Morgana ha chiesto in Animali da compagniaUccelli · 1 decennio fa

Chi sa darmi consigli?Tra una settimana prenderò una coppia di inseparabili...?

Ho già animali,cane,merlo indiano e tartarughe...Ma gli inseparabili mi piacciono da morire,sapete darmi qualke consiglio sulla cura,dove tenerli,se temono il freddo...D'inverno è meglio in casa o fuori.Cosa mettere nella gabbia.La casetta serve?Cosa mangiano...Insomma più informazioni possibili,grazie...Mi farebbe piacere sapere tante cose xè adoro gli animali e adoro tenerli bene...Il merlo indiano ha 17 anni le tarte 2 e il cane 19 mesi...Vorrei saper curare anke gli inseparabili...Grazie in anticipo...

3 risposte

Classificazione
  • Risposta preferita

    Gli inseparabile è il nome comune degli AGAPORNIS http://www.inseparabile.it/public/forum/clara/2007...

    Sono papagallini molto vivaci e socievoli, di taglia piccola e pertanto anche adatti all’allevamento casalingo.

    Sono abbastanza longevi infatti talvolta vivono più di 20 anni.

    Dimorfismo sessuale: inesistente. Il dimorfismo sessuale può essere accertato solo da esperti, toccando le ossa pelviche le quali risulteranno maggiormente distanziate nella femmina.

    GLI ALLOGGI:

    Anzitutto è bene chiarire che le gabbie migliori sono quelle che hanno le sbarre in acciaio e il fondo estraibile di plastica o acciaio ( facilmente lavabile e disinfettabile ). Per una sola coppia di Agapornis le misure minime della gabbia sono 60x40x50 cm, è chiaro che più grande è la gabbia e meglio i nostri pappagallini vivranno. La forma ideale è quella rettangolare, che consente di sfruttare meglio gli spazi. Il fondo estraibile deve essere ricoperto con sabbietta assorbente; è inoltre opportuno separare il fondo dalla zona riservata agli animali con una griglia: si eviterà così che i pappagalli vengano in contatto con le loro deiezioni, che sono spesso veicolo di malattie.

    ALIMENTAZIONE

    Una buona alimentazione può consistere in una miscela di semi per piccoli parrocchetti (25% costituito da miglio, scagliola e panico , il restante 75% da avena, frumento, semi di girasole, canapa e lino), integrata da frutta e verdura da offrire giornalmente (si può provare tutto a parte l'avocado che è tossico). Un paio di volte a settimana può essere offerta una spiga di panico, pastoncino all'uovo e semi germinati (pastoncino e semi germinati devono essere somministrati tutti i giorni nel periodo riproduttivo e per gli uccelli alloggiati all'esterno). Nella gabbia non deve mai mancare l'osso di seppia (e/o un blocchetto di sali minerali), per un giusto apporto di sali minerali e un sifone con acqua rinnovata ogni giorno. Nel periodo riproduttivo, inoltre, possono essere offerti pezzi di pane raffermo e fettine di uovo sodo.

    L'IGIENE E LA PULIZIA

    La vita dei pappagalli in gabbia può essere lunga e felice, a patto che, oltre ad una regolare alimentazione, l’allevatore offa un ambiente adeguato e igienicamente sano. E’ necessario quindi provvedere regolarmente alla pulizia dell’alloggio e degli accessori. Il metodo più semplice e corretto consiste nell’utilizzare per il lavaggio un disinfettante solubile in acqua come Amuchina e Candeggina a patto che il risciacquo venga eseguito con molta cura. Oltre a questo è bene trattare l’alloggio con antiparassitario ( spray o in polvere ). Queste precauzioni eviteranno la presenza di parassiti di ogni genere.

    ----------------------

    Sarebbe bene tenerli in casa durante l'inverno

    ma se fuori la voliera sarà opportuno ricoprire 3 lati con un telenone di plastica.

    --------------

    Il nido si mette solo nel caso si voglia far riprodurre la coppia,il miglior perioda va da Marzo a Giugno, ma se la coppia è giovane ed ha meno di un anno sarebb meglio nn falli accoppiare per una stagione perchè potrebbero avere problemi.

    Il nido che deve essere messo a disposizione è del tipo a cassetta orizzontale, meglio se a doppia camera, con foro d'entrata e sportello per l'ispezione.

    http://www.electronicalugo.com/images/nidoagaporni...

    Le misure ideali sono cm. 25 X 15 e cm. 20 di altezza. Gli inseparabili amano costruire il nido imbottendolo con rametti di salice, erbe prative, pezzetti di corteccia, bisogna perciò provvedere ad inserire nella gabbia questo materiale, preferibilmente fornito umido, poiche questo favorirà il mantenimento del giusto tasso di umidità all'interno del nido, fondamentale per una buona riuscita della schiusa soprattutto quando il clima è troppo secco. Il nido va collocato nelle parti più riparate della voliera o esternamente alla gabbia (agganciato ad uno degli sportellini),Le uova deposte in media dagli agapornis sono 4-5 che la femmina provvederà a covare per 22 giorni. Dopo la schiusa delle uova i piccoli completano la fase dello svezzamento in 6-7 settimane.

    ciao

    ^.^

  • Anonimo
    1 decennio fa

    io ho un inseparabile..di certo se sono maschio e femmina mettici il nido...poi gli inseparabili almeno il mio è ghiotto di semi di girasole...

    poi mettici un cubetto di sali minerali..che li vendono nei negozi di animali...e poi dagli i biscottini...oppure mettici anche quelle specie di bastoncini ricoperti di semi che gli piacciono un sacco...metti nella gabbia anche un altalena che gli piace...

    in bocca al lupo!! il mio è ammaestrato ed è molto intelligente!!! gioca anche con lo stuzzicadente!!!

    non avrei mai pensato che un uccellino fosse così intelligente prima di avere lui...

    ciaoooooooooooooo

  • 1 decennio fa

    io nn so molto degli inseparabili, ma sn certa ke se compri 1 inseparabile devi assolutamente comprarne 1 altro, xciò devi avere 1 maskio ed 1a femmina!!

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.