mirtilla ha chiesto in Scuola ed educazioneUniversità · 1 decennio fa

chi mi aiuta..ho qualche dubbio per la tesi?

ho già trovato la bibliografia..ora dovrei stendere una scaletta con i vari capitoli. il mio problema è questo: dopo ke leggo i libri devo riscrivere le cose ke ho letto con le mie parole?e in questo caso si deve sempre mettere il riferimento al libro oppure devo prendere i concetti e frasi cosi come sono?poi ancora nell'introduzione devo fare un riassunto della tesi?grazieeeeeeeee

3 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    1 decennio fa
    Risposta preferita

    Ciao! Dire in due parole come si fa un lavoro di ricerca, in questo caso una tesi di laurea, non è semplicissimo: cmq, diciamo che una volta letta e capita la bibliografia, dovresti riuscire a tracciare un indice (è possibile poi anche modificarlo in corso d'opera, ma avere una traccia è utile). Poi inizi a stendere il testo del tuo lavoro: si tratta di un lavoro di ricerca in cui tu devi, una volta acquisito il materiale bibliografico (perchè lo hai letto, lo hai davanti e lo hai capito), discutere in maniera critica del tema oggetto della tesi. Critica significa che certamente devi esporre oggettivamente i fatti, anche e soprattutto facendo riferimento alla bibliografia, e, se richiesto, dare anche un'opinione sempre in modo critico e giustificato a quanto scrivi. Se in un discorso attingi in senso ampio ad un libro od articolo non devi necessariamente citarlo in nota, anche se puoi scrivere: cfr. Rossi....ecc ecc. Se invece citi le parole precise usate da un autore, allora devi mettere tra virgolette nel corpo del testo e ovviamente citare in nota la fonte.

    L'introduzione, così come la conclusione (con la differenza che in questo ultimo caso devi prendere atto di quanto già scritto e quindi quanto precede la conclusione), è una sorta di presentazione del lavoro che il lettore potenziale si troverà a leggere: non essere particolarmente dettagliata, ma sii chiara; non mettere insomme troppa carne al fuoco, bensì delinea i profili fondamentali del tuo lavoro. Ti posso cmq dire (seguendo io tessa la redazione di tesi) che in linea di massima la conclusione e l'intro è più agevole farle alla fine della stesura. Baci

  • 1 decennio fa

    Ma scusa, se scrivi quello che hai letto con le tue parole la tua non è una tesi ma un riassunto!! in una tesi di laurea ci dev'essere del materiale elaborato da te.

    Sia che tu faccia citazioni o che tu riassuma dei concetti, nelle note devi assolutamente mettere la fonte.

    L'introduzione infine non è un riassunto della tesi. E' appunto un'introduzione a quello che stai per dire. Ti faccio un esempio più chiaro. L'argomento della mia tesi riguardava una collana di libri per bambini di fine Ottocento. L'introduzione è stata una panoramica sulla letteratura per l'infanzia di quell'epoca a livello sia italiano che europeo.

  • 1 decennio fa

    Le cose che leggi le puoi scrivere a parole tue oppure copiare "paro paro", ma in entrambi i casi devi citare la fonte.

    L'introduzione non deve essere assolutamente un riassunto della tesi! Deve essere qualcosa che introduce il problema che stai affrontando. Comunque tieni presente che l'introd è l'ultima cosa che si scrive, quindi se ne parla dopo che avrai scritto tutta la tesi

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.