cip cip ha chiesto in Scienze socialiPsicologia · 1 decennio fa

vi capita mai di pensare che la vostra vita sarebbe stata diversa se non cambiavate città?

io me lo chiedo in continuazione...all'età di 12 anni i miei ebbero la grande idea di trasferirsi in modo tale da avvicinarsi ai nonni e zii...io non volevo andarci per nulla...mi faceva troppo male lasciare i miei amici..questo in gran parte ha influenzato il mio carattere..sono estremamente introversa resto sulle mie..nella città in cui da quel gg risiedo conosco bene o male 4 gatti..cosi mi ritrovo a pensare se la mia vita sarebbe stata diversa se restavo li..se le amicizie sarebbero state molte di più..penso che avrei fatto anche scelte scolastiche differenti...vi è mai capitato di pensarci????

voglio tanto ritornare indietro e costringere i miei a restare dove stavamo..

Aggiornamento:

grazie a tutti...anche se sono passati 7 anni..qui non mi trovo...per nulla...poi la cosa che mi star male è che mia mamma fa il paragone con mio fratllo più piccolo di 4 anni...lui è diverso da me...in fin dei conti che ci posso fare...ormai è andata cosi...

Aggiornamento 2:

e penso che la mia vita sarebbe stata completamente diversa...non sarei stata influenzata negativamente..secondo me i miei hanno sbagliato momento..l'adolescenza deve essere presa con le pinze...e questa scelta la dovevano fare prima di questo momento..

7 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    Hai assolutamente ragione! La penso come te e sono nella tua stessa situazione. Da un posto all'altro la vita cambia molto perché conosciamo altre persone migliori o peggiori e quindi la fortuna e la vita è diversa sia sociale ke lavorativa. Consolati almeno i tuoi è normale ke abbiano scelto dove stanno i tuoi nonni o zii, io invece qui sono lontano dai miei parenti più cari..

  • Ciao anche a me capita di pensarci,io ho lasciato la mia città per seguire mio marito,qui non abbiamo nessuno,solo noi con i nostri figli,ma fortunatamente sono una persona che si adatta facilmente,socievole con tutti quindi faccio presto conoscenza!Devi essere un pò più positiva,io ho passato anche un periodo iniziale di depressione ma poi mi sono fatta forza ho trovato degli svaghi,mi dico sempre,quando penso alla tua domanda,che se sto qui è perchè doveva andare così!Poi col tempo capisci che ci sono tanti pro!

  • 1 decennio fa

    Io non posso dire di aver avuto una situazione del tutto analoga alla tua, bensì all'età di 13 anni, dopo la mia scelta per le scuole superiori, ho cominciato a frequentare un liceo in un'altra città, a circa un'ora dalla città in cui vivo. Ebbene questo mi porta a passare più tempo nella nuova città che nella vecchia.. ha fatto sì che io perdessi tutti gli amici della città natale, e che comunque sì, me ne sono fatti di nuovi, ma non riesco comunque a chiamarli amici, poichè crescendo ti rendi conto che non è proprio possibile trovare persone con cui condividere tutto o andare d'accordo su ogni cosa, o essere in mezzo a luoghi o a situazioni in cui ci adattiamo e ci agiamo perfettamente, credo che questo non sia davvero possibile. E sta tutto qui il noccio della questione: anche se non si cambiava città, paese, universo o cosa, tutto sarebbe cambiato, e la matrice è una sola: la crescita.

  • Anonimo
    1 decennio fa

    ciao..ti capisco benissimo..io vivo in un pikkolo paese in Sardegna..ho 14 anni.. il prossimo anno dovrò andare a vivere a Cagliari, una città..lascerò qui i miei genitori, le mie amicizie ed i miei rikordi x andare a a studiare..pensarci mi fa venire la malinkonia..vabbè piano piano ci si abituerà..stai tranquilla..ciao ciao e buona fortuna!!

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 1 decennio fa

    io nn ho mai cambiato città e quindi non ti posso rispondere. cmq di dispiaceri ne avresti trovati anche se restavi nella tua citta... quindi...

  • Anonimo
    1 decennio fa

    io ho cambiato piu di una città e mi faccio spesso questa domanda ... il fatto è che io sono riuscita a mantenere le amicizie nella mia città d'origine ma mi mancano molto e spesso mi chiedo come sarebbe stato viverli quotidianamente ...

    forse sarebbe stato identico a come sono adesso ... i numerosi trasferimenti a me hanno dato grande capacità di adattamento e una notevole velocità a socializzare ma mi dispiace che per te non sia così ...

  • 1 decennio fa

    secondo me tu hai paura di affrontare una nuova realtà diversa da quella che ti apparteneva..tutti prima o poi ci troviamo davanti un bivio..davanti a delle scelte...e a ripensare e se avessi ....??invece tu nn pensarci..ma pensa piuttosto a conoscere nuove persone a farti nuovi amici...perchè ne troverai di certo..ciao..

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.