None ha chiesto in Matematica e scienzeIngegneria · 1 decennio fa

Come funziona un elettrodomestico?

Qualche ingegnere di passaggio saprebbe spiegarmi come funziona all'interno un piccolo elettrodomestico (tipo tritatutto, vedi esempio: http://www.activesupplychain.ae/bdha/images/SC300.... ?

grazie!

Aggiornamento:

bella risposta... ma non c'è nessun altro??

2 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    Ciao.....

    come già detto, l'architettura interna è molto varia. la grande variabilità è dovuta al fatto che un frullatore ha bisogno di organi per tritare, un'aspirapolvere per creare la depressione, una lavabiancheria per ruotare il cestello a velocità variabili, un ventilatore per girare a velocità regolabile, ecc......

    In generale, però si può affermare che un utensile è dotato di un motore elettrico, che rappresenta l'anima vera e propria dell'oggetto.

    L'aspetto interessante è che quasi tutti gli elettrodomestici utilizzano motori universali: questi sono macchine che strutturalmente sono realizzate come le macchine a corrente continua, ma funzionano a corrente alternata (ecco perchè si parla di motore universale).

    Come noto, la tensione di alimentazione di un'abitazione è pari a 230 V in corrente alternata a 50 Hz di frequenza. La genialità sta nel far funzionare la macchina con eccitazione di campo in serie: così facendo ogni 0.02 secondi, sia la tensione che la corrente si invertono; in questo modo non muta il senso di rotazione, ne quello della coppia.

    Se ti interessa una descrizione accurata sui fondamenti delle macchine elettriche, in rete trovi tante informazioni. In generale il rendimento di queste macchine è basso, ma la soluzione adottata è molto economica...... (aspetto importante per un elettrodomestico).

    In altre applicazioni (comunque più rare) si utilizzano macchine asincrone monofasi. Queste macchine sono più leggere (a parità di potenza) ed offrono rendimenti maggiori. I motori asincroni monofase sono una variante dei motori asincroni trifase classici ed eroici. la variante è dovuta all'introduzione di un capacitore e di un circuito ausiliario che "aiutano" la macchina ad avviarsi.

    Anche qui, se ti interessa, occorre effettuare uno studio più dettagliato (tipo caratteristica coppia-velocità, o circuito equivalente).

    Spero sei soddisfatto.

    Ciao

  • 1 decennio fa

    Ciao,

    tipicamente gli elettrodomestici contengono un motore elettrico alimentato dalla tensione di rete con un piccolo circuito per poterlo accendere spegnere a comando.

    Nel caso di tritatutto ci saranno poi degli ingranaggi per trasferire il moto del motore all'albero su cui sono fissate le lame.

    In altri casi, come ad esempio un aspirapolvere, si ha una pompa capace di creare la depressione che aspira la sporcizia.

    Altri elettrodomestici (tipo lavatrici, lavastoviglie e così via) contengono dei piccolo processori e delle memorie ROM in cui sono memorizzati i differenti programmi.

    Data la grande eterogeneità dei differenti elettrodomestici è difficile però descrivere esattamente come sono realizzati. Sicuramente si può dire che in generale contengono dei componenti elettrici e dei componenti meccanici.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.