Per favore aiutatemi vi prego!!!!! sono disperata!!!!!?

perfavore mi fate un lunghissimo commento sulle emozioni,quello che avete provato sulla poesia George Gray di Edgar Lee Masters!!!!! vi prego è per domani e non so che scrivere.....!!!!! ve ne prego!!!!! Please..... 10 punti al migliore!!!!!

3 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    non sarà lunghissimo ma ho sonno anche io:

    i personaggi di Masters non sono dotati di un paradigma molto profondo,sono accenni spunti prendono la parola a partire dalla lapide:non è un' innovazione,questa strategia era già degli epigrammatici greci,poi di Foscolo ne "I sepolcri" e di Leopardi ne "La ginestra". Gray,come tutti gli altri,è ormai cenere può mostrare tutta la piccolezza della propria esistenza perché non ha nulla da perdere:fu un uomo che abusò della prudenza,tanto che di lui non resta che una nave che rinuncia all' avventura,richiudendo le vele. Si negò all' amore,all' ambizione,alla vita,potrebbe essere un inetto di Svevo,incapace di dire sì alla vita,di prendersi ciò che desidera e questo lo tormenta,tanto che l' incubo della follia è vicino,facendo di lui un alienato. E' proprio questa tensione interiore verso il rischio,tra l' andare e il restare,questa scissione alla quale non vuole cedere,neanche da morto,che ancora non lo rende un indifferente moraviano,totalmente incapace di cogliere dal fluire della vita una via di salvezza o un' alternativa alla sofferenza. Inoltre è il capovolgimento dell' eroe per eccellenza che per dimostrare il proprio valore sfida il Fato in un viaggio per mare lungo un processo di iniziazione:e questo perché è un moderno,i mostri,le oscurità,le tempeste sono interiori,in agguato nell' inconscio e nel sogno.

  • 1 decennio fa

    bo

  • Anonimo
    1 decennio fa

    disperato...al massimo

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.