Nelle turbine eoliche come si fa a far girare la dinamo/alternatore a velocità costante?

2 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    1 decennio fa
    Migliore risposta

    Aggiungo solo che la turbina eolica pur non girando a velocità costante si mantiene entro un range di velocità prefissato. Venti troppo deboli o troppo impetuosi fanno arrestare o chiudere le pale.

    Qui un alternatore che immette potenza direttemente in rete non è pensabile. Il sincronismo per gli alternatori più simili (idro) si ha ad un numero di giri pari a 3000rpm/#coppie polari. Ma in quel caso puoi avere rotori larghi decine di metri, qui hai tutto concentrato nella parte basculante dietro le pale.

    Mi son chiesto spesso se per pale eoliche ad asse verticale e con l'alternatore nelle fondazioni, con un bel gruppo di riduttori e volani sarebbe possibile NON usare spazzole + inverter (è un bello spreco passare da CA a CC a CA)

    Fonte/i: Attento che dinamo e alternatore non sono sinonimi. http://en.wikipedia.org/wiki/Image:Quebecturbine.J...
  • 1 decennio fa

    L'alternatore NON gira a velocità costante. Sperare di mettere in fase una quantità di alternatori con potenze motrici così variegate ed improvvise come un rotore eolico, praticamante privo di regolazione sulla sorgente di energia, è un problema dalla soluzione ardua e antieconomica.

    La corrente prodotta dall'alternatore si mantiene stabile per quanto si può in tensione variando l'eccitazione per quanto possibie. La tensione viene poi raddrizzata in continua e ritrasformata in alternata con inverter elettronici di potenza. Questi vengono regolati in parallelo alla rete, cosa molto facile vista la inerzia quasi nulla dell'elettronica e la prevalenza della rete sull'inverter..

    Fra accoppiamento aerodinamico della pala, efficianza dell'alternatore, potenza di eccitazione che si deve aumentare alle basse potenze, raddrizzamento in c,c, e inversione in c.a., potenza impiegata per controlli e ausiliari, il coefficiente di conversione fra l'energia del vento a disposizizone e la potenza elettrica in c,a, immessa in rete varia dal 10% per velocità basse a 50-60% per velocità massime di progetto.

    Saluti

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.