promotion image of download ymail app
Promoted

Da cosa nasce, secondo voi, il bisogno di scrivere?

Al di là dell'aspetto comunicativo, cosa spinge secondo voi una persona a scrivere, per esempio, un libro?

Il bisogno di esprimersi? La possibilità di dare sfogo alla propria creatività e fantasia? Il desiderio di fama/successo e che, in un certo senso, le proprie parole rimangano in eterno? ..Altro?

E sareste d'accordo con questo punto di vista?

http://www.youtube.com/watch?v=0qcND5FJKTI

Youtube thumbnail

Aggiornamento:

I pollici giù non sono i miei!

22 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    Per riuscire a sfogarsi, ad esternare i propri pensieri, per trasmettere qualcosa agli altri e per liberarsi la mente dai mille pensieri che ogni giorno vagano dentro il nostro cervello.

    Forse scriviamo anche perchè abbiamo paura del mondo reale e ci proiettiamo creando con le nostre frasi un mondo nostro.

    Forse scrivere è più profondo del leggere,

    quando leggiamo ci rifugiamo in mondi e storie che non ci appartengono, scopriamo, esploriamo...

    Invece quando siamo noi stessi a scrivere, creiamo la nostra casa,

    una parte di noi che diventa arte, un pezzo di ciò che pensiamo

    e che vorremmo.

    A volte scriviamo per svago, ma una cosa che ho notato è stata questa: ogni volta che rileggo i miei lavori voglio modificare, migliorarmi sempre di più, vorrei che ciò che scrivo sia perfetto, vorrei trasmettere qualcosa. Per esempio la prima stesura su carta è in un modo, la seconda è completamente diversa, quando vado al computer per ricopiare i miei lavori cambio per l'ennesima volta molti dettagli, e prima di salvare modifico di nuovo. A distanza di un giorno, un mese o un anno rileggendo il mio lavoro trovo tutto molto banale, e ricomincio da capo. Il mistero è: come possono gli altri accettare quello che scriviamo se anche noi a volte lo troviamo banale?

    Forse scrivendo si dovrebbe avere più fiducia in se stessi, perchè dobbiamo renderci conto che è meglio rispettare il proprio stile, che non tutti apprezzeranno il nostro lavoro, ma che noi almeno ci abbiamo provato, abbiamo esternato una parte di noi, e dobbiamo rispettarla. Scusa se sto divagando ma in qualche modo penso che anche questo possa essere collegato alla tua domanda.

    Scrivere aiuta a capire noi stessi.

    Mentre scriviamo ammettiamo cose che non diremmo mai,

    tutto sembra più semplice, e rileggendo diventa più chiaro,

    è come se la mano sia guidata da una specie di forza interiore,

    la nostra anima che si esprime in questo momento.

    Per molti dipingere esterna l'anima, per me invece scrivere.

    Ciao

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Lino41
    Lv 6
    1 decennio fa

    Penso che si incominci a scrivere in un primo tempo per parlare di se stessi agli altri. In seguito accade spesso che lo scrittore si accorga di non essere solo al mondo o meglio di non essere il solo a soffrire o in genere a provare sentimenti e emozioni. Egli è soggetto a evoluzione, a maturazione se vogliamo. I suoi scritti passano così dall'autobiografica espressione del suo mondo interiore alla creazione vera e propria. Per quanto riguarda la fama e il guadagno mi sembra di sapere che nessuno in Italia, a parte Eco, si sia arricchito per avere scritto dei libri.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    1 decennio fa

    Parlo personalmente.

    Si creano nella testa delle fantasie, delle immagini, delle storie, avventure, cose di questo genere. Tutto in quel pentolone fantastico chiamato cervello.

    Io personalmente scrivevo (tempo fa, ora chi ha il tempo?) consapevole che un giorno, da vecchio rugoso, avrei preso i miei scritti dalla mia biblioteca del salotto, tutto soddisfatto.

    Sono ricordi, che potrebbero essere dimenticati col tempo: scripta manent.

    Scrivevo di tutto.

    Il mio capolavoro incompleto rimane la Divina Commedia Contemporanea (in prosa): mi son fermato all'Inferno (tra l'altro, è rimasto incompleto), poi mi son res conto che era un lavoro più grande di me. Forse un giorno, più avanti, mi ci rimetto sotto.

    Rielaboravo i capolavori di un tempo, oppure inventavo storie mie basandomi su personaggi veri.

    Mi soddisfo ogni volta che penso alla mia personale biografia su John Lennon (forse te ne raccontai un accenno, tempo fa, non ricordo).

    Sono anche scemenze, ma denotano una grande, grandissima potenza intellettiva, a mio parere.

    E le scrivo per ricordarmi che le ho fatte.

    (scrivevo: i verbi mettili tutti al passato)

    (precisazione: ho sempre solo scritto, ma non ho mai pubblicato nulla. Non credo nemmeno che qualcuno possa rimanere interessato :-)

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 1 decennio fa

    Domanda difficile...

    Commentando il video... io ho smesso di scrivere testi e musiche da 4 anni. Eppure si, penso di essere un genio, o meglio credo di aver scritto molto meglio di molto che si sente *evviva l' arroganza*.

    Il risvolto personale lo discutevo ancora giorni fa con un amico... Per lui si scrive senza necessità che ciò che è scritto abbia senso.

    Io la penso in modo opposto. Scrivo per dire qualcosa che mi appartiene, o per raccontare qualcosa che ho visto o vissuto. A volte puoi scrivere solo per rileggerti e non dimenticare, ma lo fai per ricordare una parte di te...

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Anonimo
    1 decennio fa

    al desiderio di lasciare agli altri quello che ha nel cuore. Di comunicare delle sensazioni che rimangano impresse sui fogli.Di far sì che i suoi più reconditi pensieri vengano letti e rimangano nella memoria di chi li apprezza.Ho scritto un libro sulla mia vita africana (gli ultimi anni) di lotte e di sacrifici, di fame e di morte, ma anche di tanto amore, una vita vissuta per chi aveva bisogno di amore. Ho lasciato detto ai miei figli di pubblicarlo solo quando non ci sarò più.Ecco, i miei pensieri

    le mie sensazioni, i miei ricordi, le mie gioie, il mio amore sono tutti in quelle pagine. Sono belle perchè raccontano una realtà fatta anche di gioia di vivere e di generosità. Questo è un buon motivo per scrivere, trasmettere amore. Ciao cara.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 1 decennio fa

    Espressione.

    Spingere fuor di sè la propria anima.

    Metterla su un foglio.

    Osservarla.

    Rigirarla tra le dita.

    Esistere

    Essere fuor di sè

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 1 decennio fa

    da un bisogno innato che l uomo ha sempre avuto nell anima:dar libero sfogo alle proprie emozioni...la scrittura è catartica,liberatoria!almeno quando è disinteressata:)altro motivo importante secondo me è il bisogno di eternità,la paura di essere dimenticato...che altro può eternare piu della parola scritta?

    mi disp ma il mio comp è lentissimo e non ho potuto vedere il video!

    baci!

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    1 decennio fa

    credo che oggi giorno in molti,troppi,cerchino modo di far soldi..

    però i veri scrittori,quelli che lo fanno in primis per loro stessi,credo abbiano necessità di mettere nero su bianco la propria mente..

    credo ch eper un motivo o per l'altro abbiamo un plus che vuole venir fuori

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 1 decennio fa

    da un bisogno di esprimere qualcosa che a voce nn riesce ad uscire mentre cn le parole scritte esce perfettamente! nn tt sanno esprimere verbalmente sentimenti ed emozioni, cn la scrittura nn si è giudicati se nn dopo aver finito l'opera, verbalmente si è attaccati e criticati continuamente!

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    1 decennio fa

    quando una non ha da fare niente gli viene in mente l'ultima possibilità... l'ultima briciola... quando sei alla playstation e decidi ora perdo...e alla fine perdi pensi ora inizio a scrivere un po....o se no semplicemente se ami la scrittura ogni giorno ti scrivi quello k è succeso oggi nella tua giornata

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.