Il sito di Yahoo Answers verrà chiuso il 4 maggio 2021 (ora della costa est degli USA) e dal 20 aprile 2021 (ora della costa est degli USA) sarà in modalità di sola lettura. Non verranno apportate modifiche ad altre proprietà o servizi di Yahoo o al tuo account Yahoo. Puoi trovare maggiori informazioni sulla chiusura di Yahoo Answers e su come scaricare i tuoi dati in questa pagina di aiuto.

Dilatazione Termica.....?

nella ristrutturazione del mio appartamento ho cambiato i miei termosifoni in ghisa con due grandi termoarredi,questi ultimi fanno fortissimi "tonfi" al momento dell'accensione e dello spegnimento...qualcuno sa dirmi qual è il problema e cosa posso fare???

3 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    1 decennio fa
    Risposta preferita

    Peccato per la scelta,

    I termosifoni in ghisa sono praticamente eterni, forse più brutti ma molto più funzionali e ad alto rendimento.

    Infatti la ghisa è il materilae più nobile per assorbire e cedere calore.

    Purtroppo i termo arredi sono esteticamente migliori ma sono in acciaio o alluminio e questi li rendono molto delicati.

    Intanto a parità di superfice, la ghisa ti manterrà molto di più il calore( e quindi minori consumi di gas).

    Il tuo problema è dovuto dalla sporcizia nell'impianto.Togliendo l'acqua d'impianto hai messo in circolo sedimenti e sporcizie. I termoarredi (così come tutti i termosifoni e le tubature del riscaldamento) per legge devono essere trattati con uno speciale liquido acido, e poi con un inibitore.

    L'operazione si chima semplicemente lavaggio dell'impianto. consiste appunto nel far girare una soluzione acida all'interno del circuito chiuso del riscaldamento, lasciarla agire e poi lavare abbondantemente con acqua. Il liquido inibitore serve a far si che, dopo il lavaggio, non si creino gas,batteri,fanghi e alghe all'interno dello stesso circuito.

    Il lavaggio scoglierà tutti quei residui di lavorazione,i vari sedimenti e ostruzioni. Il liquido inibitore invece farà si che i vari metalli del tuo impianto non si "mangino" a vicenda e non generino gas.

    La legge sul trattamento acqua impianti è in vigore dal 1976 ma non tutti gli impiantisti la applicano, il costo non è eccessivo con 100€ hai un lavoro finito, ma è dispendioso in termini di tempo( se l'impianto è molto vecchio il liquido deve agire anche per 1 settimana)

    Fammi sapere

  • 1 decennio fa

    Matteo è uscito fuori tema, ha detto cose giuste, ma nel tuo caso si tratta di dilatazioni termiche.

    Fonte/i: termoidraulico di professione da oltre 10 anni
  • 1 decennio fa

    A mio avviso, c'è dell'aria o del gas in giro per l'impianto.

    La dilatazione termica è minima, nell'acciaio è di 0,01 mm, per una sbarra di un metro, portata da 0 a 100°C.

    Nei radiatori non si arriva a questa temperatura, non si ha una dilatazione istantanea da causare un "botto", ma graduale.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.