Anonimo
Anonimo ha chiesto in SaluteSalute mentale · 1 decennio fa

Ma Sapere Uccide Sapere?

Mi viene in mente quel comico della Zelic, quello che diceva: << La so TUTTA !! >> ,,, ci fosse davvero uno così, in giro di poco si trasformerà nel più ignorante degli ignoranti,,, secondo me!

io preferisco sapere, tenendomi stretto i dubbi... voi che ne dite?

Aggiornamento:

ah ah ah,,, vedo che c'è il raduno degli scienziati,,, ,,, miiii,, ma come siete pignoli,,, è vero, Zeli"g",,, guai se la "G" ad un certo "PUNTO" si scambia !!!

E' pure vero che diceva << le so TUTTE>> ,,, miii,,,ho SBAGLIATO!! ma lo diceva il comico, mica io!! mica son io che "le sa tutte" !!!

Aggiornamento 2:

ah ah ah,,, << comunicazione di servizio al l' amico, sindaco della contea di "Salute Mentale"; wey!! ma ti sembro uno scambista??!! >>

Aggiornamento 3:

l' italianissima "pesce cruda" ,,, pure io ti concedo il 6+6, anche se la tua non sembrerebbe un sms, ma almeno vogliamo scrivere xché e non xchè?

Aggiornamento 4:

Comunque, la domanda era seria, o al meno cercava d' esserla...

Chiedevo semplicemente se credere di sapere molto, o addirittura tutto, crei un serio ostacolo verso il sapere di più?

Aggiornamento 5:

Peccato che lo zio Yahoo! non ami i battibecchi e commenti sulle risposte in questo spazio,,, lo chiama chat e mi ha già eliminato più domande, sempre per lo stesso “motivo di violazione”!

Ecco perché faccio poche domande e, a sentirvi alcuni, sembra che sia meglio così,,,

,,, perciò, vado a studiare meglio l’ italiano, così in futuro potrei confrontarmi con chi sa che lo Zelig si scrive rigorosamente con la G finale, e guai altrimenti, anKe se la maestra sKrive tutto con la Kappa,,, e nessuno li ha mai rotto i Maroni… peccato però che in pochi hanno risposto davvero e, confesso, mi piacerebbe fare una corsa di cento metri con qualcuna, anche per vedere chi arriva in fondo più frustrata (?!)

Va be, questa scampagnata nel salute mentale è andata decisamente male,,, almeno ho capito che qui si può guidare pure ubriachi, ma mai senza la “patente”!

saluto, un paio di vecchie conoscenze che ritrovo con piacere,,,

Aggiornamento 6:

Grazie Sindaco Ingiusto,,, grazie Eddy per accurata risposta, grazie a Freccia che mi ha segnalato la tua simile domanda,,, grazie a tutti, belli e brutti,,,

19 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    1 decennio fa
    Migliore risposta

    Se non 6 italiano te la concedo ma se lo 6 fatti vedere da uno bravo xchè è molto preoccupante la cosa.

  • ?
    Lv 4
    1 decennio fa

    Una domanda simile è stata posta da Eddy in

    http://it.answers.yahoo.com/question/index;_ylt=Aj...

    ora volendo rispondere alla tua domanda, credo che la presunzione di sapere tutto crei seriamente un vero ostacolo al cammino che porta ad acquisire nuove scoperte e quindi ad ampliare il nostro sapere. Cioè se si sa tutto è inutile cercare perchè non si troverà nulla di interessante o addirittura proprio nulla.

    Pertanto quoto Eddy nella sua analisi " quasi matematica " e torno a ribadire " chi pensa di sapere tutto è solo un emerito ignorante ".. Buona notte

  • 1 decennio fa

    Premetto che non si tratta di una domanda stupida; ma di tutt'altro.

    Dunque:

    In sostanza, la domanda è: "se credere di sapere molto, o addirittura tutto, crei un serio ostacolo verso il sapere di più?"

    Risposta:

    Credere di saper tutto, è una cosa da "ignoranti", nel senso che si ignora una cosa fondamentale, una cosa che ancora non si sa; ancora non si sa che il sapere non è un' entità quantificabile in un valore, non tende mai ad una quantità definita, nessuno può saper tutto.

    Il dilemma si può risolvere ricorrendo ad alcune leggi matematiche, tra l'altro delle più semplici, e senza alcun richiamo alla filosofia.

    Supponiamo che il "sapere" sia un'entità quantificabile, dunque è definibile con un valore finito. Supponiamo che Il "sapere" sia una funzione della variabile "conoscenza", in fondo, il nostro sapere non è altro che un insieme delle nostre conoscenze ed esperienze di vita.

    In base alle supposizioni di cui sopra, ci accingiamo a calcolare il limite della funzione "sapere" della variabile "conoscenze" per un valore di conoscenze che tende all'infinito:

    Lim (sapere), "conoscenze"-------> infinito.

    Se questo limite è calcolabile, ed ammette un valore finito, possiamo dire che il sapere è quantificabile.

    Questo non è vero, questo limite non potrà mai ammettere un valore finito e definito, bensì, è sempre un valore che dipende dalla variabile "conoscenza".

    La variabile "conoscenza" non è un'entità unica, ma si tratta di un insieme di entità diverse tra di loro, sono le nostre varie conoscenze, ed esperienze.Ogni minimo di cambiamento in queste entità, avrà un suo eco nel valore del limite.

    Abbiamo detto che la variabile "conoscenza" deve tendere all'infinito, e qui sorge un problema; l'infinito non è un'unità, valore finito, è indefinito, non possiamo mai sapere quanto esso sia. supponendo che "X" sia il valore più elevato che si possa rappresentare, esisterà sempre un valore più grande di esse, basta fare: X+1, e così via, non tende mai ad un valore.

    Siccome, da tesi, le conoscenze sono infinite, risulta che il "sapere" non si potrà mai quantificare. E qui, decade la tesi che uno può sostenere di saper tutto.

    Come volevasi dimostrare.

    Conclusione? il sapere, non uccide il sapere, è l'ignoranza che lo può fare, egregiamente.

    Buona serata

  • 1 decennio fa

    Anche "sapendole tutte" non sapresti mai abbastanza: non esiste una sola risposta per ogni domanda.

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 1 decennio fa

    Io penso ke il programma si kiamava Zelig,ed il comico,James Tont,diceva "le so tutte"

  • 1 decennio fa

    io invece dopo questa domanda buttata cosi'

    Davvero non so' proprio piu' cosa pensare

    pero' volevo chiederti un favore per piacere cortesemente ecc ecc ecc

    ME LO DAI IL NUMERO DEL TUO PUSHER ???

  • della zelic? ma da dove vieni?

  • virna
    Lv 6
    1 decennio fa

    NO, se mai stimola ad andare avanti....nella conoscenza

  • Rispondo:

    E il tuo non sapere può essere un ostacolo alla tua vita...?

    Sempre profondo, caro!

    Amico che piacere ritrovarti davvero, io dopo essere stata bannata per i miei pochi pensieri francesi, postati qui(dettomi lingua scoretta!)

    Dapprima non volevo tornarci...perché non ne vedevo l'utilità, alcuni son andati via...ma poi, forse un po' per tante belle persone che ho incontrato qui,son tornata! Alla faccia di, anche se faccio poche domande o do poche risposte.Mi sono anche assentata per un mese e mezzo per fatti miei personali!

    Bello ritrovarti, abbraccio dalla corso-francese!

    josi

  • 1 decennio fa

    ma sapere uccide sapere e uccidi sapendo di uccideree sono la stessa cosa??? COME NOOO?? allora l'ho fatta grossa...

  • 1 decennio fa

    partendo dal presupposto che nessuno può sapere tutto, si, credere di sapere tutto uccide il sapere, perchè non ti permette di scoprire cose nuove, chi si crogiola nella propria sapienza finisce di imparare e diventa il più ignorante tra gli ignoranti

    -------------------------------

    azz c'è da dire che ai miei tempi su salute mentale domande del genere non le avrei mai viste, una del genere accanto magari a una del penazio dei tempi d'oro quanto ci stonava?

    ahahahahahahahah miiii come è cambiato questo sito!

    dove andremo a finire?

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.