Il sito di Yahoo Answers verrà chiuso il 4 maggio 2021 (ora della costa est degli USA) e dal 20 aprile 2021 (ora della costa est degli USA) sarà in modalità di sola lettura. Non verranno apportate modifiche ad altre proprietà o servizi di Yahoo o al tuo account Yahoo. Puoi trovare maggiori informazioni sulla chiusura di Yahoo Answers e su come scaricare i tuoi dati in questa pagina di aiuto.

@Saretta@ ha chiesto in SaluteSalute - Altro · 1 decennio fa

qualcuno sa dirmi cos'è l'urato? quali sono i valori di riferimento? la creatinina è la stessa cosa? ?

Grazieeeeeeeee

1 risposta

Classificazione
  • Anonimo
    1 decennio fa
    Risposta preferita

    è l'acido urico..L'acido urico è una sostanza chimica organica di origine naturale a carattere fortemente acido (C5H4N4O3). Si forma negli organismi viventi superiori come sottoprodotto nel metabolismo degli aminoacidi e delle purine.

    Appartiene al gruppo delle triossipurine ed è formato da un anello pirimidinico (α) condensato con un anello imidazolico

    Nel corpo umano l'acido urico è formato come prodotto del metabolismo delle purine, ed in condizioni fisiologiche viene eliminato dal rene nelle urine. I livelli plasmatici di acido urico possono aumentare in caso di disfunzioni renali, in particolar modo nelle glomerulonefriti. Anche altre condizioni possono causare un aumento plasmatico di acido urico, ad esempio la lisi cellulare. I livelli urinari possono aumentare in caso di aumentato metabolismo delle purine.

    La creatinina è un composto eterociclico. A temperatura ambiente si presenta come un solido bianco quasi inodore.

    Nel corpo umano, la creatinina è un prodotto della reazione di degradazione della creatina che avviene nei muscoli a velocità grossomodo costante

    principalmente filtrata dai reni ed il suo livello nel sangue è usato come indicazione dell'attività renale. Per via della generalmente maggiore massa muscolare, i livelli di creatinina tendono ad essere più elevati negli uomini.

    Uso diagnostico [modifica]

    La misura della concentrazione di creatinina nel plasma (creatininemia) è un comune indicatore della funzione renale. Un suo aumento è indice di un esteso danno ai nefroni, non è quindi un indicatore adatto per diagnosi precoci.

    Stime migliori possono essere ottenute verificando il tasso di smaltimento della creatinina (creatinine clearance, CrCl) verificandone l'andamento della concentrazione in funzioni di variabili legate al sesso, all'età, al peso e all'etnia, nonché controllando la concentrazione nell'urina del paziente prodotta nell'arco di 24 ore.

    Interpretazione [modifica]

    Il livello di creatinina è generalmente riportato in milligrammi per decilitro (Stati Uniti) o in micromoli per litro (Europa, Canada). 1 mg/dL corrisponde a 88,4 µmol/L.

    I valori tipici per le donne variano da 0,5 a 1,0 mg/dL (circa 45-90 μmol/L), per gli uomini da 0,7 a 1,2 mg/dL (60-110 μmol/L).

    Mentre un livello di creatinina nel plasma di 1,6 mg/dL (140 μmol/l) può essere normale per un atleta robusto, un livello di 0,9 mg/dL (80 μmol/l) può essere un segnale di ridotta attività renale in una donna anziana. Più indicativo del livello di creatinina in sé, è il suo andamento nel tempo. Una concentrazione in aumento indica una funzionalità renale in peggioramento, mentre una concentrazione in diminuzione è segno di una migliorata funzionalità dei reni.

    Per una corretta interpretazione del livello di creatininemia si ricorre alla formula di Cockroft-Gault:

    [(140-età)*(peso in kg)]/(72*creatina sierica)*0,85 nelle donne

    il cui risultato è un numero espresso in ml/min che è indice della Velocità di Filtrazione Glomerulare, ovvero della funzionalità renale

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.