Anonimo
Anonimo ha chiesto in Società e cultureReligione e spiritualità · 1 decennio fa

Premetto che non sono una cattolica molto praticante...men che meno una brava cristiana ma posso chiedere?

una cosa: come mai sempre più persone criticano e disprezzano la chiesa cattolica ed il cattolicesimo??? Perché la Chiesa Cattolica è accusata di essere razzista, chiusa, fanatica, mangia soldi e quant'altro?

Io penso che prima di giudicare una religione bisognerebbe conoscerla mentre domande poste a cattolici praticanti e non, nonché a battezzati divenuti poi atei ha dimostrato una pressoché totale ignoranza nella conoscenza della teologia cattolica.

Alzi la mano chi sa che la Chiesa Cattolica non ammette il divorzio (d'altra parte se uno fa una promessa davanti a Dio non deve mantenerla solo perché non gli va più??? o perché magari ha trovato una persona più ricca e più bella?) MA CONSENTE DI SEPARARSI qualora ovviamente sussistano gravi motivi. Ed ancora: chi sa che la Chiesa Cattolica ammette i matrimoni interreligiosi e misti dando un rito cattolico al 100%, che nei peccati come la masturbazione e il sesso preconiugale ritenuti atti impuri ci sono molte attenuanti che riducono la colpevolezza al minimo, che molti preti ascoltano emarginati ed omosessuali, che i divorziati possono partecipare alla Messa e che in caso di abbandono la colpa si riduce al minimo, che il battesimo viene dato anche ai figli dei conviventi, dei coniugati civilmente e dei divorziati, che è contraria alla pena di morte perché sostiene la sacralità della vita a tutti i costi e che dice che "ognuno si potrà salvare se oltre alla fede avrà fatto qualcosa per gli altri"???

Tutta questa gente che spara sul cattolicesimo dovrebbe sapere che non l'ha ordinato il dottore di essere cattolici ne' per convinzione, ne' per tradizione e che ognuno può scegliere ciò che vuole.

Se uno preferisce il Protestantesimo, ad es., e pensa che sia giusto potersi risposare anche 7 volte in chiesa dopo aver divorziato, che la salvezza avverrà solo per fede, che la pena di morte è lecita in quanto il concetto di sacralità della vita e di misericordia è molto più fragile e che la grazia divina si DEVE tradurre nel successo pratico (denaro), tesi sostenuta dal Calvinismo, LIBERISSIMO DI FARLO. Nel rispetto della fede altrui.

15 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    beh...

    avrei alcune cose da dire al riguardo...

    -in primo luogo, nonostante sappia tutte queste cose, sono ateo, non condivido il cattolicesimo (seppur questo non voglia dire che non lo apprezzi, io, infatti, non demigro alcuna religione), e disprezzo la Chiesa Cattolica (intesa come istituzione)... ma questo lo fanno comunque molti cristiani, quindi penso che non verrò "punito" gravemente per questo mio reato perseguibile dai paladini cattolici (sembrava stessi citando la costituzione)

    -nonostante tu dica di non essere una cattolica molto praticante e neppure una brava cristiana il fervore con cui parli nei confronti della religione non mi fa pensare la stessa cosa, a meno che tu non sia quel genere di persone che vantano con phatos grandi ideali e poi non fanno ciò che predicano (spero che tu non sia uno di queste)

    -e per ultimo ma non meno importante, per citarti:

    "Se uno preferisce il Protestantesimo (...) che la pena di morte è lecita in quanto il concetto di sacralità della vita e di misericordia è molto più fragile e che la grazia divina si DEVE tradurre nel successo pratico (denaro), tesi sostenuta dal Calvinismo"...

    spero che tu ti renda conto di quello che dici, perché se nel tuo incipit affermi di non apprezzare chi critichi il cattolicesimo senza conoscerlo, tu hai appena fatto gravi accuse (ASSOLUTAMENTE FALSE) nei confronti del protestantesimo e del calvinismo. spero veramente te ne renda conto e rifletta sulla gravità di ciò che dici.

    quindi per favore la prossima volta parla con un po' più cognizione di causa, perché è facile criticare quello che fanno gli altri quando sei tu la prima a farlo.

    e con questo concludo

    Quod me nutruit, me destruit

  • IPO
    Lv 7
    1 decennio fa

    Senza offesa, ma mi sembra un po' un ragionare per luoghi comuni.

  • Anonimo
    1 decennio fa

    Odio la CHiesa perchè essa sfrutta la fede degli uomini per i suoi fini.

  • Anonimo
    1 decennio fa

    Una cosa posso dirla: se la gente disprezza la chiesa, in piccola, microscopica, minuscola parte, è anche merito della mia propaganda anticlericale.

    E con questa, ho il paradiso assicurato.

    (infatti gli oppositori dell'idolatria andranno tutti in paradiso)

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Anonimo
    1 decennio fa

    "nei peccati come la masturbazione e il sesso preconiugale ritenuti atti impuri ci sono molte attenuanti che riducono la colpevolezza al minimo"

    ma è tratto dalla bibbia o dal codice PENale??

    ----------------------------------------------

    "Perché la Chiesa Cattolica è accusata di essere razzista, chiusa, fanatica, mangia soldi e quant'altro?"

    ok, ora dimostralo!!

    Fonte/i: comunque pensa che ho fatto 10anni il chierichetto........ ;-)
  • 1 decennio fa

    Hai ragione. Io sono ateo, ma con cognizione di causa. Prima di decidere ho approfondito molto la Bibbia, ed è proprio al Dio della Bibbia che non credo, questo stupido baubau per allocchi che è alla base di tutte e tre le grandi religioni monoteiste e dei loro fanatismi e guerre sante.

  • Anonimo
    1 decennio fa

    Rispondo alle accuse al protestantesimo:

    1) non tutte le correnti protestanti consentono di risposarsi, il luteranesimo lo consente in effetti, ma il luteranesimo non è il protestantesimo nel suo insieme

    2) Il fatto che ci si salvi per sola fede è anch'esso un concetto che varia molto da confessione a confessione e che comunque implica che si compiano opere buone, perchè chi ha fede compie necessariamente opere buone

    3) IL FATTO CHE LA PENA DI MORTE SIA LECITA LO DICE LA CHIESA CATTOLICA, NON NOI: leggiti il catechismo della chiesa cattolica (io ho quello del 1997 è c'è scritto) che quando non si può usare altri mezzi è lecito ricorrere alla pena di morte

    4) il protestantesimo non sostiene che la grazia divina si traduca nel successo pratico, e nemmeno tutti i calvinisti sostengono una cosa simile, ma una parte minoritaria del moderno calvinismo

    Fonte/i: Dal catechismo della Chiesa Cattolica 1997, non variato e ancora riconosciuto " L'insegnamento tradizionale della Chiesa non esclude, supposto il pieno accertamento dell'identità e della responsabilità del colpevole, il ricorso alla pena di morte, quando questa fosse l'unica via praticabile per difendere efficacemente dall'aggressore ingiusto la vita di esseri umani. "
  • Anonimo
    1 decennio fa

    Personalmente non riusciro' mai ad accettare le parole del catechismo cattolico sulla pena di morte! Come puo' un cristiano accettarla? (Con tutto il rispetto per gli altri, trovo che le chiese riformate storiche (valdese, luterana, metodista, ecc), siano molto piu' avanti della chiesa cattolica nell'analisi sociologica, criminologica, antropologica)

    La pena di morte e' ANTICRISTIANA! Il messaggio del cristianesimo e': SCEGLI LA VITA, SEMPRE! L'aborto puo' essere evitato con la contraccezione, e la criminalita' puo' essere ridotta con l'educazione e la cultura.

    RIPORTO LE PAROLE DI UN AUTENTICO CRISTIANO, Dovstoevskij, che nel romanzo l'Idiota, fa dire al protagonista:

    "il dolore principale, il più forte, non è già quello delle ferite; è invece la certezza, che fra un'ora, poi fra dieci minuti, poi fra mezzo minuto, poi ora, subito, l'anima si staccherà dal corpo, e che tu, uomo, cesserai irrevocabilmente di essere un uomo. Questa certezza è spaventosa. Tu metti la testa sotto la mannaia, senti strisciare il ferro, e quel quarto di secondo è più atroce di qualunque agonia. Questa non è una mia fantasia: moltissimi ci sono che pensano come me. E ve ne dico anche un'altra. Uccidere chi ha ucciso è, secondo me, un castigo non proporzionato al delitto. L'assassinio legale è assai più spaventoso di quello perpetrato da un brigante. La vittima del brigante è assalita di notte, in un bosco, con questa o quell'arma; e sempre spera, fino all'ultimo, di potersi salvare. Si son dati casi, in cui l'assalito, anche con la gola tagliata, è riuscito a fuggire, ovvero, supplicando, ha ottenuto grazia dai suoi assalitori. Ma con la legalità, quest'ultima speranza, che attenua lo spavento della morte, ve la tolgono con una certezza matematica, spietata [...] Chi ha mai detto che la natura umana può sopportare un tal colpo senza perdere la ragione? A che dunque questa pena mostruosa e inutile? Un solo uomo potrebbe chiarire il punto; un uomo cui abbiamo letto la sentenza di morte, e poi detto:"Va', ti è fatta la grazia!". Di un tal strazio anche Cristo ha parlato… No, no, è inumana la pena, è selvaggia e non può né deve essere lecito applicarla all'uomo.

  • 1 decennio fa

    Temo che la mia risposta, potrebbe non piacerti... mi limito quindi, con una battuta un po' ironica:

    Ho smesso di essere cattolica, da quando ho scoperto che Scilvio, è l'Unto del Signore! ;-))

  • Anonimo
    1 decennio fa

    semplicemente perché predica una cosa e ne pratica un'altra.

    Ti basti pensare al discorso del Papa di due o tre giorni fa, che si è pronunciato contro

    1) potere

    2) denaro

    3) sapere

    tutte cose che il Papa detiene in abbondanza dal momento che è

    1) capo della Chiesa e vicario di Cristo in Terra, nonché portavoce di Dio e interprete della Bibbia, nonché dotato di Infallibilità Papale

    2) custode del denaro che la Chiesa (di cui è capo) amministra, essendo egli l'unico a NON pronunciare dono di povertà

    3) depositario della Verità Rivelata attraverso il libro che tutti conosciamo, e che fornisce ogni risposta plausibile immaginabile.

    Diciamo che se la chiesa mantenesse un profilo più basso, adeguato al messaggio che intende trasmettere, sarebbe più apprezzata.

    Consideriamo pure in secondo piano i 600 milioni di dollari spesi dalla Chiesa per tacitare le vittime di abusi sessuali da parte dei prelati in America, le decine di migliaia di bambini nati con l'Aids a causa della politica anti-preservativo posta in essere dalla Chiesa, l'esortazione della Chiesa ai cattolici a "non farsi scrupolo a chiedere denaro", il divieto dell'aborto e la negazione dell'eutanasia perché "la vita è sacra",

    se consideri secondarie le discriminazioni sessiste per cui una donna o un omosessuale non possono prendere i voti, se consideri che l'omosessualità è ritenuta malattia, che io "brucerò all'inferno" perché non credo, ma totò riina che girava con il vangelo sarà salvato...

    insomma, capisci da te che molti di coloro che credono in Dio cominciano a perdere fiducia nel suo messaggero. Chi invece non crede in Dio ci sguazza come un salmone nelle rapide.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.