Sam ha chiesto in SaluteSalute - Altro · 1 decennio fa

PASTIGLIE DI GLUCOSAMINA E CONDROITINA..?

usate per le articolazioni, sono pesanti per il fegato e stomaco? A lungo andare facendone uso puo' far male?

Aggiornamento:

Ottima descrizione.... ma alla fine è dannoso?

2 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    La glucosammina è uno zucchero amminico e uno dei principali precursori della sintesi delle proteine glicosilate e dei lipidi. È uno del maggior componente del guscio dei crostacei e di altri artropodi, nei funghi e molti organismi superiori ed è uno dei più abbondanti monosaccaridi. È prodotto commercialmente dall'idrolisi dei gusci dei crostacei. La glucosammina è comunemente usata come trattamento per l'osteoartrite, sebbene la sua accettazione come terapia medica varia

    Il dosaggio tipico di glucosammina è di 1.500 mg al giorno. Essa contiene un gruppo amminico che è caricato positivamente al pH fisiologico. L'anione incluso nel sale può variare. Le forme di glucosammina normalmente vendute sono glucosammina solfato e glucosammina cloridrato. La percentuale di principio attivo presente in 1.500 mg di sale di glucosammina dipende da quale anione è presente e se sali aggiuntivi sono inclusi nel calcolo del produttore. Glucosammina è spesso venduta in combinazione con altri supplementi come il condroitin-solfato e il metilsulfonilmetano.

    Negli Stati Uniti non è stata approvata dalla Food and Drug Administration (FDA) per l'uso medico nell'uomo. Poiché è classificata come integratore alimentare, le prove di sicurezza ed efficacia non sono richieste, finché non è considerata come cura per il trattamento dell'ostoartrite. È anche usata largamente in meicina veterinaria come integratore.

    In Europa la glucosammina è approvata come farmaco ed è venduta nella forma di glucosammina solfato.

    Studi clinici sulla glucosammina hanno concluso che sembra essere sicura. Siccome è di solito derivata dai crostacei, chi vi è allergico è preferibile evitarla. Comunque, siccome glucosammina è derivata dai gusci degli animali, mentre l'allergene è nella loro carne, l'utilizzo è probabilmente sicuro anche per coloro che sono allergici ai crostacei. Fonti alternative, usando la fermentazione fungale del mais sono disponibili. Altra preoccupazione è che il supplemento di glucosammina potrebbe contribuire al diabete interferendo con la normale regolazione dlla sintesi di esosammina, ma parecchie reicerche non hanno evidenziato ciò. In USA si stanno conducendo studi sull'impiego di glucosammina negli obesi, poiché essi possono essere particolarmente sensibili agli effetti sull'insulino-resistenza.

    E' un aminozucchero, punto di partenza per la sintesi delle glicoproteine, glicolipidi, mucopolisacaridi, è un composto naturale che l'organismo ricava direttamente dal glucosio, dai polisaccaridi non ramificati, che sono incorporati nei proteoglicani, proteine che contengono glicosaminoglicani. I proteoglicani si trovano in ogni tessuto del corpo umano, in particolare nella matrice extracellulare, la loro attività consiste nella capacità di attrarre acqua.

    La Glucosamina si trova nelle articolazioni, nel liquido sinoviale, nei tendini, nei legamenti, nei muscoli, nelle valvole cardiache, nell'occhio, nel sangue, nel tratto digestivo e respiratorio.

    AZIONI Glucosamina

    osteoartrosi, artrosi, artrite reumatoide: Nell'artrosi si ha un difetto metabolico, per cui questa sostanza la glucosamina non viene correttamente sintetizzata.

    La Glucosamina

    l'apporto esogeno della sostanza agisce sulla carenza edogena, agisce essenzialmente nel velocizzare il miglioramento dei sintomi:

    - ridurre l'infiammazione e il dolore, inibizione della sintesi del nitrossido di azoto

    - azione anti-radicali liberi

    - agisce sulla cartilagine

    - agisce nei traumi che comportano una modificazione del metabolismo della cartilagine

    - favorisce la fissazione dello zolfo

    - pur non esendo un analgesico favorisce la diminuzione del dolore e della infiammazione

    - ha una elevata tollerabilità, senza effetti dannosi sul sistema cardio-circolatorio, sul respiro, sul sistema nervoso centrale e vegetativo

    - lubrifica le articolazioni

    La Condroitina solfato la formazione da parte del nostro organismo diminuisce con l'età

    - stimola il metabolismo della Cartilagine,ed inibisce la distruzione di quella vecchia, con risultati a lungo termine.

    - rigenera le cartilagini

    - ha una azione antinfiammatoria

    - riduce la produzione di acido urico

    - stimola la sintesi del collagene (principale proteina della cartilagine)

    - attira acqua nel tessuto connettivo, liquido indispensabile che nutre e lubrifica le articolazioni

    - distrugge gli enzimi nocivi che possono distruggere quello che rimane nei tessuti sani di una articolazione logorata

    - lubrifica le articolazioni

    potrebbe ridurre la tolleranza al glucosio ( esperimenti in vitro), può aumentare l'insulino-resistenza, pertanto occorre cautela nei soggetti diabetici che possono assumere il preparato solo sotto stretto consiglio e controllo medico.

    Ottima tollerabilità alle dosi consigliate e a chi non è diabetico, cautela in gravidanza e allattamento.

  • 1 decennio fa

    Per me si...

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.