Veronica P ha chiesto in SaluteSalute - Altro · 1 decennio fa

efficacia tens????????????

sono alla 4 seduta di tens sia lombare che glutea sinistra...a livello lombare il dolore si è un po attenuato ma da ieri mi è venuto un dolore a tutta la gamba...la sento indolenzita e mi fa male sotto al ventre sin appena mi tocco---sono sicura che non è colite ma credo un'infiamm ai tendini o nervi in quyel punto che si dirama alla gamba.(gia in passato ho avuto cosa simile).la domanda è:puo essere che la tens abbia provocato l'infiamm??aiuto:(oggi devo fare la 5...potrei prendermi un anti infamm mentre faccio la tens?graziee

4 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    Le tens sono un particolare tipo di elettrostimolazione che usa determinati parametri elettrici per curare o alleviare patologie di vario genere, tra le quali ricordiamo:

    DOLORE

    emicranie

    nevralgia del trigemino

    sindrome cervicobrachiale

    periartriti all'articolazione scapolo-omerale

    cefalea da tensione

    nevralgia dell'arto superiore

    epicondilite laterale dell'omero (gomito del tennista)

    artrite reumatoide del gomito e del ginocchio

    dolore muscolare agli arti superiori / sindrome di Sudeck

    stethalgia nevralgica intercostale / herpes Zoster

    dolore lombare

    nevralgia agli arti inferiori

    nevralgia all'otturatore

    dolori all'articolazione dell'anca

    dolore muscolare

    osteoartriti all'articolazione del ginocchio

    sindrome di Raynaud

    dolore dell'arto fantasma

    sciatalgia

    lombo-sciatalgia

    dismenorrea

    PARALISI MOTORIA

    paralisi facciale

    paralisi degli arti superiori

    paralisi del nervo tibiale

    paralisi del nervo peroneale

    conseguenze della apoplesia (emiplegia)

    REGOLAZIONE NERVOSA AUTONOMA

    ipertensione

    stress

    COSA SONO LE TENS

    La tens si basa su di un meccanismo fisiologico denominato "teoria del gate control", ovvero controllo del cancello. In sostanza secondo tale concetto, la via nervosa della sensibilità tattile e quella della sensibilità dolorifica, giunte a livello spinale (colonna vertebrale) utilizzano la medesima via che sale per condurre i messaggi al cervello. Se la via comune viene impegnata da un eccesso di stimoli tattili, verrà automaticamente inibita la conduzione di quelli dolorifici (in pratica viene chiuso il cancello a tali informazioni dirette al cervello). L'analgesia così ottenuta, senza l'utilizzo di farmaci, ha l'importante ruolo di contribuire alla rottura del ciclo del dolore (dolore-contrattura, contrattura-dolore…). In assenza di dolore infatti, diminuisce la contrattura riflessa che si era instaurata automaticamente, i cataboliti smaltiti efficacemente ed il problema può essere progressivamente risolto. Con la Tens l'analgesia, così ottenuta, insorge rapidamente ma è di breve durata e limitata al metamero stimolato (solo quella zona). La durata della stimolazione varia solitamente dai 30 ai 60 minuti ma può essere ulteriormente prolungata a piacere. L'effetto di sollievo viene in genere avvertito entro 20 minuti dall'inizio, per esaurirsi nel giro di 4-5 ore ed oltre. Durante il trattamento il paziente deve avvertire una costante sensazione di formicolio, la quale deve essere mantenuta durante tutta la seduta, modulando, se possibile, periodicamente i parametri elettrici (Hz e larghezza dÕonda), per evitare l'assuefazione allo stimolo. L'intensità non deve mai essere tale da provocare una contrazione muscolare, anche se minima. Quest'ultimo parametro, spesso trascurato, è di fondamentale importanza per il successo del trattamento. L'approccio più comune, riguardo al posizionamento degli elettrodi, consiste nel sistemarli in modo da comprendere tra essi la zona dolorante (tecnica trasversale) oppure è possibile ricercare con un elettrodo il cosidetto "trigger point" (punto contratto o dolorante) mentre l'altro viene situato in una zona adiacente. Un'ulteriore possibilità consiste nell'applicare un elettrodo lateralmente al processo spinoso vertebrale, scegliendo il punto corrispondente alla sede d'ingresso della via afferente interessata in funzione della zona dolorosa, mentre l'altro elettrodo viene posto in modo da far comprendere tra i due elettrodi la sede del dolore (tecnica longitudinale). La polarità degli elettrodi non riveste particolare importanza nel loro posizionamento. In ultima istanza occorre segnalare la possibilità di ottenere un effetto antalgico grazie al rilascio di endorfine, stimolando il PAG (sostanza grigia). L'analgesia così ottenuta insorge in maniera più tardiva ma risulta più duratura. Interessante risulta poi la possibilità di unire la tens con il programma endorfinico. I parametri riguardanti il tipo di stimolazione o burst si situano intorno ai 5 Hz (il più efficace) con la larghezza d'onda di 150-200 mS utilizzando delle intensità alte (al contrario delle tens) in modo da avvertire una sorta di contrazione pulsata e ritmica (piacevole). Nella Tens la frequenza può variare da circa 50 Hz a 120 Hz (le più utilizzate vanno da 80 a 100 Hz) mentre la larghezza d'onda si inserisce tra gli 80 e i 150 mS circa.

  • 6 anni fa

    Io ho comprato un elettrostimolatore multifunzione BEURER e mi trovo molto bene. Su Amazon si possono leggere le caratteristiche tecniche e le opinioni di chi l'ha già comprato. Io ho scelto questo perché mi sembrava quello con i giudizi più positivi. Alcune caratteristiche:

    Elettrodi gel autoadesivo 4 compresi (45x45)

    2 canali regolabili separatamente, 30 applicazioni pre-programmate

    20 programmi individuali: frequenza programmabile

    Arresto di sicurezza

    Intensità impostabile/Timer per countdown

    Per altre info questo è il link alla scheda prodotto Amazon: http://amzn.to/1EGit87

  • mcgill
    Lv 4
    4 anni fa

    Per curare la sciatica consiglio di usare questo metodo naturale http://CurareLaSciatica.teres.info/?c6AE

    Esistono numerose varianti di sciatica, distinte in base all'agente causale. Tutte le forme di sciatica sono accumunate dal dolore, la cui intensità dipende dalla causa scatenante.

  • 1 decennio fa

    probabilmente la tens ha sollecitato i tuoi muscoli e quindi potrai sentire del dolore (frequenza troppo elevata) ma questo sparirà.

    sull'efficacia della tens non so dirti molto, forse un po aiuta, ma non può fare miracoli...

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.