Università: mi spiegate qualcosa?

Ciao!!!!!!

Allora l'hanno prossimo dovrò decidere ke facolt scegliere e già qst x me è un bel dilemma....ma prima vorrei ke qualcuno m spiegasse davvero cm "funziona" l'Università.

Cioè:

-ke differenza ke tra facoltà e classi Universitarie????

-e le lauree brevi posono essere seguite da laure specialistike o le 2 cose nn centrano nulla??

-ki mi dirà quali esami devo fare???

- le lezioni sn sempre obbligatorie???? Ki lo decide???

- è vero ke se il risulatto d un esame nn mi soddisfa poxo rifarlo??? E se si dopo quanto? Non rischio d andare fuori corso????

-Se nn do un esame devo aspettare l'anno dopo x ridarlo????

Please risp!!!!! Potete anke nn rispettare la scaletta e raccontare semplicemente...

Grazie 10000

by una raga molto confusa ^^

4 risposte

Classificazione
  • scony
    Lv 4
    1 decennio fa
    Migliore risposta

    Ogni ateneo ha i suoi regolamenti, quindi una volta ke scegli la facoltà, ti consiglio di leggere il sito di appartenenza (ad esempio www.unibo.it). Cmq grossomodo le cose in generale sono così: le lauree brevi, meglio kiamate lauree triennali, consistono in un percorso di + o meno 24 esami, una volta terminato il superamento degli esami ed aver esposto la tesi, vieni proclamata dottore. Dopo puoi scegliere di proseguire facendo una specialistica a scelta, il xcorso durerà ancora due anni (se sarai in corso) ed al termine sarai dottore magistrale. Da "dottore" puoi anke optare x un master..o semplicemente nn continuare.

    Tornando alla scelta della facoltà, appena ti iscrivi, nella facoltà o sul sito saranno pubblicati gli orari di lezione ed il programma di esami. per la maggior parte delle facoltà, le lezioni nn sono obbligatorie..in caso contrario (tipo medicina) ti verrà comunicato.

    Gli esami si sostengono durante i periodi di sessione scelti dal singolo insegnante e materia..i periodi sono gennaio/febbraio, giugno/luglio, settembre (x ogni periodo ci sono circa 3 appelli x materia). se il voto nn ti soddisfa, hai il diritto di rifiutarlo, ripresentandoti alle date successive di esame. se nn dai un esame, nn è necessario attendere l'anno successivo, ma devi attendere l'appello successivo disponibile.

    ho risposto alle tue domande..ma nn ti impanicare..queste cose te le spiegano i siti, le segreterie ed i prof. ora concentrati sulla scelta del tuo avvenire..ed all'università la cosa + difficile è studiare, lascia stare la burocrazia.

    in bocca al lupo..spero di esserti stata d'aiuto ciao

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • 1 decennio fa

    Ciao la laurea breve sarebbe la triennale a cui di regola segue quella specialistica di due anni ma nn è obbligatoria dipende da te se vuoi konseguirla.

    Gli esami che devi fare sono stabiliti nel tuo piano di studio

    Le lezioni nn sono sempre obbligatorie dipende se il professore preferisce o no che lo studente segue. Di solito quando è obbligatoria il professore il primo giorno di corso lo specifica.

    Se il risultato di un esame non ti piace lo puoi rifiutare al momento e poi puoi rifarlo al prossimo appello ma nn è detto che l'appello successivo sia tra un anno.

    Io comunque ti consiglio di accettarli i voti altrimenti non te ne esci piu dall'università e ti konsiglio anche di seguire perche ti aiuta nello studio a kasa.

    Spero di esserti stata d'aiuto

    Ciao

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    1 decennio fa

    -la facoltà universitaria è, diciamo, il contenitore grande, per esempio Giurisprudenza, e all'interno ci sono le classi universitarie(solitamente sono sigle usate per riconoscere i vari corsi di laurea) ce distinguono le strade, per esempio giurisprudenza magistrale 5 anni o scienze giuridiche (3+2) ecc...

    La laurea breve corrisponde al triennio base, e poi può essere seguito da 2 anni di specializzazione che vanno a completare in profondità la formazione del percorso precedente.

    Gli esami da fare sono decisi all'atto della presentazione del piano di studi, ci sono isegnamenti obbligatori + insegnamenti facoltativi che devi/puoi scegliere tra una lista fornita.Si può presentare in segrateria oppure via internet se l'ateneo lo consente

    -Le lezioni raramente hanno frequenza obbligatoria, a meno che non te lo comunichino espressamente a lezione, solitamente è lasciata a te la scelta...alcuni la pretendono per agevolare i ragazzi agli esami(riduzioni di programma, possibilità di spezzare l'esame in due o più parti durante l'anno ecc...) e chiedono la firma.

    -Lo studente, a parte rari casi, è libero di rifiutare il voto dell'esame se inferiore alle sue aspettative.

    Si può ridare all'appello successivo, a meno che non ci sia il salto d'appello, cioè della più vicina data stabilita.In alcuni casi può esserci il salto di sessione, cioè se lo dai a giugno e non lo passi possono non fartelo rifare fino a settembre/ottobre...ma è raro che ci sia, almeno nella mia uni è così.

    -Assolutamente no, puoi ridarlo durante l'anno a seconda delle date messe a disposizione dal professore...solitamente sono 3/5/7 in un anno(cioè nelle tre sessioni, autunnale, estiva e straordinaria)

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • 1 decennio fa

    Sono nella tua stessa situazione, perciò ti accendo una stellina... prepariamoci ad un anno di crisi esistenziale!

    • Accedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.