimo
Anonimo ha chiesto in Società e cultureLingue · 1 decennio fa

Per traduttori: come procedete quando affrontate un testo?

Tra poco forse avrò una grande opportunità: poter tradurre un intero libro (argomento: architettura; dal tedesco all'italiano) per una casa editrice. E' la mia prima esperienza e sono abbastanza disorientato: sino ad ora ho tradotto quasi esclusivamente i piccoli testi che vengono proposti nei corsi all'università e quindi mi piacerebbe sapere se qualcuno di voi ha dei consigli pratici da darmi per non finire "lost in translation". Per esempio, pensate che sia conveniente utilizzare programmi basati sulle memorie di traduzione?

Grazie mille in anticipo per le risposte. Eventuali spolliciamenti non saranno da parte mia.

7 risposte

Classificazione
  • Rita L
    Lv 6
    1 decennio fa
    Risposta preferita

    Innanzitutto, complimenti, Maruko! Sono certa che farai un lavoro eccellente. :)

    Non ho mai fatto uso dei TM, ma trattandosi di un testo di argomento tecnico, e se hai la possibilità di reperire un software conveniente, penso che potrebbe esserti di grande aiuto. Procurati inoltre un buon dizionario bilingue settoriale: è facile cadere nell'uso di un termine contemplato dal vocabolario, ma poco usato nella realtà.

    L'ideale sarebbe che tu conoscessi qualche architetto e potessi di tanto in tanto chiedere delucidazioni circa la versione italiana. La difficoltà maggiore che riscontro quando ho a che fare con un testo tecnico non è tanto che non capisco il testo d'origine, ma che non lo capisco in italiano!

    Presumo tu abbia un termine di consegna. Fatti uno schema dei diversi capitoli e delle pagine, in modo da stabilire qual è la tua velocità media di traduzione. Cerca di distribuire il lavoro in modo che non te ne resti troppo all'ultimo momento - parla una che si riduce sempre all'ultima ora :(( - stabilendo un numero di pagine giornaliero.

    Prima di rileggere quanto hai scritto, lascia passare un po' di tempo. La rilettura "a caldo" non è quasi mai obiettiva e rischi di stravolgere frasi o periodi che vanno già benissimo.

    Ti accendo la stellina per ulteriori e competenti consigli!

    Intanto, in bocca al lupo!

    P.S. Se il libro ha un'introduzione o una premessa, lasciala per ultima! In genere, è proprio l'esordio quello che dà più problemi; spesso si tratta di un compendio di quanto verrà detto dopo, altre volte è scritto da esperti del settore che fanno sembrare il discorso ancora più complesso di quanto sarà poi.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 1 decennio fa

    Ciao Maruko,

    auguri!

    E' veramente una grande opportunità.

    Come forse sai lavoro come traduttrice.

    Finora non ho ancora tradotto interi libri, solo manuali e testi vari.

    Non sarà molto diverso tradurre un libro, perchè è sottodiviso quasi sempre in diversi capitoli.

    Prima di tutto dovresti informarti sullàrgomento, cioè fare una ricerca sul tema dell`architettura in internet e in biblioteca per familiarizzarti.

    Poi magari traduci come prova il primo capitolo per vedere come ti riesce e vedere le difficoltà che incontri con questo testo e per vedere quanto tempo ci vuole più o meno.

    Non dimenticare di fare backup naturalmente per non perdere il lavoro.

    E poi ci siamo anche noi madrelingua e altri amici specializzati di answers qui. Facci delle domande e ti aiuteremo volentieri, almeno vale per me, ma penso che ci saranno anche altri colleghi.

    In bocca al lupo!

    Devo terminare adesso.

    Tanti saluti! Sono in vacanza e ti scrivo dalla biblioteca di un paesino nella foresta bavarese (Bayerischer Wald).

    Fonte/i: PS: in ufficio usiamo Translation Memory. Serve per essere consistenti nella terminologia e evitare di dover tradurre di nuovo i testi già tradotti, quindi risparmi tempo se ci sono molte ripetizioni.
    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    1 decennio fa

    Ciao collega traduttore, beh... è importante prima di cominciare il lavoro di traduzione leggersi per bene il testo da tradurre x comprendere il contesto di situazione, quello culturale, le presupposizioni dell'autore, il tipo di destinatario, farsi un'idea di chi sia l'emittente etc.

    Certo che se si tratta di un libro intero e non hai molto tempo prima della data di consegna allora dati una lettura veloce ma ad ogni modo "efficace"!

    Ciao collega!

    PS: mi fai sapere, anche tramite e-mail se puoi, come hai fatto ad avere qst incarico?

    GUTE ARBEIT!

    Fonte/i: Traduttore
    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    1 decennio fa

    per non finire "lost in translation"! eheheh..

    allora io studio due lingue..inglese e francese..

    e mi capita molto spesso di affrontare traduzioni anche di intere pagine di libro..allora io adotto qst strategia..(pur nn essendo all'università)

    leggere attentamente il testo...dizionario monolingua sempre a portata di mano...analisi di tutti i verbi e complementi...badando alla coerenza del testo...ogni tanto prendi una pausa di 5 minuti altrimenti finirai per perdere la testa..cmq io nn ho mai ricorso a programmi basati sulle memorie di traduzione...molte volte le frasi vengono mal interpretate..quindi preferisco sempre una traduzione mia personale..

    spero ke ti sia stata anke un pokino d'aiuto...

    ciau;)

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 1 decennio fa

    io mi sono laureata al dams musica e, adesso che conosco il tedesco avevo iniziato a tradurre un libro di Leopold Mozart in questo modo: prima ho scritto in italiano tutto quello che capivo senza bisogno del dizionario per poi cercare i termini che non avevo capito. A mio parere l`utilizzo di un buon dizionario e´molto importante, ma purtroppo per oggi non posso dirti la casa editrice del mio perche´ sono da amici e non me la ricordo. Posso solo dirti che al dizionario vero e proprio e´ allegato un piccolo libro di approfondimenti su " falsi amici" (parole simili, ma con significato

    diverso), esercizi di pronuncia ed altri esercizi. Forse lo hai anche tu. Se no cercalo perche´ e`ottimo.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • be io faccio il liceo classico, e faccio le traduzioni di latino e greco, (e non ho mai studiato tedesco), però suppongo che il metodo sia il medesimo! Allora io quando devo tradurre, (da qualsiasi lingua), faccio così leggo prima frase per frase, oppure leggo tutto quanto, poi inizio ad analizzare le parti delle frasi e poi inizio col tradurre prima il soggetto poi il verbo e in seguito il complemento oggetto o eventuali avverbi o complementi! questo è il mio mentodo! ciao!

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 1 decennio fa

    ciao!!!!io traduco libri interi!!!!cmq l'importante è k nn cominci ad andare in panico xk è la cosa peggiore!!cmq traduci parola per parola, poi finita la pagina cominci a legare il testo come fosse leggibile::

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.