Anonimo
Anonimo ha chiesto in SaluteMalattie e disfunzioniCancro · 1 decennio fa

cosa c'è dietro questo attegiamento ostile dell'italia coi nostri bravi ricercatori scientifici?

UN ACCORDO SEGRETO CON GLI USA?

Deriso, scacciato, offeso, calunniato, screditato e umiliato in casa propria, Tullio Simoncini ha dovuto attraversare l’oceano per ricevere il meritato applauso dopo 20 anni di lotta a favore di un’ idea tanto semplice quanto rivoluzionaria: il cancro è un fungo.

Ospite d’onore alla 36ma Annual Cancer Convention – una kermesse di 4 giorni sulle cure alternative per il cancro, conclusasi ieri a Los Angeles – Tullio Simoncini ha presentato una serie di testimonianze precise e documentate che confermano la validità della sua teoria ad un pubblico composto sia di medici che di normali cittadini, venuti da ogni parte d’America per ascoltarlo.

Dopo aver capito che il muro di gomma creato attorno a lui in Italia era diventato imperforabile, Simoncini ha raccolto le sue forze ed ha deciso di affrontare il leone direttamente nella tana: l’America, patria di uno dei più grandi poteri in assoluto al mondo - le industrie farmaceutiche – ma anche terra aperta alle innovazioni di ogni tipo, nel nome del progresso e della competizione.

Simoncini ha iniziato con una serie di incontri e di conferenze minori, che lo hanno portato dal Texas alla Florida all’Oklahoma, mettendo in moto un sottile meccanismo di passaparola che si è immediatamente rivelato positivo: laddove in Italia raccoglieva cinismo, in America trovava entusiasmo. Dove in Italia raccoglieva derisione, in America trovava incoraggiamento. E dove in Italia raccoglieva offese, calunnie e umiliazioni, in America ha trovato il giusto riconoscimento al suo intenso lavoro, suggellato da una “standing ovation” finale, alla Convention di Los Angeles, che si vede molto raramente in convegni di questo tipo.

La strada di Simoncini in realtà è appena iniziata, e gli ostacoli a cui andrà incontro nei prossimi mesi saranno probabilmente mille volte più impegnativi di quelli incontrati fino ad oggi.

Ma ormai Simoncini ha dimostrato di essere sulla giusta strada, ha raccolto un numero sufficiente di testimonianze a suo favore, ed ha superato la soglia critica sotto la quale la sua teoria innovativa rischiava di restare sepolta per sempre nel buio dell’oscurantismo mediatico, che è il vero cancro della nostra società.

Da domani lo attendono nuove lotte e nuovi dibattiti, nuove calunnie e nuovi successi, nuove umiliazioni e nuove rivincite. Ma nel frattempo la voce si sparge, il numero dei pazienti che guariscono continua ad aumentare, ed alla fine saranno loro a fare giustizia anche per coloro che nel passato hanno dovuto soccombere alla malattia a causa della cecità, dell’ignoranza e dell’egoismo altrui.

Aggiornamento:

Tullio Simoncini, è un medico chirurgo romano, specializzato in oncologia e in diabetologia e malattie del ricambio, è anche dottore in filosofia. La sua nota distintiva caratteriale è l’insofferenza per la falsità e la menzogna. A livello scientifico ciò si traduce in una forte opposizione contro ogni tipo di conformismo intellettuale.

Se si considera il totale fallimento dell’oncologia ufficiale, si capisce la sua posizione estremamente critica nei confronti di un sistema planetario scientificamente morto e produttore di morti.

Aggiornamento 2:

è dal 1927 che si studia il tumore al seno e questo non è più tollerabile.

quello che volevo mettere in evidenza l'ha esposto altrettanto chiaramente della rovere quando parla di stati miopi o volutamente ciechi, e di capacità inespresse o inesprimibili, incapaci di mettere in evidenza il profeta in casa propria.

mi sarebbe piaciuto leggere tesi su un presunto accordo americano con i singoli diversi stati in questa azione apparentemente ingiustificabile se non fosse dovuto per via del potere delle lobby in america fortissime, e solidali fra loro.

14 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    Avevo sentito parlare di questo Dott.Simoncini, ero molto scettica, e mi ero informata... Dice che il cancro è in realtà causato dalla Candida Albicans e può essere curato con bicarbonato e con tinura di Iodio. L'idea appare alquanto bislacca dal momento che una singola iniezione di un antitumorale può arrivare a costare (udite, udite) miglialia di euro.

    In effetti, alcuni risultati sono stati ottenuti, ci sono stati casi ben documentati di guarigioni da carcinomi polmonari e melanomi - notoriamente refrattari alle comuni terapie.

    Il dott.Simoncini è stato chiamato in causa, in quanto alcuni pazienti, affetti da cancro all'ultimo stadio, con aspettativa di vita dell'ordine di alcuni mesi - pazienti in cui era considerato inutile proseguire con le cure - sono deceduti, dopo le cure del Dott.Simoncini...

    (notare che sarebbero deceduti comunque...).

    Il Dott. è stato anche chiamato alla trasmissione "mi manda rai3", alla quale non si è presentato in quanto l'invito gli è stato recapitato pochi giorni prima.

    Ora, alla luce dei fatti, un pò di scetticismo è dovuto. Ma la cosa vergognosa, è che i cosiddetti "esperti del campo" si sono sempre rifiutati di esaminare i risultati del lavoro del Dott.Simoncini. Se ci fosse anche solo la minima possibilità che la sua teoria fosse corretta, sarebbe più che doveroso fare sperimentazioni a riguardo. Questo non è succeso per 2 fattori,che a parer mio, non succederanno mai:

    - Fior fior di oncologi plurispecializzati che ammettono che potrebbe bastare una cosa così semplice ed economica come il bicarbonato per sconfiggere il cancro... dimostrando così di non aver capito nulla sui meccanismi della cancerogenesi.

    - Casa farmaceutiche che perdono gran parte del loro fatturato derivante da farmaci antitumorali (e sono davvero tanti soldi)!

    Ora tu dici che negli USA ha subito un trattamento diverso... aspettiamo. Semmai la sua cura si dovesse dimostrare un minimo efficace, le grandi case farmaceutiche lo demoliranno in men che non si dica. Purtroppo il cancro, prima di essere una piaga per l'umanità, è un business!

    __

    2 parole per chi non crede nella "medicina alternativa".

    I più efficaci farmaci antitumorali in uso (vincristina, vinblastina e taxolo) sono direttamente estratti dalle piante (pervinca del madagascar e Tasso - Taxus bacata). Stesso discorso per quanto riguarda la maggiorparte dei normali farmaci, a partire dall'acido acetil salicilico dell'aspirina (corteccia di salice), ai glicosidi cardioattivi della Digitale (Digossina - Lanoxin)... La fitoterapia altro non usa che principi contenuti nelle piante, quindi è sbagliato considerare ciò che è "naturale" come non pericoloso, ma anche come "non efficace".

    Il cancro è una malattia multifattoriale e dai meccanismi non del tutto chiari. Non ci si può permettere di escludere a priori un cura, solo perchè ci sembra troppo scontata!

  • 1 decennio fa

    La politica italiana è contro la ricerca...il nostro presidente ha detto chiaramente ai neolaureati di andare all'estero a specializzarsi...complimenti invogliamo la fuga dei cervelli

  • 1 decennio fa

    non è una novità: con le voragini nel bilancio che ha l'italia e il debito pubblico in crescita non ci sono soldi per la ricerca... il comparto sanità risucchia buona parte delle risorse economiche: è il costo da pagare per consentire l'assistenza sanitaria gratuita a tutti, italiani e stranieri, ricchi e poveri, regolari o irregolari, lavoratori e fannulloni... certo se i nostri politici rinunciassero a stipendi esagerati, a pensioni milionarie ma pensassero all'interesse comune le cose potrebbero cambiare

    poi ci si mettono gli italiani: prova a spiegare alla gente che bisogna ridurre i posti letto in ospedale, il personale e magari chiudere qualche struttura per poter avere fondi per la ricerca...

    per quanto riguarda simoncini: personalmente sono molto scettica, sia per il suo metodo di lavoro sia sulle basi scientifiche da cui è tratto il suo lavoro. ogni tanto sbuca qualcuno con una cura miracolosa per il cancro con cosidette basi scientifiche e prove inconfutabili. prima di tutto: finora non si sono viste persone che guariscono o che hanno una regressione almeno parziale del tumore con la cura simoncini.

    secondo: basta guardanre un qualsiasi sito medico (uno su tutti www.pubmed.org, sito utilizzato da tutto il personale medico per la ricerca) per vedere quante idee strampalate senza basi scientifiche si possono trovare nel mucchio. basta spulciare l'artivolo per vedere che in fondo queste teorie non hanno basi solide, che gli studi sono approssimativi, i soggetti dell'esperimento troppo pochi per essere significativi... come si può sostenere che il tumore (in tutte le sue forme, che sono centinaia) sia generato da una semplice infezione... volete dirmi che chiunque si prende la candida potenzialmente ha il cancro? che si ammalerà? per come è sviluppata questa infezione l'umanità è spacciata, altro che HIV e epatite C... seguendo questo filo logico chi si cura per candidosi non dovrebbe ammalarsi, ma lo sappiamo tutti che non è così

    nel mio lavoro ho visto troppa gente partire per "viaggi della speranza" nella speranza di nuove cure miracolose, interrompendo le cure tradizionali, per poi tornare a mani vuote, magari straziati da terapie inutili. non vorrei che si creassero false speranze... ricordiamoci Di Bella

    Fonte/i: un'infermiera disincantata
  • Questo è uno dei tanti motivi per i quali consiglio ad ogni persona che mi capita a tiro che se vuole guadagnare o deve fare l'idraulico o andarsene all'estero.

    per ora ho sempre avuto ragione io e mi ringraziano sempre per i miei consigli.

    laureati andatevene dall'Italia!

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 1 decennio fa

    Porto avanti la mia teoria, ormai è da tanto che affermo che le malattie è meglio che rimangano perchè producono un certo business.

    Sconfiggere il cancro, come altre patologie più o meno gravi, non porta vantaggio.

    Anzi azzardo a dire che fare uso anche delle più comuni medicine, nel tempo favoriscono lo sviluppo di malattie.

    Siccome siamo in Italia, le cose tendono a nascondercele, quindi se qualcuno "fa guarire" sul serio, lo fanno fuori in tutti i modi.

    Conosco personalmente un medico qui in Italia che è in grado di curare una malattia definita da tutti gli altri "impossibile o comunque difficile", solo che lui si avvale della medicina indiana, (di gran lunga superiore e salutare rispetto alla nostra tradizionale), per cui più di tanto oggi, in questo Paese, non può espandersi sennò lo fanno fuori (nel vero senso della parola), allora rimane nel suo piccolo con il gioco del passa parola.

    Ciao

  • Anonimo
    1 decennio fa

    Non e' una questione relativa a un certo paese, ma pare che succeda il medesimo anche ad altri. Per esempio il famoso medico - ricercatore Greco Papanicolaou, che invento' il test Pap, non ha avuto mai nella Grecia il suo riconoscimento.

    E per andare oltre, il direttore Mitropoulos sarebbe rimasto completamente ignoto se non fosse trapiantato negli Stati Uniti, mentre il mondo intero non avrebbe mai sentito la voce della Divina Callas, se lei non avrebbe deciso di lasciare il teatro lirico di quarta categoria di Atene per ricominciare una nuova carriera in quello paese che sa bene come approfittarsi del talento e delle capacita' dei Mediterranei (e non solo) scacciati via dai loro paesi miopici.

  • Liana
    Lv 7
    1 decennio fa

    La fuga di cervelli è una piaga che non si riuscirà a sanare finchè tutte le menti più brillanti saranno trascurate, sottopagate, disincentivate, ostacolate e spinte in tutti i modi ad imboccare i 'ponti d'oro' che vengono costruiti per loro affinchè si rechino all'estero con fortissimi incentivi economici e di riconoscimenti morali, sostenendo i loro studi, le specializzazione, le ricerche ed in generale le attività innovative e di punta.

    Disinteresse, oscurantismo, visione estremamene limitata della gestione del Sistema Italia, senza alcuna strategia a lungo termine....fallimento!!!

  • .....
    Lv 7
    1 decennio fa

    ci ho pensato anch'io. Non credo che ci sia un Paese più ottuso e bigotto dell'Italia, chiuso alle innovazioni e con un atteggiamento così ostile alla ricerca scientifica.

    E' normale che gli scienziati e i ricercatori si spostino negli USA, paese più favorevole alla ricerca, che consente perlomeno il reddito necessario per continuare le ricerche.

    In Italia la ricerca scientifica è il primo settore a subire dei tagli, quando qualcosa non va. Se c'è un esperimento innovativo, subito la chiesa si pronuncia contro... insomma, può darsi pure che ci sia un accorodo economico tra Italia e USA per farci scippare i nostri migliori geni e le scoperte, la fama e i soldi che porterebbero scoperte e innovazioni ma per me, in definitiva, è semplicemente questione di ignoranza e stupidità.

  • Anonimo
    1 decennio fa

    Non so chi sia questo signor Simoncini, ma visto che si parla di "Cure alternative per il cancro" ti confesserò che se mai mi dovesse toccare sceglierò quelle tradizionali...In generale non credo alle medicine alternative, e soprattutto non mi affiderei a terapie alternative per malattie così gravi.

  • Anonimo
    4 anni fa

    Per curare rapidamente la candida consiglio di consultare questo sito http://EliminareLaCandida.netint.info/?9qi3

    Le infezioni vaginali da candida sono molto comuni tra le adolescenti e le donne adulte: il 75% circa delle donne prima o poi nella vita sarà colpita dalla candidosi.

  • 4 anni fa

    Si, Travaglio e' una grande character, peccato che in Italia si apprezzano solo quelli piccoli piccoli! E' vergognoso, dovrebbe essere un motivo di ORGOGLIO, nessuno ne ha parlato!

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.