Anonimo
Anonimo ha chiesto in Affari e finanzaLavoro e carrieraLavoro e carriera - Altro · 1 decennio fa

Da dipendente ad agente di commercio...?

Attualmente sono assunto presso una srl come impiegato e percepisco uno stipendio mensile pari a 1250 euro (13 mensilità).

Mi hanno sufferito delle persone esterne di fare un corso presso la camera di commercio per ottenere un "REC" di modo da poter esercitare l'attività sopra citata nel campo "vendita autovetture"...aldilà del posto di lavoro eventuale più o meno assicurato,secondo voi quali sono i pro ed i contro nel fare tale passaggio?nell'aprire invece una partita iva?come funziona il tutto?Secondo voi farei bene o meno?!?

Aggiornamento:

in pratica da qll ke mi dici,escludendo malattia e contributi,per andare in pari con l'attuale stipendio dovrei fatturare all'incirca 30.000euro l'anno???!?

1 risposta

Classificazione
  • Selex
    Lv 4
    1 decennio fa
    Risposta preferita

    Fare il venditore non è semplice...ma hai mai provato?

    Perché bisogna innanzi tutto essere portati e poi acquisire tecniche di vendita.

    Andare cosi' al buio mi sembra per te rischioso, se hai fatto sempre l' impiegato.

    Oltre a doverti saper gestire le tue entrate e le spese.

    Come agente di commercio l'INPS ti costa minimo 3800 euro l'anno...non hai malattia pagata, ma devi farti un'assicurazione personale (pagando) che ti copre poi solo gli infortuni...considera anche che 13' e 14' non esistono più, e in certi periodi dell'anno tipo agosto guadagni ancora meno.

    Poi dovrai pagarti tasse (almeno il 20% sulle fatture).

    Io l'ho fatto per un pò di anni,ma spesso integravo con dei lavori part time.

    Devi valutare bene, anche se ti danno un fisso oltre che le provvigioni.

    e poi il tuo è un posto sicuro!!!

    Non fare quest'errore di perdere un posto fisso per uno precario...Ciao

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.