brainup ha chiesto in Politica e governoPolitici · 1 decennio fa

Berlusconi è un buon uomo e politico? ?

Secondo voi è un uomo onesto, un buon politico....cosa ne pensate di lui? Voglio tutti i vostri pensieri!!!

Aggiornamento:

ragazzi vi ringrazio per le risposte...volevo vedere solo se è vero che censurano le cose su berlusconi su yahoo answer....come tra l'altro ci fa notare tututttu(cavolo di nick hai?)...per quanto riguarda rieducational channel io di berlusconi (e di molto altro) so vita morte e miracoli.ti ringrazio cmq per la risposta...ringrazio anche gli altri..il mio parere è che siamo schiavi di tutti, banche in primis o forse a capo di tutto c'è davvero satana! ciao ragazzi e buona vita!in bocca al lupo a tutti!

16 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    Beh, la domanda non mi sembra posta benissimo. Per principio, l' uomo politico è colui che si occupa della cosa pubblica per conto di un popolo elettore e deve essere senza dubbio onesto. tutti sappiamo che in verità non è così. e anzi, l' onestà in senso stretto non c' entra troppo con il fare politica.

    Comunque, Berlusconi ha dimostrato più di una volta di non saper leggere lo scenario internazionale. Non solo con la figurazza all'Europarlamento (quando diede del kapò a Martin Shultz) o quando ebbe da ridire con un primo ministro scandinavo. Dimostra, senza ombra di dubbio, una ambiguità più profonda che riguarda la Russia. Oggi come oggi, non si saprebbe dove collocare l' Italia in ambito internazionale, visto che è n atto, una crescente e notevole tensione sotterranea tra la russia e l' occidente. La guerra, gli omicidi politici (vedi alla voce "giornalisti russi ammazzati perché sapevano troppo") le minacce internazionali, la questione dello scudo spaziale e ancora il disarmo (siamo ancora a questi punti) imporrebbe una politica chiara. Invece Berlusconi, preferisce una linea che possiamo definire in buona fede attendista, se non menefreghista che nell'ambito della diplomazia credo che crei (almeno a livello ufficioso) un certo imbarazzo. Quando sarà il momento di decidere con chi stare, non potremo certo basarci sulle simpatie personali, ma c'è una parte del ceto politico Italiano che ancora pensa che sia così. Proprio oggi Cossiga diceva che "Berlusconi diventerà amico di Obama perché è un grande affabulatore".

    Ecco. questo è il punto. Essere affabulatori non è a mio avviso una nota idi merito in politica (almeno in campo internazionale) perché c'è da star certi che chi diventa presidente degli Stati Uniti, non si fa infinocchiare dal primo piazzista di pentole che passa.

    Alla tua domanda, rispondo che, quanto meno in campo internazionale, e l' ultima Gaffe credo mi dia ragione, Berlusconi ha dimostrato una leggerezza ed una ingenuità che non corrispondono all'identikit di "statista" per tanto non è (a mio parere) un buon politico. Il fatto che sia salito al potere in Italia è la dimostrazione che in Italia, è tanto tempo che non si fa una buona politica. Lo dicevano anche i romani...tale è il gregge quale è il pastore

  • Anonimo
    1 decennio fa

    Il peggiore che ci potesse capitare....oddio anche i suoi amici (Previti, dell'Utri....) non scherzano...

  • 1 decennio fa

    Un buon uomo no, per ovvi motivi. (oggettivamente)

    Un buon politico dipende dal significato che ha per te "buon politico", personalmente ritengo di no. La colpa più grave che gli attribuisco è quella del degrado culturale/sociale che ha portato in questo paese.

  • Anonimo
    1 decennio fa

    come si fa a saperlo??quest uomo non ha mai fatto politica, ma l imprenditore,anche se sta in politica è sempre e solo imprenditore che pensa solo ai propri affari e farsi legge che li parano il ciulo,

    Onesto??no per niente, un assaggino?

    Traffico di droga

    Nel 1983 la Guardia di finanza, nell'ambito di un'inchiesta su un traffico di droga, aveva posto sotto controllo i telefoni di Berlusconi. Nel rapporto si legge: «È stato segnalato che il noto Silvio Berlusconi finanzierebbe un intenso traffico di stupefacenti dalla Sicilia, sia in Francia che in altre regioni italiane. Il predetto sarebbe al centro di grosse speculazioni edilizie e opererebbe sulla Costa Smeralda avvalendosi di società di comodo...». L'indagine non accertò nulla di penalmente rilevante e nel 1991 fu archiviata.

    Falsa testimonianza sulla P2

    La prima condanna di Silvio Berlusconi da parte di un tribunale arriva nel 1990: la Corte d’appello di Venezia lo dichiara colpevole di aver giurato il falso davanti ai giudici, a proposito della sua iscrizione alla lista P2. Nel settembre 1988, infatti, in un processo per diffamazione da lui intentato contro alcuni giornalisti, Berlusconi aveva dichiarato al giudice:"Non ricordo la data esatta della mia iscrizione alla P2, ricordo che è di poco anteriore allo scandalo". Per questa dichiarazione Berlusconi viene processato per falsa testimonianza. Il dibattimento si conclude nel 1990: Berlusconi viene dichiarato colpevole, ma il reato è estinto per l'intervenuta amnistia del 1989.

    Tangenti alla Guardia di finanza

    Berlusconi è accusato di aver pagato tangenti a ufficiali della Guardia di finanza, per ammorbidire i controlli fiscali su quattro delle sue società (Mondadori, Mediolanum, Videotime, Telepiù). In primo grado è condannato a 2 anni e 9 mesi per tutte e quattro le tangenti contestate, senza attenuanti generiche. In appello, la Corte concede le attenuanti generiche: così scatta la prescrizione per tre tangenti. Per la quarta (Telepiù), l'assoluzione è concessa con formula dubitativa (comma 2 art. 530 cpp). La Cassazione, nell'ottobre 2001, conferma le condanne per i coimputati di Berlusconi Berruti, Sciascia, Nanocchio e Capone (dunque le tangenti sono state pagate), ma assolve Berlusconi per non aver commesso il fatto, seppur richiamando l'insufficienza di prove.

    Tangenti a Craxi (All Iberian 1)

    Per 21 miliardi di finanziamenti illeciti a Bettino Craxi (Ë la pi˜ grande tangente mai pagata a un singolo uomo politico in Italia), passati attraverso la società estera All Iberian, in primo grado è condannato a 2 anni e 4 mesi. In appello, a causa dei tempi lunghi del processo scatta la prescrizione del reato. La Cassazione conferma.

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 1 decennio fa

    Definire Berlusconi uomo politico è gratificante e non rispondente alla verità. Diciamo che si è improvisato politico per urgenti e impellenti motivi di carattere guridico personale, altrimenti diventava obbligatoriamente l'eterno galeotto. Ma gl'ITALIANI sono buoni, creduloni, fessi e sognatori hanno sacrificato i l'oro interessi e il l'oro futuro per farlo continuare ad essere se stesso, un....................!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! viva gl'ITALIANI.

  • Anonimo
    1 decennio fa

    E' quello che un paese come il nostro, abituato al compromesso e a piegare la testa alla mafia merita

    Solo quando inizieremo a PRETENDERE l' osservanza delle leggi ed un parlamento PULITO avremo possibilità di dire " nn mi rappresenti"

    Fino ad oggi vedo tante chiacchiere e poca sostanza

  • 1 decennio fa

    ma per favore

    è un corrotto mafioso

    cercati su you tube i documentari americani che parlano del nostro presidente

    ti si accaponerà la pelle

  • 1 decennio fa

    Ha un sacco di processi penali a carico e col lodo alfano vuole togliersi questo "sassolino". Questo mi basta e mi avanza. E recentemente sta dimostrando di essere anche un idiota da battute da due soldi e un bugiardo(tipo quando diceva che x la scuola non c'erano tagli!!!e tutti avevano letto il 133...)

    Ma per favooore...

  • 1 decennio fa

    E' solo un mafioso

  • Anonimo
    1 decennio fa

    Ah perchè è un politico???!!! Sai, ho sempre dei dubbi al riguardo, sia vedendolo che sentendolo parlare...dubito anche che sia un uomo a volte...! Ciao...

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.