Il 4 maggio 2021 il sito di Yahoo Answers chiuderà definitivamente. Yahoo Answers è ora accessibile in modalità di sola lettura. Non verranno apportate modifiche ad altri siti o servizi di Yahoo o al tuo account Yahoo. Puoi trovare maggiori informazioni sulla chiusura di Yahoo Answers e su come scaricare i tuoi dati in questa pagina di aiuto.

Anonimo
Anonimo ha chiesto in Scuola ed educazioneCompiti · 1 decennio fa

Qualcuno mi puo elencare quali sono le principali tecniche narrative? 10 pnti al piu veloce grazieee?

1 risposta

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    ¨ La tecnica della sospensione

    ¨ I salti temporali

    ¨ L’autobiografismo

    LA TECNICA DELLA SOSPENSIONE consiste nell’abbandonare la trattazione della trama principale per dedicarsi a sviluppare trame secondarie oppure per chiarire elementi e fatti paralleli che servono per far meglio capire le vicende della trama principale. Interrompendo la trama principale si stuzzica la curiosità del lettore, lo si fa diventare sempre più ansioso di sapere la conclusione della trama principale. Questa è una buona tecnica, da utilizzare a piene mani. Va sempre bene e si adatta a qualsiasi genere letterario.

    SALTI TEMPORALI Questa tecnica è molto usata dagli scrittori americani contemporanei ed è anche stata assorbita dal cinema. Consiste nel creare una trama i cui fatti si svolgono in periodi diversi raccontati in momenti diversi o in periodi diversi con gli stessi personaggi, oppure si narrano i fatti facendo continui salti tra il presente ed il passato, utilizzando il flash back ecc. E’ come se lo scrittore facesse avanti ed indietro su una macchina del tempo, raccontando i fatti come li vede lui, ma non nell’ordine temporale in cui sono realmente accaduti. La caratteristica fondamentale di questa tecnica è quella di non raccontare i fatti in maniera consequenziale bensì seguendo un ordine temporale diverso da quello che corrisponde al normale corso degli eventi. Questo è un tipo di tecnica molto interessante, ma non vi consiglio di utilizzarla se non siete già abbastanza bravi nel gestire la lingua italiana e soprattutto se non sapete ancora gestire bene la vostra fantasia. Bisogna stare attenti nell’utilizzare questa tecnica perché si può facilmente incorrere in quelli che sono i vuoti narrativi, si può dar vita ad eventi che rimangono in sospeso e quindi ci saranno delle trame non concluse. Un libro basato su tale tipo di struttura narrativa è molto difficile da gestire ma è anche molto interessante da leggere.

    AUTOBIOGRAFISMO viene sconsigliato da qualsiasi esperto del settore, eppure molta gente si ostina ad utilizzare elementi della propria vita personale per scrivere oppure, a narrare tutta la sua vita nei libri che scrive. Vi assicuro che la nostra vita, per quanto fantastica o assurda possa essere, non interessa a nessuno. Il compito degli scrittori non è quello di riprodurre la realtà ma è quello di creare un mondo inventato che sembri realtà. La gente legge anche per sfuggire alla realtà perché allora dobbiamo propinargliela anche nei libri? Questo discorso ovviamente non vale per le biografie dei personaggi illustri e per le opere a carattere giornalistico. La prima legge che deve seguire lo scrittore è quella di inventare; più è bravo ad inventare più sarà apprezzato dal pubblico dei lettori. La realtà può servire da spunto ma non cercate mai di copiarla perché non ci riuscirete ed anche se ci riusciste, il vostro sforzo non servirebbe a niente!

    spero di esserti stata d'aiuto..ciao kiss

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.