Anonimo
Anonimo ha chiesto in Animali da compagniaPesci · 1 decennio fa

Come deve essere l'illuminazione di un acquario?

a quanti kwatt devono essere i neon? che tipo di luce?

Aggiornamento:

x pesci rossi..

e x i testa di leone?

6 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    1 decennio fa
    Migliore risposta

    Anche l'illuminazione deve essere in rapporto alle vostre aspettative e al biotopo dell'acquario. Per il possessore dell'acquario, l'illuminazione è importante per ragioni ottiche: la luce permette di osservare nel migliore dei modi pesci e piante, senza una fonte di luce artificiale un acquario perderebbe metà della sua attrattiva. Per l'acquario biotopo, l'illuminazione è importante per diverse ragioni: un'illuminazione corretta ha grande influenza sulla crescita delle piante. Se, invece, la sorgente di luce viene a mancare, o è troppo debole, le piante non crescono più, interrompendo così le proprie funzioni, che sono vitali per l'acquario. Per questa ragione le lampadine comuni ad incandescenza non sono adatte, infatti, emanano troppo poca luce e nello stesso tempo troppo calore. V'indichiamo perciò tre tipi differenti d'illuminazione possibili:

    Luci al neon: la forma d'illuminazione più comune, è molto economica e produce una buona luce. Svantaggi: la loro intensità luminosa si perde molto impercettibilmente all'occhio umano. Devono essere cambiate al massimo dopo un anno.

    Lampade al mercurio: ad alta pressione: offrono una buon'illuminazione e consumano poco, inoltre disperdono meno energia rispetto alle luci al neon. Svantaggi: sono costose al momento dell'acquisto.

    Fari alogeni: si usano solo in casi particolari. Nonostante consumino poca energia devono essere sostituite spesso (circa ogni 1000 ore).

    La forma d'illuminazione più adatta ad un principiante è, di solito, quella al neon. Come abbiamo già detto, una corretta illuminazione è importante soprattutto per le piante.

    Per ottenere un illuminazione il più naturale possibile, dovete usare i "neon daylight", che emanano luce bianca, o una combinazione di lampade a toni caldi e freddi. Il vostro negoziante vi aiuterà a scegliere. L'intensità luminosa è particolarmente importante. Per darvi un idea vi ricordiamo che sono necessari almeno 0,5 watt ogni litro di capacità.

    L'acquario deve essere illuminato ogni 12-14 ore il gio

  • Key
    Lv 5
    1 decennio fa

    Esistono 3 tipi di illuminazione:

    1) lampade fluorescenti, comuni ed economiche, ma devono essere sostituite ogni 6-8 mesi

    2) lampade al mercurio (HQL), consigliate per i grandi acquari, sono costose al momento dell' acquisto ma hanno bassi consumi

    3) lampade alogene, si usano solo in casi particolari, in vasche con elevate esigenze di illuminazione

    Per un principiante, il sistema di illuminazione più adatto è, quello a lampade fluorescenti, chiedi al negoziante.

    Sono comunque necessari almeno 0,5 watt per ogni litro di capacità dell' acquario, il quale deve essere illuminato per 10-14 ore al giorno.

    Buon lavoro!

  • Anonimo
    1 decennio fa

    dipende dal tipo di pesci che ci ospiti

  • Anonimo
    1 decennio fa

    blu è rilassante per gli okki e non da fastidio ai pesci...

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Anonimo
    1 decennio fa

    3456687

  • Mattia
    Lv 4
    1 decennio fa

    "Avessimo avuto queste a Little Big Horn..." disse il generale Custer al suo luogotenente indicando un pacchetto di Marlboro "avremmo sicuramente spazzato via quei musi rossi!".

    "Perche' ?" chiese il luogotenente. "Leggi qui" disse Custer "Nuoce gravemente alla salute di chi vi circonda".

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.