promotion image of download ymail app
Promoted
ceci ha chiesto in Mangiare e bereCucina e ricette · 1 decennio fa

come si prepara la gelatina da mettere sulle crostate ?non quella che si compra ...?

al supermercato in polvere , o la colla di pesce in fogli .Io vorrei sapere come si prepara partendo dagli ingredienti base ,senza comprare quella del supermercato.....

grazie mille

4 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    1 decennio fa
    Risposta preferita

    Per fare la gelatina occorre la pectina....

    La pectina.

    Non tutta la frutta contiene pectina (che è il gelificante naturale...) o, se la contiene, le percentuali sono diverse:

    mele, more, ribes rosso, uva spina, limoni, arance, prugne acerbe, è frutta ricca di pectina e notevolmente acida;

    prugne mature e ciliege dolci sono ricche di pectina, ma poco acide;

    fragole, uva, albicocche, amarene, è frutta povera di pectina, anche se discretamente acida;

    lamponi, pesche, fichi, pere e, in genere, tutta la frutta matura è povera di pectina e non acida.

    L’integratore di pectina è la mela acerba (bucce e torsoli in primo luogo), il correttore di acidità è il limone (tutto).

    Preparazione: fate cuocere a fuoco basso e con poca acqua, per 30-40 minuti, in una pentola separata, quel che vi serve (mele e/o limoni a seconda della frutta). Fate raffreddare e passate al colino a maglia fitta. Si ottiene una purea molto molle che è un concentrato della sostanza desiderata e che va aggiunta al succo di frutta e allo zucchero prima della cottura finale.

    La gelatina.

    Ora pesate il succo ottenuto e, in relazione alla frutta impiegata, al vostro gusto ed alle necessità di conservazione nel tempo, pesate da 400 a 700 gr di zucchero per chilo di succo. La frutta matura richiede meno zucchero; quella acerba o fortemente acida ne richiede di più.

    Unite in una pentola il succo, lo zucchero e la purea che contiene pectina e/o acidi e, dopo aver mescolato a freddo per amalgamare, fate andare a fuoco moderato fino a quando non raggiungerà il punto di gelificazione (108° C - l'ideale sarebbe controllare il processo con un termometro, comunque circa 12-15 minuti dopo il bollore). Togliete la pentola dal fuoco, fermate la cottura immergendone il fondo in acqua fredda e poi, con cura, invasate.

    Oppure puoi fare una gelatina di frutta tipo quella al mandarino o all'arancio...

    Gelatina di mandarini

    Ingredienti:

    2 kg di mandarini

    1 kg di zucchero

    250 dl di acqua

    Spremere i mandarini per ottenere un litro di succo. Versare l'acqua in una pentola, aggiungere lo zucchero, mescolare bene e far bollire fino a raggiungere un leggero imbrunimento. Levare dal fuoco, aggiungere il succo dei mandarini e portare di nuovo a ebollizione per breve tempo mescolando in continuazione. Filtrare il tutto lasciando raffreddare, mettere nei barattoli quando è ancora tiepido.

    Per quella all'arancio... stesse dosi di quella al mandarino...

    oppure

    Perrò secondo me farla in casa dal nulla secondo me diverta una cosa complicata perciò..

    In alternativa potresti usare quella in polvere, si scioglie in acqua e si forma la gelatina da stendere sulla torta, infine si mette in frigo a rassodare. Io uso Tortagel della Paneangeli oppure Tortagel Cameo, funziona alla grande su tutta la frutta ed è trasparente

    Ho trovato anche questo se ti può interessare

    La preparazione della gelatina di frutta

    Confetture, marmellate, gelatine... tre modi per un unico risultato: conservare la frutta per le stagioni in cui non è disponibile il prodotto fresco. Delle tre la gelatina è il prodotto più raffinato; bello nell'aspetto, scintillante nel sapore. Prima di spiegare come fare, alcuni appunti.

    La gelatina si può fare con qualsiasi frutto; il concetto base è quello di ricavarne il succo e cuocerlo con una adeguata quantità di zucchero. C'è però un problema: non tutta la frutta contiene pectina (che è il gelificante naturale...) o, se la contiene, le percentuali sono diverse.

    Questo elenco aiuta a capire.

    - mele, more, ribes rosso, uva spina, limoni, arance, prugne acerbe, è frutta ricca di pectina e notevolmente acida;

    - prugne mature e ciliege dolci sono ricche di pectina, ma poco acide;

    - fragole, uva, albicocche, amarene, è frutta povera di pectina, anche se discretamente acida;

    - lamponi, pesche, fichi, pere e, in genere, tutta la frutta matura è povera di pectina e non acida.

    L’integratore di pectina è la mela acerba (bucce e torsoli in primo luogo); il correttore di acidità è il limone (tutto).

    Io uso questo sistema: faccio cuocere a fuoco basso e con poca acqua, per 30-40 minuti, in una pentola separata, quel che mi serve (mele e/o limoni); faccio raffreddare e passo al colino a maglia fitta. Ottengo una purea molto molle che è un concentrato della sostanza che mi serve; lo aggiungo al succo di frutta e allo zucchero prima della cottura finale.

    E per ottenere il succo-base?

    La frutta, ben lavata e tagliata a pezzi con tutta la sua buccia, va messa in pentola e coperta a filo con acqua. Va cotta fin quando la sua consistenza diventa molto morbida (le fragole cuoceranno meno, pere e pesche sensibilmente di più; dipende comunque dal grado di maturazione). Ancora calda versatela in una tela bianca e pulitissima (che userete solo per questo, avendo poi cura di lavarla senza detersivi) che avrete poggiato su una ampia scodella. Raccogliete i quattro lembi, legateli e sospendete la ma

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    1 decennio fa

    se è solo per lucidare o per proteggere la frutta fresca basta usare una gelatina di frutta liquida.

    fare la gelatina è come fare la marnellata ma con il succo filtrato della frutta.

    a questo punto puoi produrtela,oppure la comperi già fatta e la diluisci con un po' di acqua calda

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 1 decennio fa

    Uhm...se non sbaglio si prepara anche con acqua e zucchero,mescolando a fuoco lento e versando sulla crostata così che si raffreddi...è un metodo molto casalingo,ma la cosa migliore è prendere quella della cameo,perchè i preparati contengono sostanze particolari che addensano meglio la gelatina...ciao

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    1 decennio fa

    La miglior gelatina per crostate è questa:

    GELATINA PER DOLCI

    ingredienti:

    gelatina

    1 bottiglietta di succo di mirtillo (beh se avete tempo e' meglio centrifugare quelli freschi)

    1 bottiglietta (quella del succo) di acqua

    1/2 lime

    rum (anche qui va a gusto...)

    2 fogli di colla di pesce frutti di bosco.

    PREPARAZIONE

    Scaldare leggermente il succo di mirtillo, con l'acqua, mezzo lime spremuto e il rhum, quando il tutto e' tiepido aggiungere altri due fogli di colla di pesce versare quindi la gelatina e far solidificare in frigo per alcune ore.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.