Anonimo
Anonimo ha chiesto in Politica e governoPolitica e governo - Altro · 1 decennio fa

Dati riguardo l'uso di droghe. Cosa ne pensate?

Il Senate Special Committee on illegal drugs del Parlamento canadese ha studiato e ricercato in materia,forte anche dell'esperienza di anni di sperimentazione della cannabis per uso terapeutico nel loro paese. Nel suo rapporto biennale ha cercato di indagare sui differenti modelli di consumo,classificandoli in livelli di rischio,ossia “uso sperimentale”, “uso regolare”, “uso a rischio”, “uso eccessivo”. Non e stata presa in esame solamente la quantità di sostanza consumata e la frequenza, ma anche il contesto,ad esempio,se e quando il consumo si concili o al contrario interferisca con le normali attività quotidiane. Il rapporto conclude che :Allo stato dei fatti la ricerca ci dice che per la grande maggioranza dei consumatori ricreazionali la canapa non presenta conseguenze dannose per la salute fisica, psicologica e sociale, sia a breve che a lungo termine. Il che non significa, precisa il rapporto, che non esista un numero seppur limitato di consumatori “pesanti” che possono avere conseguenze negative (come malattie respiratorie, e/o difetti nella concentrazione e nella memoria tali da compromettere l’inserimento sociale).

Farmacologia

Nel 2007, presso l'Ospedale di Rotterdam, è stato verificato che nella terapia di malati di cancro il consumo di canapa (consumata anche come tisana) non interfrerisce con i farmaci anticancro più comunemente utilizzati. Negli Stati Uniti, ad opera di Lester Grinspoon professore emerito ad Harvard, si cerca di portare alla luce come la canapa rappresenti una, se non la meno, tra i farmaci meno tossici e quanto importante sia un alleggerimento delle politiche repressive che si son intrapposte tra gli affari e la ricerca scientifica. Al giorno d'oggi nel mondo non vi è nemmeno un caso documentato di overdose dovuta all'abuso di questa sostanza.

10 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    1 decennio fa
    Risposta preferita

    Sottoscrivo in pieno e aggiungo che anche dal punto di vista sociologico non presenta gli stessi problemi che per esempio rappresenta l'alcool: se si prende ad esempio l'Olanda si nota come la legalizzazione non sia un'apertura al degrado sociale e ambientale che i politici solitamente sventolano in faccia a chi argomenta il contrario, anzi: se la si legalizzasse si avrebbe 1- standardizzazione della qualità del prodotto 2- Soldi facili che non entrano più nelle tasche della malavita ma entrano in quelle dell'erario 3- Possibilità di reprimere con decisione lo spaccio di droghe da parte di privati non autorizzati 4- Annullamento degli spacciatori perché il consumatore si rivolge a rivenditori sicuri.

    Mi viene da pensare che il vero problema in Italia contro la legalizzazione sia quello di cui al punto 2

    Per quanto riguarda il danno fisico e la dipendenza che le droghe procurano cfr. il link di riferimento alle fonti:

  • Anonimo
    1 decennio fa

    la canapa e una pianta che fa bene e serve in industria, si ricava bioenergia, e settore tessile.. praticamente della canapa non si butta via niente e come il maiale,peccato pero che la pianta canapa femmina sia psicotropa e quindi droga, pertanto la sua fama nel mondo e diventata di droga pericolosa, ma molti non conoscono il suo fascino e la sua potenzialità..

  • Anonimo
    1 decennio fa

    ricercghe scientifiche e dati sono cose da comunisti e quindi sei comunista. anche se le ricerche mostrano che l alcool è più dannoso della cannabis non centra niente io dico il contrario e ho ragione io e che la scienza si f.o.t.t.a.

    Fonte/i: sarcasmo
  • 1 decennio fa

    Gli americani ci hanno fatto le guerre per quella roba , nascoste sotto mille illusioni ; Alcune sotto la voce " lotta al terrorismo ".

    Ma anche in Italia scherziamo mica tanto !

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Anonimo
    1 decennio fa

    L'uso delle droghe è un male della nostra società.

    Il confronto con l'alcool non regge. Non è che si può giustificare la droga solo perché l'alcool è entrato a far parte del nostro tessuto culturale.

    Le droghe, leggere e pesanti, hanno effetti deleteri sia sul piano della salute di chi ne fa uso sia sul piano sociale.

    @Sitting: la tua domanda è lecita, ma il ragionamento è pericoloso! E' come dire che fumare uno spinello fa tanto male quanto fumarsi una sigaretta. Una persona si fuma una sigaretta con la sua testa e dopo che ha fumato non ha alterato le sue funzioni intellettive.

    Lo spinello invece fa diventare scemi alla lunga!

    Idem per l'acool: l'abuso di sostanze alcoliche è un problema senza ombra di dubbio, ma la droga è ben altra cosa.

  • Anonimo
    1 decennio fa

    Chi non ha mai provato non può proferire parola a parer mio.

    Meglio le canne delle sigarette ragazzuoli,nessuno è mai morto per gli spinelli e nelle culture orientali l'utilizzo della cannabis è praticamente giornaliero.

    Sono tutti pazzi,drogati e rimbambiti in oriente?Non mi sembra...

    E perchè c'è più gente che fuma in Italia che in Olanda???!!!

    Fumate in pace.

  • 1 decennio fa

    E pensa che l'alcool invece è legale, accettato e addirittura ben visto.

    (Se non ti sei mai ubriacato non sei un uomo)

    E pensa alle migliaia di morti che l'alcool causa ogni anno solo in Italia

    Fonte/i: Jacques: "Il confronto con l'alcool non regge. Non è che si può giustificare la droga solo perché l'alcool è entrato a far parte del nostro tessuto culturale." Perchè no Jacques? Perchè non posso paragonarli e domandarmi perchè una sostanza molto più pericolosa è lecita (e poco controllata) e una praticamente innocua è sanzionata? Le differenze sono due, in sostanza: 1) L'alcool (diciamo il vino o le bevande alcooliche) ha un principio nutritivo che l'hascish non ha (a meno di non assumerlo all'interno di dolci) 2) La nostra tradizione conosce l'alcool da millenni, e ne ha fatto risorsa (tradizioni vinicole ecc...), cioè cultura con la C maiuscola. Ciò non toglie che l'alcoolismo è stata e rimane una piaga sociale endemica in certe regioni italiane, e che il consumo di bevande alcooliche si sta diffondendo a macchia d'olio fra tredicenni o peggio. E questo è un male. Ma se l'alcool è libero (il proibizionismo in america fallì dopo aver arricchito enormemente la mafia), le droghe leggere sono ancora nelle mani della delinquenza PS: La dipendenza da alcool è come quella da droghe pesanti. L'hascish non dà dipendenza
  • Dante
    Lv 6
    1 decennio fa

    Non ho bisogno degli studi di qualche canadese per farmi un'idea. La droga, di qualsiasi tipo sia, la si usa con un solo scopo: non essere più se stessi per un periodo più o meno prolungato. Quando non sei te stesso sei un animale; e quando sei un animale, di te può esserne qualunque cosa. Quando poi usi il "libero arbitrio", dono prettamente umano, per ridurti in quello stato, allora oltre che animale sei anche stupido. E quando fai della tua stupidità una politica di vita, coronandola di idealismo pseudo-scientifico, sei senza speranza. Gli animali veri, perlomeno agiscono secondo natura: tu, invece, in nome di cosa? Non dirmi castronerie, per favore. La stupidità sarà anche contagiosa, ma io sono vaccinato.

  • 1 decennio fa

    Concordo con gli altri.. Il problema del consumo di droghe è che molti non si limitano ad uno spinello.. O meglio, iniziano con quello, poi passano ad altro perchè ci fanno l'abitudine..

  • Anonimo
    1 decennio fa

    quando si usano delle sostanze le quali hanno un effetto di estraniare il consumatore dal contesto reale alterandone le capacità psicofisiche,euforizzando o intorpidendo il normale stato d'animo ,vuol dire che la nostra società è malata e deve essere curata.

    ormai il divertimento inteso come l'immaginario collettivo aveva qualche anno fa si è spostato nell'eccesso e nella trasgressione senza le quali non si considera tale.

    la dannosità delle droghe anche quelle leggere è stranoto da anni anche se non si vuole ammettere dalla parte di chi ha interesse che questo continui a pervadere nelle nuove generazione .

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.