Anonimo
Anonimo ha chiesto in Animali da compagniaCani · 1 decennio fa

Ragazzi buone notizie?

Dopo la consegna della petizione OIPA rivolta alle autorità serbe con la quale si chiedeva l’introduzione di metodologie che non prevedano la soppressione degli animali come metodo per arginare il randagismo e lo stanziamento di maggiori fondi pubblici in sostegno degli animali, la campagna è proseguita in collaborazione con le nostre leghe membro in Serbia, grazie alle quali abbiamo aperto un proficuo canale di dialogo con le autorità governative centrali.

In questi mesi abbiamo lavorato per ottenere la revisione totale della precedente normativa a protezione degli animali, la quale oltre ad essere lacunosa ed arcaica, non sempre veniva fatta rispettare dalle autorità competenti per territorio.

Dietro nostra richiesta, è in corso di approvazione nel Parlamento Serbo una nuova normativa per la protezione degli animali. In occasione della revisione globale della materia ed a seguito dei numerosi contatti con autorità serbe, l’OIPA Internazionale ha presentato una lettera e fitta documentazione contenente proposte e suggerimenti per intensificare la protezione di tutti gli animali. La documentazione, tradotta in serbo, è stata inviata a tutti i membri del parlamento e del governo serbo.

Con immensa gioia l’OIPA comunica che il 3 ottobre, è stata una data storica per gli animali: i cani e gatti randagi ora godono di maggiore protezione. Mai più soppressioni ma solo sterilizzazioni di massa.

In seguito alle iniziative dell’OIPA, il Servizio Veterinario della Repubblica serba hanno deciso, come comunicato da Mr.Zoran Mićović, Capo del Servizio veterinario che: “da oggi daremo il via alla realizzazione di un progetto nazionale globale di sterilizzazione per risolvere il problema della sovrappopolazione di cani e gatti randagi”.

In base al quanto dichiarato da Mr.Zoran Mićović, nel progetto vi sarà anche la cooperazione dell’Unione Europea. Questa decisione del servizio Veterinario è stata comunicata alla presenza del Direttore Generale dei Servizi Veterinari, del suo Consigliere e delle leghe membro dell’OIPA nel corso di una riunione ufficiale convocata tra le parti interessate.

I cani presenti nei canili privati della Serbia, gestiti dalle associazioni che sono leghe membro OIPA, stanno ricevendo gratuitamente vaccinazioni, microchip e registrazione all’anagrafe. I costi vengono sostenuti dalle autorità governative e le associazioni in cambio pagano un rimborso simbolico, l’equivalente di pochi euro, ad ogni uscita dei veterinari del servizio pubblico locale.

L’OIPA esprime gratitudine al Ministero dell’Agricoltura ed al Servizio Veterinario, i quali hanno dato ampio sostegno alla nostra campagna ed hanno fatto tutto ciò che era in loro potere per migliorare le condizioni degli animali.

In ambito europeo i nostri ringraziamenti vanno all’eurodeputato Neil Parish, Presidente dell'Intergruppo per il Benessere e la Conservazione degli animali, il quale a nome dell’intergruppo ha scritto alla Commissione una lettera riguardo la situazione degli animali in Serbia e si sta interessando direttamente alla vicenda. Al suo interno troviamo rappresentanti di molte nazioni europee e di quasi tutti i gruppi politici.

Grande è stato il sostegno internazionale: le associazioni, i gruppi esteri ed i cittadini di tutto il mondo che hanno sostenuto la campagna OIPA si sono riuniti in una nuova realtà, un coordinamento internazionale, co-fondato e coordinato dall’OIPA insieme ad attivisti serbi: Serbian Animals Voice.

L’OIPA ha contribuito anche a sostenere i costi per l’ampliamento del canile, gestito da EPAR a Subotica (Serbia). Attualmente il rifugio ospita oltre 800 cani ed è la struttura, da sempre no kill, più grande di tutta la Serbia. Sono moltissimi gli animali salvati dalle strade, dall’abbandono o dalla vivisezione, in attesa di nuove famiglie adottive ed era necessario ampliare il canile per permettere agli animali di avere adeguata sistemazione. EPAR svolge un’intensa attività protezionista ed interviene non solo a Subotica e Belgrado ma anche, se necessario, su tutto il resto del territorio serbo.

Oltre 50.000 firme alla petizione internazionale promossa dall’OIPA, oltre 40.000 e-mail alle autorità governative serbe hanno fatto la differenza per il futuro di decine di migliaia di animali. Siamo stati la voce di chi non ha voce, un piccolo esercito in difesa degli animali che ha cambiato la marea per gli innocenti. L’OIPA rinnova il più sentito ringraziamento a tutti coloro che hanno sostenuto la campagna per gli animali in Serbia, grazie alla collaborazione di tutti è stato possibile compiere un Miracolo in difesa degli animali laddove prima regnava solo morte e devastazione.

L’OIPA tramite le leghe membro ed il coordinamento SAV continuerà incessantemente, giorno dopo giorno, a monitorare la situazione sul territorio per fare in modo che gli animali possano sempre ricevere il rispetto e la dignità che meritano.

Paola Ghidotti

OI

Aggiornamento:

Bravi! Avete guadagnato due punti senza capire niente! Vi ho riportato la notizia così com'era stata pubblicata dall'oipa ma siete troppo intenti a guardate le c**ate su internet invece di informarvi!

13 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    sono proprio contenta...allora le petizioni servono a qualcosa..continuo a vedere orrori e massacri su poveri animali innocenti e mi chiedevo se tutte le firme che mettiamo tutti i giorni servano a qualcosa ..ora grazie a te so che servono...non ti arrabbiare, per quelli che ti dicono che le domande sono troppo lunghe...evidentemente non gli importa poi cosi' tanto di questi poveri animali, visto che fanno fatica a leggere un testo che è piu' lungo di due righe...ma che ci importa? l' importante e che una battaglia è stata vinta e se continuiamo a firmare e a restare uniti vinceremo anche la guerra...ciao e grazie...

    Fonte/i: l'unione fa la forza
  • eh eh è questo quello ke mi fa continure ad andare avanti nel firmare petizione per avere quste soddisfazioni.

    Con ben 50.000 firme alla petizione internazionale promossa dall’OIPA, oltre 40.000 e-mail alle autorità governative serbe;abbiamo fatto smettere uno dei tanti errori e orrori.

    menomale finalmente una notizia che mi ha messo in allegria ^.^

    x gli stolti che si scocciano di leggere faccio un riassunto così capirete l'errore che avete fatto!

    -OIPA manda la petizione alle autorità serbe con la quale si chiedeva l’introduzione di metodologie che non prevedano la soppressione degli animali come metodo per arginare il randagismo e lo stanziamento di maggiori fondi pubblici in sostegno degli animali.

    -Dietro nostra richiesta, è in corso di approvazione nel Parlamento Serbo una nuova normativa per la protezione degli animali.

    -Con immensa gioia l’OIPA comunica che il 3 ottobre, è stata una data storica per gli animali: i cani e gatti randagi ora godono di maggiore protezione. Mai più soppressioni ma solo sterilizzazioni di massa.

    -come comunicato da Mr.Zoran Mićović, Capo del Servizio veterinario che: “da oggi daremo il via alla realizzazione di un progetto nazionale globale di sterilizzazione per risolvere il problema della sovrappopolazione di cani e gatti randagi”.

    -I cani presenti nei canili privati della Serbia, gestiti dalle associazioni che sono leghe membro OIPA, stanno ricevendo gratuitamente vaccinazioni, microchip e registrazione all’anagrafe. I costi vengono sostenuti dalle autorità governative e le associazioni in cambio pagano un rimborso simbolico, l’equivalente di pochi euro, ad ogni uscita dei veterinari del servizio pubblico locale.

    -L’OIPA ha contribuito anche a sostenere i costi per l’ampliamento del canile, gestito da EPAR a Subotica (Serbia). Attualmente il rifugio ospita oltre 800 cani ed è la struttura, da sempre no kill, più grande di tutta la Serbia. Sono moltissimi gli animali salvati dalle strade, dall’abbandono o dalla vivisezione, in attesa di nuove famiglie adottive ed era necessario ampliare il canile per permettere agli animali di avere adeguata sistemazione

    -Oltre 50.000 firme alla petizione internazionale promossa dall’OIPA, oltre 40.000 e-mail alle autorità governative serbe hanno fatto la differenza per il futuro di decine di migliaia di animali,grazie alla collaborazione di tutti è stato possibile compiere un Miracolo in difesa degli animali laddove prima regnava solo morte e devastazione.

    stellina x far girare la domanda!

  • che bella notizia... finalmente...

    Fonte/i: l'ho letto tutto...! :)
  • Anonimo
    1 decennio fa

    BRAVA GRAZIE!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    QUESTA NOTIZIA E' BELLISSIMA SEI UN ANGELO SE NN ERA PER TE NN L'AVREI MAI SAPUTO DAOGGI IN POI T CHIAMERO' ANGELO!!!!

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Anonimo
    4 anni fa

    ringrazia che non hai sentito il resto della notizia!! questi due ragazzini sono stati beccati nel bagno della scuola a fare le zozzerie. lui è stato punito con a million giorno di sospensione, lei con 4 giorni -.-

  • 1 decennio fa

    sarò sincera nn l'ho letta tutta..ma cmq sia sn felicissimaaaaaaaaaa e complimenti anche a te tu si che ami gli animali,fossero tutti cm te il mondo sarebbe migliore...

  • Anonimo
    1 decennio fa

    ho letto con immenso piacere questa lunga missiva , che mi ha molto commosso , soprattutto con la frase (Siamo stati la voce di chi non ha voce,)

    ringrazio te x avermela fatta conoscere

    e il signor neil parish che ha lavorato x realizzarla

    baci

  • Anonimo
    1 decennio fa

    Ci vorrebbero altre belle notizie come questa !

  • 1 decennio fa

    finalmenteeeeeeeeeeeeeeeeeee!!!! grazie 1000 nn l'avri mai saputo se nn l'avessi scritto tu qui...nn dar retta a quegli stolti ke nn hanno voglia di leggere 2 righe...grazie ANGELO!

  • Anonimo
    1 decennio fa

    che bella notiziaaaaaaaaaaaaaa.6 1 angelo .finalmente .l'ho letta tutta

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.