perché i privatisti sono svantaggiati agli esami in conservatorio? ?

ciao ragazzi, dopo alcuni esami compiuti da privatista, mi chiedo: perché i privatisti sono penalizzati anche se con buona o ottima preparazione?

a quanti di voi è capitato di compiere esami da privatista ed essere penalizzati?

a me parlano sempre tutti male del conservatorio per tanti motivi: 1 perché gli insegnanti non seguono gli alunni, 2 durante gli esami, ai privatisti raramente permettono di superare l'esame, raramente non hanno nulla da contestare, e se li promuovono lo fanno con voti bassissimi.

negli ultimi giorni mi è capitato con il canto. eravamo 4candidate per il compimento inferiore, io unica privatista.

un prof mi ha contestato il vocalizzo dicendo che avevo sbagliato e una della commissione gli ha risposto che non era vero

un'altra prof mi ha contestato il solfeggio perchè secondo lei nn rientrava nel programma mentre il suo vicino le ha fatto notare che il mio solfeggio rientrava nel programma facendoglielo leggere.

ma perché non sono obiettivi nelle valutazioni' ? le allieve interne non erano molto brave,. io ho dato il massimo ed ero soddisfatta di come avevo condotto l'esame e non mi ero nemmeno lasciata distrarre dalle loro contestazioni.

la mia insegnante di canto era presente. anche gli altri presenti hanno visto che il mio era un buon esame. e loro che hanno fatto? mi hanno promosso con poco più della sufficienza. mentre le loro allieve hanno preso voti tra9e 7e mezzo.

cosa vogliono dimostrare in questa maniera? che le loro allieve sono migliori delle provatiste? io non voglio esagerare ma ero al loro stesso livello, e secondo alcuni anche più alto, visto che neanche i voccalizzi sapevano fare alcune.

roba da matti. volevo rifiutare il voto perché mi sembrava 1presa in giro,promuovermi con la sufficienza! poi ho pensato a mente lucida che tra meno di1mese ho l'esame di ammissione al 4anno in1altro conservatorio quindi li potrò dimostrare la fasullità di questo voto che mi hanno affibbiato!

scusate lo sfogo, cmq le domande che ho posto all'inizio sono sempre valide..

Aggiornamento:

si lo so. ma il fatto è che la qualità del suono delle ragazze interne era inferiore rispetto alla mia.e io in quella mezz'ora ho ftto1bell'esame e ho dimostrato tutto ho dato il massimo. le allieve interne hanno dimostrato scarsa tecnica eppure sono li da3anni , io invece sono arrivata al mio livello nel giro di 1anno e nessuno ci crede. il fatto è che non si sono limitati ad un 7 ma ancora meno! sti str**. cmq leggi qui: Ovviamente la commissione non ha quell'occhio di riguardo che ha per i propri allievi, e se è vero che gli esami da privatista risultano quindi più difficili, dall'altro lato sembrano essere una garanzia di preparazione, un po' per questo motivo un po' perché spesso i bravi insegnanti non insegnano al conservatorio.

tratto da: http://www.ciao.it/Diploma_in_canto__Opinione_4072...

Aggiornamento 2:

x angie: io il solfeggio l ho fatto per alcuni anni per bene e lo so fare bene! era il mio forte!infatti all'esame ho avuto 9! quindi, nn vuold ire che chi studia fuori conservatorio non si sia fatto il mazzo.

mentre a cibiribi dico: io da quando studio con questa mia insegnante ho fatto tantissimi progressi. e non me ne esco cosi a dire di essere preparata. io sono sempre stata molto autocritica ma all'esame ho dimostrato quanto valevo e non scherzo quando dico che le altre ragazze itnerne non erano preparatissime. bastava sentire i vocalizzi. anche la mia insegnante si aspettava molto di più da quelle ragazze. lei hja anche ascoltato il diploma di1ragazza linterna al conservatorio lo stesso giorno e ha detto che nn era una buona preparazione.

4 risposte

Classificazione
  • angie
    Lv 4
    1 decennio fa
    Risposta preferita

    Premettendo che io studio al conservatorio e non ne parlo male anzi, purtroppo devo dire che di situazioni come le tue ne ho sentite tante.

    Dai privatisti esigono molto di più, è vero. Poi devi tenere conto delle varie "faide" tra gli insegnanti. Etc etc..

    Ma la cosa più importante credo sia che non ti conoscono, se sei privatista. Nel senso, sugli esami di passaggio conta anche come hai lavorato durante l'anno, quanto hai fatto, studiato, etc.

    Non avendoti mai visto, ti valutano sulla giornata.

    Certo.. il comportamento che hai descritto è stato molto scorretto, quello di cercare di darti errori che non avevi fatto.

    Nella loro testolina tu sei una delle tante che (nel loro immaginario, ovviamente! Sono sicura che non sia così..) va a fare l'esame senza essersi fatte la fatica di un normale studente in conservatorio (solfeggio, coro, piuttosto che storia, armonia etc)

    Putroppo, di insegnanti così ce ne sono tanti..

    è uno schifo trattare così i provatisti. Il conservatorio non è scuola dell'obbligo!!

    è una scelta che però non è la migliore per tutti..

    In ogni modo, un c*** alla balena per l'ammissione nell'altro conservatorio!!

    ______

    Io lo so che non è così! Ci mancherebbe..!

    Sono i professori che non lo sanno.. o perlomeno, fanno finta di non saperlo...

  • 1 decennio fa

    beh.. in realtà dovrebbero essere pià obiettivi è vero, ma non sai quanti partono col dente avvelenato pensando che il privatista sia uno che ha studiato 3 mesi e va li a provarlo tanto per.

    inoltre è chiaro che se all'interno è magari perdonata qualche cavolata fatta dall'emozione, al privatista no per il fatto che nessuno lo conosce e non sanno come suona (o canta) in realtà, quanto ha studiato e cosa sa fare. deve dimostrare tutto in quei pochi minuti e quindi...ovvio che il professore che conosce il proprio allievo, e sa che questo è un allievo da 9, nonostante magari all'esmae faccia qualche cazzatina gli dà comunque 8.50, se la stessa esecuzione la fa il privatista magari se ne va con un 7. eh vabe...

    --------

    lungi da me mettere in dubbio la tua preparazione, ma magari, dico magari, in un anno di studio tu non hai ancora gli strumenti necessari per valutare alcune cose che magari le altre avevano e tu no. il tempo conta, fa maturare le cose, è sempre imprescindibile purtroppo. quindi voglio dire...hai dato un quinto dopo un anno di studio e hai preso 6 e qualcosa.. a me sembra un grande risultato in realtà..e ripeto magari studiando da cosi poco ti mancano certe cose che solo il tempo può dare. non può essere? dopotutto io là non c'ero non so, sono solo ipotesi.

    sul fatto che ai privatisti è SMEPRE richiesta una preparazione maggiore, sono d'accordo e anche sul fatto che spesso i maestri bravi sono fuori dal cons.

    forza e coraggio, studia e dai un bel compimento medio! nonostante le difficoltà:D

    -

    ah non era il "quinto" era il "terzo" ma che è? boh mai capito come funziona il percorsodei cantanti, vabè il succo di quel che ho detto è uguale

  • Anonimo
    1 decennio fa

    si è vero! io studio da privatista e l'ultima volta che sono andata a fare un esame in conservatorio ci sono andata anche con altri miei compagni di pianoforte e eravamo in 6 e siamo passate solo io (con 7.10) e una mia amica (con 6.50). Laciamo stare poi il fatto che ti guardano come se fossi un rifiuto uscito dai secchioni urbani

  • 1 decennio fa

    non tutti i conservatori sono uguali...non generalizziamo

    io ho fatto un solo esame da privatista....quello di ammissione e sn entrata al primo posto....gli insegnanti ti seguono eccome....forse anche troppo....poi è normale stare un pò più di parte per i propri allevi...ti conoscono e sanno se sbagli qualcosa per emozione o perchè nn la sai fare....se sei preparato e all'esame l'emozione ti porta un pò fuori strada loro nn possono metterti un 6 ad esempio.....invece il privatista è uno sconosciuto per loro e valutano quello e soltanto quello che vedono al momento....nn gli importa se hai sbagliato per emozione perchè è la prima volta che ti sentono......

    ma nn tutti fanno queste carognate cmq agli esami....almeno a me nn è mai successo.....l'ambiente del conservatorio è meraviglioso e nn potrei farne a meno.....e nn sempre promuovono cn voti bassissimi.....ma semplicemente a volte ci sono diversi metodi di giudizio......

    almeno io la penso così....nn sono da buttare e poi i bravi insegnanti ci stanno eccome al conservatorio...io per 4 anni ho avuto un insegnante che era fantastico....suonava e insegnava in modo sublime.....e ci sn anche quelli di alto livello.....

    tutto gioca sulla preparazione e sul conservatorio....che è sempre diverso da un altro....

    ma nn pensare che queste malefatte nn le fanno anche cn gli interni....se può consolarti alcuni maestri sn proprio *******.....fannno preferenze e raccomandazioni....e vabè si sa....e anche tra interni spesso e volentieri alunni che meritano prendono voti più bassi rispetto ad altri che ne sapevano di meno...

    cmq sia buonissima fortuna per tutto =) =)

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.