giammy ha chiesto in Scuola ed educazioneCompiti · 1 decennio fa

raga mi potete trovare una ricerca sulle risorse rinnovabili e non rinnovabili??a piu presto grazie ciao ciao?

raga per fovore ne lunga ne corta grazie ciao ciao

2 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    1 decennio fa
    Risposta preferita

    . Fonti rinnovabili energia

    Le fonti rinnovabili di energia non vanno confuse con le fonti alternative di energia.

    Le energie rinnovabili (o fonti di energia rinnovabili, o fonti energetiche non esauribili) sono quelle fonti di energia che per loro natura possono essere considerate inesauribili.

    Le principali fonti rinnovabili di energia sono:

    - sole: energia solare;

    - vento: energia eolica;

    - acqua: energia idroelettrica;

    - terra: energia geotermica;

    - gas: biomasse.

    Non viene considerata rinnovabile, sebbene non fossile, l'energia nucleare, in quanto il suo utilizzo dipende da riserve limitate di materiali che non si rigenerano alla stessa velocità con cui vengono consumate e che pongono seri problemi di sicurezza e di smaltimento dei prodotti di scarto.

    Le fonti non rinnovabili di energia sono invece quelle fonti di energia che si esauriscono con l'uso o che si consumano in tempi più brevi di quelli necessari per la loro formazione. Le fonti non rinnovabili di energia sono quindi i combustibili fossili: petrolio, carbone, gas naturale, uranio.

    La prospettiva realistica di un esaurimento delle fonti energetiche tradizionali (carbone, petrolio, metano, uranio) ha portato grande interesse nei confronti delle fonti energetiche rinnovabili, un tempo completamente trascurate a causa dell'abbondanza di carbone e petrolio. Il tema delle fonti rinnovabili di energia è di sempre maggiore attualità dopo l'entrata in vigore del Protocollo di Kyoto. La Comunità Europea infatti finanzia ed incentiva con programmi specifici l'utilizzo delle energie rinnovabili e lo sviluppo delle tecnologie per il loro sfruttamento.

    Un'importante caratteristica delle fonti rinnovabili di energia è che esse presentano un ridotto impatto ambientale sia per quanto riguarda il rilascio di inquinanti nell'aria che nell'acqua. Le fonti energetiche rinnovabili sono quindi fonti di energia che possono permettere uno sviluppo sostenibile all'uomo, senza danneggiare la natura e l'ecosistema per un tempo indeterminato.

  • Anonimo
    1 decennio fa

    Le risorse rinnovabili, sia di materia sia di energia, sono risorse che, per caratteristiche naturali o per effetto della coltivazione dell'uomo, si rinnovano nel tempo e risultano, quindi, disponibili per la sopravvivenza umana pressoché indefinitamente. Per quanto attiene alle risorse "coltivabili" - quali foreste, pascoli e, generalmente, suolo agricolo - il mantenimento delle caratteristiche di rinnovabilità dipende dall'abilità e dall'attenzione del coltivatore. Per quanto riguarda l'energia, si considerano risorse (più propriamente, fonti) rinnovabili: l'irraggiamento solare (per produrre energia termica e elettrica), il vento (fonte eolica d'elettricità), le maree e le correnti marine in genere, i salti d'acqua (fonte idroelettrica),ma anche le biomasse (combustione per generazione termica e cogenerazione di calore e elettricità). In senso lato, si possono considerare "fonti" rinnovabili anche i "pozzi" termici utilizzabili per il raffrescamento passivo degli edifici: aria (se a temperatura inferiore a quella dell'ambiente da raffrescare - raffrescamento microclimatico); terreno (raffrescamento geotermico); acqua nebulizzata (raffrescamento evaporativo); cielo notturno (raffrescamento radiativo). Una risorsa rinnovabile si dice anche "sostenibile", se il tasso di riproduzione della medesima è uguale o superiore a quello di utilizzo. Tale concetto implica la necessità di un uso razionale delle risorse rinnovabili ed è particolarmente importante per quelle risorse - quali, ad esempio, le forestali - per le quali la disponibilità non è indefinita, rispetto ai tempi d'evoluzione della civiltà umana sulla terra, quali invece, ad esempio, le fonti solare o eolica

    Le energie non rinnovabili sono quelle fonti di energia derivate da risorse finite che tendono ad esaurirsi sulla scala dei tempi umani, diventando troppo costose o troppo inquinanti per l'ambiente[1], al contrario di quelle rinnovabili, che vengono reintegrate naturalmente in un periodo di tempo relativamente breve[2].

    Le fonti non rinnovabili sono oggi quelle più sfruttate dall'umanità perché in grado di produrre le maggiori quantità di energia con impianti tecnologicamente semplici e collaudati. Nella maggior parte dei casi però, le fonti non rinnovabili sono quelle che inquinano di più danneggiando l'ambiente con le scorie o con i gas tossici che vengono inevitabilmente prodotti.

    Sono fonti di energia non rinnovabile:

    i combustibili fossili:

    carbone

    petrolio

    gas naturale

    i materiali usati per la produzione di energia nucleare, quali l'uranio.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.