La maca??Provenienza e effetti!!?

dove cresce???

3 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    La Maca (Lepidium Meyenii) è una pianta tuberosa (Tubero) qualificata come una delle radici e tuberi andine dai più alti contenuti proteici. Fino a poche anni fa, questa nutritiva radice era poco o quasi per niente conosciuta dalla maggioranza degli abitanti stessi del Perú e chiaramente ignoto per gli altri paesi. La maca ha la sorprendente qualità di crescere ad altezze straordinarie: da 3800 a 4500 m. di altezza nella Cordigliera delle Ande, dove le temperature sono estreme: dall’intenso calore del mattino al freddo gelido della notte, con venti gelidi, nevicate persistenti e l'intensità della luce di queste altezze. In questa zona molto ostile, dove c’è poco ossigeno, esistono rare vegetazioni; crescono solo patate amare e aca. Non esistono alberi, ma solo piante di basse altezze.

    Esistono dati antropologici che evidenziano la coltivazione della maca in Perú dal 1600 a.C. Nelle tribù indiane del Perù, la maca veniva considerata come un dono degli dei. Inoltre si coltivava come alimento e a volte era usata come condimento nelle cerimonie di danza religiosa. Le cronache spagnole informano che dopo la conquista del Perù, i colonizzatori finirono con l’utilizzare la maca come imposta e le tonnellate degli indigeni le usavano per l’aumento della fertilità sia delle proprie truppe che dei loro animali. Solo nell’anno 1980, si mostrò interesse per questo potente tubero, anche grazie alle tante ricerche fatte da tedeschi ed americani. Dopo quella data fu rinominata come:

    " la coltura degli Inca persa". Perche gli indios delle ande usavano questo prodotto?

    Gli eredi degli Inca, gli indios della terra alta centrale del Perú, consideravano la maca un alimento altamente nutritivo, che stimola l’attività mentale, la vitalità, la resistenza ed il vigore, ma soprattutto, tra le comunità indigene, era considerato come un forte ricostituente afrodisíaco, che aumenta il desiderio sessuale tanto negli uomini che negli animali, ed in particolare modo aumentava la fertilità. Abitualmente si prendeva per assicurare il concepimento.

    Altri usi tradizionali della maca sono: l'anemia, la tubercolosi, la perdita di memoria, la ricostruzione ossea nei bambini, l’artrite ed il reumatismo. Era utilizzata dalle donne indiane nella fase di menopausa. Attualmente la medicina peruviana allude le sue propietà come stimolante della riproduzione e energizzante o rivitalizzante. Gli studi fatti riguardo alla composizione chimica indicano che ha importanti valori nutrizionale: proteine, aminoacidi essenziali, carboidrati, grassa, fibra; vitamine: B1, B2, B6, B12, acido ascorbico, caroteno; minerali: calcio, fosforo, potassio, magnesio, sodio, ferro, zuccheri (principalmente fruttuosa), ecc. La maca ha specialmente vitamine di complesso B e C, cioè ha un valore proteico relativamente alto, quindi la fanno un alimento completo. Il trattamento con Maca ha avuto un aumento del volume seminale, nella quantità di sperma per eiaculazione, nella quantità di sperma movibile e nella movilità spermatica.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 1 decennio fa
    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 1 decennio fa

    La maca? Che è?

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.