Cosa ne pensi di chi si dichiara ateo ma passa le giornate su R&S a parlare di Dio e della Chiesa?

Leggo sempre le loro domande ma faccio fatica a capire da cosa sono mossi.

Se non credono in Dio perchè stanno tutto il giorno a cavillare sul perchè e il percome delle cose, dei sacramenti, della fede....

Vogliono dimostrare l'ingenuità dei credenti (ma dimostrarla a chi, poi?)

Vogliono sentirsi più intelligenti ed "elevati"?

..o forse vogliono convincere se stessi che Dio non esiste?

Mah

Aggiornamento:

Per Cane...

Grazie di avermi risposto, ma mi riferisco a persone che si ritengono completamente non credenti in nulla; ce ne sono tante qui, che peraltro sono molto intelligenti ed acute, ma il loro accanimento non lo comprendo...

Aggiornamento 2:

I pollici non sono miei, ne su ne giù

Aggiornamento 3:

Per farfallina13: hai ragione, esiste la democrazia.

Chiunque è libero di scrivere quello che desidera: anche io lo sono di fare questa osservazione

Io ho posto la questione con rispetto ed educazione (non sono io che ho usato parole come miscredente e bigotto, ma tu) ed ho troppi anni ed esperienza sulla groppa per "temere le parole" degli atei.

Ti sei molto scaldata: non volevo offendere nessuno, ma evidentemente la faccenda ti sta molto a cuore

Aggiornamento 4:

Cara Eventi, io non giudico e non condanno. Ho solo posto educatamente una domanda.

Tu non mi hai risposto, vorrei sinceramente il tuo parere

Aggiornamento 5:

Ancora per Farfallina.

1) la mia non è una polemica

2) Non sono affatto infastidita da questi post: ripeto che trovo molti di questi utenti molti intelligenti e piacevoli da leggere

3) non discuto il diritto di nessuno di stare qui, ci mancherebbe altro: leggi bene la mia domanda e non darle significati che non ha

...comunque ti sei scaldata eccome

Aggiornamento 6:

Per Lame Name Dame: capisco bene cosa vuoi dire. Io, da cattolica, vedo mille difetti nella mia religione. Sono tutti aspetti che affronto con più senso critico possibile. Grazie di avermi risposto, la tua risposta mi piace...perchè non dovrebbe?

Aggiornamento 7:

per marco iacobucci: secondo me sbagli. Dialogo ce n'è può essere eccome. DEVE esserci

25 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    1 decennio fa
    Risposta preferita

    Vedi, mia cara, l'essere umano, e tu lo dovresti ben sapere, ha una caratteristica particolare; è un animale sociale. Visto che, nella maggior parte dei casi (non sempre in verità), è anche dotato di un cervello, gli piace confrontare le sue idee con gli altri, magari anche arrivando allo scontro. E' da questo scontro che è nata l'idea di "democrazia" cosi come attualmente la intendiamo. Altrimenti i fascisti parlerebbero solo coi fascisti, i comunisti solo con i comunisti ed i democristiani... beh, quelli fregano i fascisti ed i comunisti e si accomodano in poltrona. Comunque il concetto è questo; io non voglio dimostrare un bel niente a nessuno. Porto a conoscenza di tutti il mio punto di vista. Poi ognuno è libero di condividerlo o meno. Noi atei (ma, in realtà qui parlo solo a titolo personale) non pretendiamo di avere la verità in tasca, formato bibbia. Al contrario, i credenti hanno solo certezze e nessun dubbio. E, qualora anche dovessero avere dei dubbi, basterebbe che la religione di appartenenza richiami il dogma del "mistero della fede" o minacci l'inferno che, quasi istantaneamente, qualsiasi dubbio nella mente del credente viene fugato...

  • 1 decennio fa

    Sono Eventi.

    Che tu, da brava credente, ti permetti di giudicare e condannare....

    ______________________________________

    Ciò che penso è che un ateo come un cattolico possano passare le giornate ovunque per cercare di confrontarsi assieme ad altre linee di pensiero: questo li aiuterà di certo a comprendere e ad assorbire molte altre Verità.

    Chi cerca un confronto, non perde mai il suo tempo.

  • Anonimo
    1 decennio fa

    intanto leggiti la definizione di ateo.

    l'ateo è il modo in cui voi chiamate le persone che non credono nel vostro dio.

    quindi tra ateo e -persona completamente scettica senza nessun interesse nel mondo spirituale- c'è una grossa differenza.

    I buddisti non credono in un dio ad esempio.

    Poi c'è anche il concetto di libertà di poter fare le domande che si vuole, è c'è la tua libertà di poterle ignorare.

  • 1 decennio fa

    Hai mai sentito parlare di "cultura personale"? E di "confronto"? Non ti è mai venuto in mente che, forse, un ateo stia qui per capire il punto di vista degli altri e confrontarsi con loro? Se tutti ignorassimo le idee altrui, non cresceremmo mai...

    Fonte/i: Atea.
  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • lisa
    Lv 6
    1 decennio fa

    la domanda è stata fatta tante volte e le risposte mi sembrano scontate:

    le religioni influenzano e, spesso non in bene, le società;

    Il papa è spesso in tv ed è un diritto criticarlo;

    molti, anche i non credenti, sono in qualche modo cresciuti con l'idea di Dio e altre idee riguardanti la fede quindi è normale che la religione possa interessare;

    è giusto che ci sia un contraddittorio alle religioni e che non venga sentita solo la voce di chi la difende.

    come ci sono credenti che s'interessano alle religioni e credenti che non se ne interessano più di tanto, lo stesso vale per gli atei.

  • Smell
    Lv 6
    1 decennio fa

    Ci sono più motivazioni.

    - Persone che hanno abbandonato una religione e desiderano confrontarsi con chi invece segue in credo, al fine di comprendere meglio se stessi ed i propri cambiamenti.

    - Persone che si rendono conto che le religioni modificano e coordinano le idee socio-politiche ed il pensiero di migliaia di persone influendo sul mondo in cui tutti viviamo...quindi desiderano sapere su quali basi ciò avviene (rimanendo spesso, nel mio caso, sconcertati)

    -Altre per futili motivi che non sto a elencare e che non considero spesso.

  • 1 decennio fa

    mi piace stare qui perchè così posso vedere le vostre reazioni isteriche

    e poi c'è scritto religione e spiritualità non RELIGIOSI quindi ognuno può dire quello che pensa della religione&co

  • 1 decennio fa

    giusto superuomo..esatto..io sono ateo e m diverto qui....do le mie opinioni...

  • 1 decennio fa

    moltissime parole e nessun senso

  • Gram
    Lv 6
    1 decennio fa

    secondo me dipende dalle volte,

    ad esempio,

    pur non essendo un ateo,

    non sono sicuramente un credente,

    eppure in questa stanza trovo possibilita' di dialogo e spunti di riflessione,

    stando qui ho notato che se anche l' idea di fondo resta uguale,

    la prospettiva,

    parlando con altre persone,

    si assesta su sfumature alle quali da solo non sarei arrivato,

    chiaro,

    altre volte qualcuno la dice troppo grossa e non si puo' che fissarlo e chiedergli se lo pensa davvero....

  • Anonimo
    1 decennio fa

    allò....io sono il prototipo di ciò che descrivi tu e non perchè sono ateo non posso parlare di ciò.....spero anche io di incontrare il signore se esiste e cmq lo cercherò....ma non lo faccio in chiesa.

    e cmq fatti una camomilla, sembri nervosa....

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.