Anonimo
Anonimo ha chiesto in Auto e trasportiAuto e trasporti - Altro · 1 decennio fa

Ciao a tutti volevo sapere cosa sono l HDI ed il COMMON RAIL dei motori automobilistici?

grazie mille in anticipo .

rispondete in numerosi

ciao ciao

1 risposta

Classificazione
  • Anonimo
    1 decennio fa
    Risposta preferita

    Letteralmente, common rail, vuol dire "collettore comune".

    Questo vuol dire che con l'introduzione di questo impianto nasce l'iniezione elettronica per diesel basata sugli stessi principi dei sistemi benzina.

    Ma facciamo un piccolo passo indietro.

    Il motore diesel si basa su un principio semplice: iniettando del gasolio in un ambiente contenente aria ad alta pressione e temperatura, questo brucerà producendo un vigoroso incremento di pressione.

    La teoria, appunto, è semplice, l'applicazione pratica tutt'altro.

    Robert Bosch riuscì per primo a creare un dispositivo meccanico in grado di realizzarlo praticamente, ma solo molti decenni dopo la nascita del motore a scoppio: una pompa di iniezione in grado di far aprire a pressione una serie di polverizzatori (valvole meccaniche di iniezione) che iniettano il gasolio all'interno dei cilindri del motore.

    Fino a circa 10 anni fa, l'unico modo di far andare un motore diesel era quello di adottare una pompa di iniezione meccanica del tutto analoga a quella inventata decenni or sono da Robert Bosch, dotata di sistemi di regolazione elettronica, miglioramenti di vario tipo, ma pur sempre una pompa meccanica.

    Questo è stato un limite del diesel fino alla nascita del Common Rail.

    Ma perché ciò che è stato facile realizzare per i motori benzina è stato invece molto difficile per quelli diesel?

    Il motivo è presto detto: la benzina viene spruzzata nel collettore di aspirazione, prima che l'aria (divenuta ormai miscela) venga aspirata nei cilindri, quindi è tecnicamente piuttosto semplice creare delle valvole elettriche (elettroiniettori) in grado di realizzarla. Il gasolio invece deve essere iniettato direttamente dentro i cilindri durante la fase di massima compressione, proprio quando è più difficile. Le pompe di iniezione meccanica realizzano pressioni di iniezione del gasolio comprese tra i 150 e i 300 Bar di pressione per riuscire a spingere il gasolio nella camera di scoppio (volume del cilindro durante la massima compressione).

    Il common rail (creato nel centro ricerche FIAT) realizza qualcosa di eccezionale per chi abbia studiato il motore diesel: un sistema di iniezione del gasolio completamente elettronico.

    Il common rail è quindi dotato di un collettore comune mantenuto in pressione da cui si diramano 4 o 5 tubazioni (una per ogni cilindro) in corrispondenza di altrettanti elettroiniettori. Gli elettroiniettori si aprono quando ricevono un opportuno comando elettrico dalla centralina elettronica di gestione.

    Ricordiamo che, essendo ad accensione spontanea, il motore diesel non è dotato di sistema di accensione, l'istante di iniezione coincide con quello di accensione, quindi nel motore diesel l'anticipo di accensione equivale all'anticipo di iniezione.

    Diamo uno sguardo ai componenti che fanno parte del sistema Common Rail nella figura che segue.

    Figura 1 - Composizione del Common Rail

    Elettropompa combustibile

    Compressore condizionatore

    Modulatore per valvola E.G.R.

    Contagiri

    Elettroventole

    Centralina preriscaldo candelette

    Potenziometro pedale acceleratore

    Interruttore pedale freno –frizione

    Sensore pressione combustibile

    Debimetro

    Sensore temperatura liquido di raffreddamento

    Sensore temperatura combustibile

    Sensore di sovrapressione

    Sensore di fase

    Sensore dl giri

    Tachimetro

    Alfa Romeo CODE

    Batteria

    Presa per diagnosi

    Regolatore di pressione

    Elettroiniettori

    Candelette di preriscaldo

    Spia preriscaldo candelette

    Spia check Engine

    Si noti che perché il sistema possa funzionare sono indispensabili i segnali del sensore di giri (15) per consentire di mantenere la sincronia tra motore e centralina e eseguire i calcoli necessari, il sensore di fase, che consente alla centralina di "prendere il tempo" riconoscendo l'esatta posizione del motore all'avviamento, il potenziometro pedale acceleratore (7) che consente alla centralina di ricevere le richieste di potenza del conducente (senza questo segnale il motore resta praticamente al minimo), inoltre per il corretto funzionamento il sistema riceve i segnali del sensore pressione carburante (9) che consente alla centralina di regolare la pressione del gasolio, i sensori di temperatura motore, aria e gasolio per le varie correzioni necessarie, il sensore di pressione collettore aspirazione (13) per il controllo della pressione turbina e gli interruttori freno e frizione che consentono alla centralina di svolgere varie funzioni.

    Per eseguire le proprie regolazioni la centralina controlla in primo luogo gli elettroiniettori (21) comandati non solo in fase con il motore, ma anche con il corretto anticipo di iniezione calcolato in base alle necessità istantanee del motore, quindi il regolatore di pressione (20), la pompa carburante, le ventole , le candele di preriscaldo e vari altri sistemi secondari (A/C, EGR, ecc.).

    Funzionamento

    Una delle principali differenze tra il motore diesel e quello a benzina da punto di vist

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.