perchè se dio è buono e misericordioso fa ammalare i suoi figli di cancro e tumori?

Aggiornamento:

ma perchè mi rispondete con stro.zate simili (non tutti, solo alcuni i cogli.oni..)

la mia professoressa era una delle persone più generose, colte e disponibile che abbia mai conosciuto ed è morta di tumore l'anno scorso.

ora mia zia si è ammalata e (anche se i miei non me lo vogliono dire...) credo che abbia un tumore al cervello anche lei!

fin da piccola mi hanno insegnato che dio ci ama e ci perdona...da un anno a questa parte ho smesso di credere in dio, perchè se dio esistesse veramente farebbe si certamente morire le persone, ma non le farebbe soffrire! per una cosa che poi non si sono cercati! posso capire quelli che fumano, ma chi fa una vita generosa e al servizio degli altri, perchè viene punito in questo modo?

perchè?

non ho capito cosa c'è di stupido nella mia domanda. gli idioti siete voi che non ve le ponete queste domande e continuate a vivere credendo a quello che si dice, senza capire.

se dio esiste (io non so se esite o no, certo se non esiste

Aggiornamento 2:

sarebbe una cosa molto triste) perchè fa ammalare di un male così orrendo i suoi figli che tanto ama???

non capisco! davvero??

me lo potete spiegare con calma?

Aggiornamento 3:

se dio è il "padrone" del mondo non potrebbe sconfiggere il male?

lo so, sono domande "non mature" ma oh se mi vengono non so che farci!

alla fine questo non è un bel periodo per me. per niente.

alla fine tutto quello che si dice di dio è una contraddizione...

penso che solo chi ha fede possa accettarlo. e io non ce l'ho.

anarchy in milan, mi dispiace tanto per tuo fratello...se posso chiedertelo, quale risposta ti sei dato tu?

21 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    1 decennio fa
    Risposta preferita

    Per rispondere alla tua domanda voglio risponderti con una poesia...

    una poesia scritta da una ragazza di 18 anni...che ha subito per due anni molestie sessuali dai suoi compagni di scuola.

    Che ha rischiato più volte di essere violentata, che è stata picchiata, ferita, umiliata.

    Una ragazza che ha tentato il suicidio. Una ragazza che aveva fede e che...in un momento di dolore...(troppo grande per lei) l'ha perduta...

    Una ragazza di 18 anni...che ha ricevuto un coltello alla gola da chi gli si diceva amico, che è stata minacciata...Quasi costretta alla prostituzione...Una ragazza che cercava un modo per ribellarsi...per sopravvivere...Che ne ha passate tante ma così tante...da aver scritto 100 pagine di blog in un solo giorno...e non ha finito di raccontare...

    blog di liberò-profondità.

    Che senza più fede...ne amore...Ha bestemmiato, ingiuriato...ha sputato sulla chiesa, ha sputato sul crocefisso, ha interroto una messa...Ha infangato se stessa per un poco di pace...

    E è caduta...

    E ha scritto questo...in un attimo di smarrimento...

    TI HO CERCATO SIGNORE….

    Ti ho cercato nella ricchezza

    ma non sono riuscita a trovarti.

    Ti ho cercato nella povertà

    ma non ti ho saputo riconoscere.

    Ti ho cercato negli sguardi

    innocenti dei bambini,

    ma sono tanti loro e il tuo sguardo

    E’ UNICO.

    Ti ho cercato in lungo e in largo, Signore

    ma nulla, non ti ho trovato.

    Così mi sono arresa,

    ho iniziato a credere che tu non esistessi,

    quando avevo bisogno di TE non C’Eri.

    La verità è che io non TI vedevo.

    Poi una cosa strana,

    all’improvviso, TI ho trovato.

    Eri appeso ad una croce, in alto

    nella mia stanza.

    Troppo in alto per una come me che

    non alza mai lo sguardo,

    per una come me che

    guarda tutto dal alto al basso.

    Ma quel giorno Signore, ero caduta preda

    nella disperazione e nella solitudine, ero a terra.

    Sola, senza TE, senza nessuno

    e per caso ho alzato lo sguardo

    e finalmente…TI ho visto.

    ORA SO.

    Non eri TU che non C’Eri,

    ero io che non riuscivo a vederti.

    Ora so perché non TI trovavo,

    perché non sapevo dove cercarti.

    ORA SO DOVE SEI,

    e credimi Signore

    ho imparato ad alzare lo sguardo.

    E sai una cosa?

    E’ bello guardarti,

    MIO SIGNORE.

    Poi...ha ritrovato la fede. infondo..se era sopravvisuta, se era ancora viva, se aveva ancora la forza di lottare, di sorridere, di fidarsi...di dimenticare...E' stato perchè Qualcuno l'ha aiutata. Qaulcuno mi ha chiesto di chiedere auto..E una volta ho letto che per riceverlo devi sapere cosa chiedere.

    Ti faccio un es. uno che non ha studiato non può pretendere che il compito vada bene...ma può chedere di avere una seconda possibilità o che tra le tante domande gli capitino proprio quelle buone..

    Io chiedevo che mi fosse concesso di morire...Abusi abusi e maltrattamenti tutti i giorni per ore e ore...mentre cera chi mi teneva bloccata...Forse solo Dio ha permesso che non morissi di dolore. Chiedevo d morire...e lo odiavo perchè non mi contentava.Volevo morire.Così un giorno mi sono fatta fuori una scatola di medicinali...e ho sognato un angelo che mi ahdetto "non è il tuo tempo. e ha cantato epr em...perchè non mi addormentassi".Che tu ci creda o no. Io non credetti, ma ero viva. Viva con una canzone nella testa. Ne ho ancora i brividi. Poi ho cambiato e invece di pregarlo per farmi morire...gli ho chiesto di aiutarmi a vivere....E sono andata avanti, e ho superato...E alla fine...HO EPRDONATO.

    Anche Gesù fu ucciso e chiese al Padre "di allontanare da lui il peso della morte". ma poi disse "sia fatta a sua volontà". E se il figlio del Padre è morto....chi siamo noi per poter dire "a me questo non deve capitare?" Certo è più facile odiare qualcuno quando non otteniamo ciò che vogliamo..io l'ho odiato.

    Ma poi ho cambiato la mia preghiera...E gli ho chiesto di aiutarmi a perdonare..ad andare avanti. Che tu ci creda o no...oggi...Ho perdonato chi mi ha ferito.

    E come dice la poesia..L'HO CERCATO. POI HO CPAITO CHE NON ERA LUI A NON ESSERCI ERO IO CHE NON VOLEVO VEDERLO. MA LUI ERA Lì...PRONTO PER ME..."

    cosa puoi fare?prega. prega perchè guarisca, perchè affronti la morte o la vita. ma ricordati di dire SIA FATTA LA TUA NON LA MIA VOLONTà. Il signore non ci manda i mali...ma di certo ci aiuta a sopportae i fardelli.

    I mali li fa il demonio. Dio può però alleggerirci il peso.

    Ti parlo con il cuore.

    perchè io avevo perso la fede...e poi....l'ho ritrovata.

    Mi dicevano di pregare e pregavo di pregare con il cuore e l'ho fatto e non cambiava niente. ma un bel giorno...ho smesso di piangere..e il mio cuore ha fatto nascee una nuova parola PERDONO al posto di DOLORE.

    ciao.

    cippi.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    1 decennio fa

    A rischio di beccarmi tutti i pollici giù possibili:

    ti prendo come esempio mio nipote che ha 4 anni; l'altroieri voleva un ovetto di cioccolata ma non potevamo comprarglielo e ha detto "allora non ti voglio bene".

    Ecco è lo stesso atteggiamento: "uffa, la vita è cattiva, non è come nelle favole, io volevo questo, io volevo quest'altro...ma allora io non ci credo in Dio"...vuol dire che non ci credevi nemmeno prima perché fidati ho avuto una situazione simile...è troppo semplice avere fede quando va tutto bene e quando succede qualcosa di male va tutto a rotoli.

    Il 99% dei matrimoni finirebbe subito se la gente si stufasse dell'altro dopo il primo litigio senza cercare di comprendere le sue ragioni. Le Sue Ragioni.

    Con questo non voglio dire che bisogna essere cristiani, non mi permetterei mai, ma che bisogna essere coerenti con le scelte e portarle a fondo.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    1 decennio fa

    Perchè invece non ti domandi come mai ad altri fa vivere una vita meravigliosa?!?è troppo riduttivo kiedersi della presenza di Dio solo per attribuire a Lui i mali del Mondo...

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 1 decennio fa

    Non esiste solo Dio, da cui viene tutto il bene: esiste anche il Demonio, sempre ansioso di distruggere cio che Dio ha creato. E noi ci siamo in mezzo. Sono due forze uguali e contrapposte, e agiscono su di noi. Non dare retta a chi dice che Dio ti manda le malattie per metterti alla prova. E' una distorsione avallata da chi ha interesse a manipolarti. Le malattie sono espressione del male nel mondo, come le catastrofi naturali o personali, non sono punizioni divine, ci sono e basta. Anche la sofferenza può essere feconda, se offerta a Dio come preghiera per i nostri cari. Dio accoglie con maggiore attenzione la preghiera dei sofferenti, ma non manda lui apposta il dolore.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • IPO
    Lv 7
    1 decennio fa

    Scommettiamo che qualcuno tira fuori la storia del libero arbitrio anche stavolta?

    Ha-haaaa

    Ho vinto la scommessa.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    1 decennio fa

    nessuno ha detto che questo sia il paradiso.

    Ed infatti non lo è.

    Noi siamo qui per essere messi alla prova.

    Sta a noi scegliere il bene o il male ed alla fine della nostra vita saremo giudicati in base a questa scelta..

    http://medjugorje.altervista.org/doc/testimonianze...

    Dal momento che questo non è il paradiso accadono cose brutte.

    Dio però non è il responsabile.

    Un esempio sono i casi di tumori al cervello,un tipo di tumore diffuso perlopiù in ambienti saturi di onde elettromagnetiche come quello in cui oggi viviamo.

    Un altro esempio è l'avvelenamento dell'aria con conseguente aumento delle malattie cardio-respiratorie,asma,ecc.

    Chi ne è il principale responsabile allora?

    Lui se glielo chiedi interviene,come spesso ha fatto anche in passato(si sono evitate guerre con la preghiera),ma cosa accadrebbe se lui intervenisse sempre,sistematicamente?

    Non sarebbe una prova ma il paradiso.

    Dio inoltre ci darà tanto di più in paradiso quanto più noi avendo vissuto una vita difficile ,gli saremo rimasti vicini.

    E gli avremo detto fino all'ultimo giorno della nostra vita:mio buon Dio voglio venire in paradiso con te.

    Dio ci ama teneramente come figli e non permette che ci vengano date prove che non saremo in grado di superare, ci vuole portare tutti in paradiso:la tua professoressa ti sta solo aspettando.Se le potessi chiedere di tornare stai sicura che la risposta sarebbe:"fossi matta!"

    Se hai fede in lui non ti devi preoccupare,un giorno rivedrai i tuoi cari ,la tua professoressa,i tuoi amici.Ma sopratutto sarà per sempre e non ci saranno piu malattie o sofferenze ma solo vacanze..

    http://medjugorje.altervista.org/doc/paradiso//vac...

    http://medjugorje.altervista.org/doc/paradiso/inde...

    Ultima cosa:

    Dio è molto buono e non sa resistere ad una preghiera sincera,detta col cuore.

    Disse infatti Gesu.."chiedi e ti sarà dato,cerca e troverai,bussa e ti sarà aperto"

    Prega per la guarigione di tua zia,con la preghiera si può tutto..

    http://it.answers.yahoo.com/question/index;_ylt=Am...

    ps:

    il diavolo ti tenta in vari modi.Uno di questi è il volerti far credere che lui non esiste e che non esiste Dio.

    Questo è se hai dei dubbi sull'esistenza di Dio..

    (leggi la mia risposta)

    http://it.answers.yahoo.com/question/index;_ylt=Ak...

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    1 decennio fa

    Ma cosa dici? Lui il fa ammalare, li storpia, li rende ciechi, poi nell'aldilà i cattivi li manda all'inferno a farsi torturare dagli esperti, ma non smette mai di amarli tutti!

    me l'ha detto ipo.

    Fonte/i: @ipo: l'hanno detto, c'è Alex L che sostiene questa tesi.
    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 1 decennio fa

    La tua domanda non mi pare per nulla immatura.

    Esistono due spiegazioni al rapporto dio-sofferenza nella cultura cristiano-giudaica: quella "classica" domina l'antico testamento, quella "apocalittica" è invece propria del nuovo testamento.

    E' troppo complicato entrare nel dettaglio in questo contesto, ma ti posso consigliare un libro perfetto per le tue esigenze: si chiama "God's problem" ("Il problema di Dio"), di Bart D. Ehrman. Purtroppo non è stato tradotto in italiano per motivi forse ovvi, ma se conosci l'inglese sei a posto perché si trova facilmente anche qui da noi.

    Nel libro l'autore racconta di come, essendosi posto la tua stessa domanda (come si concilia la sofferenza nel mondo con dio?) da credente, questa abbia poi influenzato tutta la sua vita successiva, insieme al tentativo di darle una risposta.

    Bart Ehrman è docente di religione e ha scritto molti trattati sulla bibbia, ma non è costretto da nessun vincolo dogmatico: te lo consiglio caldamente.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Qoelet
    Lv 5
    1 decennio fa

    gli unici che vengono protetti dalle benedizioni di dio, sono quelli che hanno creduto nel sacrificio di Cristo. Chi non crede è sempre una creatura di Dio, ma lasciata a se stessa.

    Dio ha lasciato agli uomini la possibilità di rientrare nelle sue grazie, bisogna solo farlo, perchè lo offre gratuitamente.

    Questo non vuol dire che i credenti non si ammalano, ma affrontano la cosa sicuramente con una maggior serenità, sia loro che coloro che gli stanno vicino, avendo la consapevolezza di una vita eterna e dell'amore di dio

    Fonte/i: EVANGELICO BATTISTA
    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    1 decennio fa

    Non è Dio che regola l'universo, siamo NOI!

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    1 decennio fa

    chi l'ha detto che dio sia quello che ti aspetti e cioè qualcosa di staccato da noi che guarda quello che succede ,può essere invece qualcosa o qualcuno che fa parte di noi intendo di tutti noi ! in quel caso siamo noi stessi intendo tutta umanità che opera nel o nel male!!

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.