Il 4 maggio 2021 il sito di Yahoo Answers chiuderà definitivamente. Yahoo Answers è ora accessibile in modalità di sola lettura. Non verranno apportate modifiche ad altri siti o servizi di Yahoo o al tuo account Yahoo. Puoi trovare maggiori informazioni sulla chiusura di Yahoo Answers e su come scaricare i tuoi dati in questa pagina di aiuto.

Anonimo
Anonimo ha chiesto in Musica e intrattenimentoMusicaMusica - Altro · 1 decennio fa

Cosa ne pensate de "Le luci della centrale elettrica"?

Io penso che Vasco Brondi e la sua voce scartavetrata dalle sigarette sia magnifica. Uno speciale ringraziamento al mio guro della musica!!! :-)))

2 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    Le Luci Della Centrale Elettrica-Album: "Canzoni da spiaggia deturpata"...per me uno dei migliori eventi musicali italiani degli ultimi anni, se non addirittura il migliore.

    Vasco Brondi è "Le Luci della centrale elettrica"...un ragazzo di 24 anni che vomita frasi dall'apparente non senso compiuto, ma in qualche modo legate ad un insieme globale. Nonostante la giovane erà è come avesse vissuto in questi anni assimilando con la stessa consapevolezza la storia dagli anni settanta ad oggi, metabolizzandola e filtrandola con una disillusione disarmante.

    Le simbologie che adopera ti scavano dentro fino a scovare segreti che con tanta cura e furtività hai celato negli angoli più reconditi dell'anima, ti strappa via ricordi che pensavi oramai lontani e lo fa' servendosi di logorroici motivi composti da simbologie lisergiche, allucinazioni urbane e metropolitane ("..costruiremo delle molotov coi vostri avanzi..

    faremo dei rave sull'enterprise ").

    Le parole a volte fanno male, anche quando non le comprendi del tutto...le devi interpretare e indossare.

    Una voce, appunto come hai scritto tu, scartavetrata dalle sigarette(mi ricorda Rino Gaetano) che graffia le pareti dell'anima e una chitarra...musica dalla penombra di una stanza che via via genera luci e immagini visionarie che scorrono fino ad annullare spazio e tempo ("la notte atomica che ci ha rimboccato le palpebre...guardare il cielo malconcio di chernobyl...da qui esprimere desideri quando vedi scoppiare navicelle spaziali o moduli lunari russi o giapponesi o americani..").

    Musicalmente utilizza pochi accordi, ridotti all'osso, ma nel contesto rendono più di un'orchestra filarmonica...arpeggi essenziali che non rincorrono melodie o ritornelli, ma che fusi alla voce "narrante" generano pura poesia trash colta (quasi bukowskyana).

    Detriti punk portati a valle dal corso delle sue storie polverizzate...frammenti onirici che ti si conficcano dolcemente nelle ginocchia mentre ti chini per cercare qualcosa sotto il letto.

    E' un dono quello di Vasco Brondi, lo percepisci senza bisogno applicazioni matematiche, è così e basta e non cè nulla da togliere o da aggiungere! La sua musica è eterna ancor prima di aver passato l'esame dell'invecchiamento.

    X molti il miglior cantautore italiano è ed è stato De Andrè...per me lo è oggi Le Luci Della Centrale Elettrica.

    Vasco Brondi è un vecchio vagone arrugginito e abbandonato a Tideland, nel mondo capovolto di Terry Gillian...rivestito da magnifici graffiti firmati Jean Micheal Basquiat.

    Avrei mille citazioni da riportare....Un consiglio a tutti coloro che decidessero di provare ad accendere Le Luci Della Centrale Elettrica: andate sul sito e leggetevi il suo "diario" http://lelucidellacentraleelettrica.blogspot.com/

  • Anonimo
    1 decennio fa

    nn conosco ne autore ne canzone..spiacente

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.