Anonimo
Anonimo ha chiesto in Politica e governoLegge ed etica · 1 decennio fa

domanda urgente!!!!!?

che cos'è secondo la giurisprudenza un PIANO REGOLATORE??

grazie mille in anticipo!!:)

4 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    1 decennio fa
    Risposta preferita

    Ti spiego che cos'è un piano regolatore e la sua vicenda storica.

    Il primo Piano Regolatore fu introdotto dalla Legge 2359/1865 ed era costituito da due parti: un Piano regolatore edilizio, il cui ambito d'intervento era il perimetro della città esistente, e un Piano d'ampliamento, il cui ambito era il circondario esterno.

    Il Piano Regolatore Generale Comunale (P.R.G.C.) è definito come uno strumento che regola l'attività edificatoria in un territorio comunale. È uno strumento redatto dal singolo comune o da più comuni limitrofi (Piano Regolatore Generale Intercomunale) e contiene indicazioni sul possibile utilizzo o tutela delle porzioni del territorio cui si riferisce.

    E' uno strumento facoltativo, i comuni che vogliono dotarsene devono fare precisa richiesta giustificando con specifica esigenza

    È esteso al solo territorio urbano, nella campagna non si ha pianificazione

    È direttamente attuativo, non ha bisogno di un ulteriore livello di attuazione

    Ha durata limitata nel tempo di 25 anni

    La sua entrata in vigore ha dichiarazione di pubblica utilità

    Ha veste di tipo iconico, dettaglio fino alla scala architettonica, con la sua morfologia architettonica .

    La Legge Urbanistica Nazionale n.1150 del 17 agosto 1942 ha introdotto un nuovo tipo di Piano Regolatore con radicale trasformazione delle sue caratteristiche:

    Si chiama P.R.G. [Piano Regolatore Generale], è esteso all'intero territorio comunale

    È obbligatorio per comuni più importanti compresi in un elenco redatto dal ministero dei lavori pubblici (elenco che dopo la guerra sarà affidato alle regioni)

    Non è direttamente attuativo, necessita di un ulteriore livello di attuazione

    non ha scadenza, così facendo si escludono vuoti normativi

    Ha veste simbolica, i simboli fanno riferimento alle diverse tipologie di fabbricazione sull'area

    Sulla base della normativa urbanistica del 1942 la dottrina è solita distinguere tra zonizzazioni e localizzazioni: Le zonizzazioni indicano la divisione del territorio in aree di carattere omogeneo: esse incidono sul regime giuridico dei beni nel senso che l'edificazione, che secondo la dottrina tradizionale inerisce al diritto di proprietà, è soggetta ad una disciplina di carattere pubblicistico a tutela di interessi generali (regime di altezze, volumi massimi ammissibili in relazione ai lotti edificabili, distanze tra costruzioni e rispetto ai confini ecc.);

    le localizzazioni si riferiscono alla rete di servizi ed infrastrutture destinate alla generalità dell'utenza: la previsione di nuove strutture dà luogo a vincoli puntuali aventi contenuto sostanzialmente espropriativo.

    Caratteristiche peculiari: il P.R.G. del 1942 nasce come strumento regolatore della crescita urbana ma intorno agli anni '70 diviene strumento di gestione dell'assetto del territorio.

    Spero di esserti stato d'aiuto.

    Ciao

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    1 decennio fa

    chi poco sa presto parla...come il primo che ha risp...un piano regolatore è uno strumento che regola l'atrtività edificatoria di un comune, ovvero divide il proprio comune in 3 macro aree: agricola, industriale, residenziale (quest'ultima suddivisa a sua volta in piccole aree a seconda del metodo costruttivo da utilizzare: ad es in pieno centro storico occore costruire rispettando l'architettura delle case storiche). Il piano permette di razionalizzare il territorio comunale e di programmarne il suo sviluppo...è, perciò, uno strumento importantissimo! è redatto dal comune, ma intervengono anche altri enti cm ad es il demanio, ha bisogno dell'approvazione della provincia che può rimandarlo indietro e farlo modificare. Una volta approvato c'è un periodo in cui i cittadini possono presentare osservazioni, ossia modifiche al piano che possono essere accettate o rifiutate dal consiglio comunale...il PRG del mio comune (colonnella) è stato preso cm esempio di piano regolatore da parte della società degli urbanisti (o una società simile).Inoltre il piano deve obbligatoriamente prevedere delle aree verdi (parchi, ecc ecc)...

    ciao!

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    1 decennio fa

    E' un piano edilizio che prevede l'espansione urbana della città, seguendo determinate regole e criteri....

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    1 decennio fa

    un piano regolatore e un piano che regola in un comune in una città in una provincia il comercio,esempio deve regolare il numero di attività ad esempio in un paese,in un paese di 2000 abitanti ti consentono di aprire massimo due attività commerciali uguali altrimenti non lavorerebbe nessuno dei due ,spero ti abbia chiarito il dubbio. ciao

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.