Anonimo
Anonimo ha chiesto in Scuola ed educazioneCompiti · 1 decennio fa

pensiero ecologiko..?

ciao a tutti dv fare un art di giornale sul PENSIERO EKOLOGIKO...ma nn so da dove cominciare...aiuto vi prego 10 punti

1 risposta

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Migliore risposta

    Possibile inizio:

    Oggi putroppo siamo arrivati al punto di rischiare di esuarire gran parti delle risorse della terra.In passato abbiamo sperperato e usato queste risorse senza pensare.

    Le conseguenze le stiamo pagando oggi: cambiamento climatico, diminuzione della biodiversità, riduzione delle foreste, collasso della pesca, crisi alimentare globale. E se non cambiano i nostri stili di vita e di consumo, possiamo solo immaginare cosa ci riserva il futuro.

    Consigli ecologici per affrontare il problema:

    -lampadine a basso cosumo che oltre ad abbattere i consumi dell'80% hanno una durata media maggiore

    -l'85% dei prodotti tessili finisce prematuramente tra i rifiuti domestici, provocando un notevole incremento del volume di immondizia da smaltire.La soluzione è inviare il nostro vecchio guardaroba verso le associazioni e gli enti che si occupano della raccolta di indumenti usati.Le modalità di riciclo sono principalmente due: recupero della loro funzione (attraverso lo smistamento dei capi usati in buono stato tra i più bisognosi) oppure trasformazione in materia prima per imbottiture o altre lavorazioni.Prima di gettare nuovamente tra i rifiuti i vecchi vestiti, informiamoci sui contenitori per la raccolta più vicini a noi (si trovano in quasi tutti i centri abitati) e facciamo un gesto utile alla salute del nostro pianeta.

    Alimentazione ecologica:

    In periodi di crisi, si sa, occore stringere la cinghia e cercare di risparmiare.Ma perchè economizzare deve significare rinunciare alla qualità dei cibi che portiamo in tavola e alla salute del nostro pianeta?

    Obiettivo dell'agricoltura biologica è infatti preservare la salute dell'ambiente in cui viviamo, eliminando dalle coltivazioni pesticidi e fertilizzanti chimici poco utili alle piante, invece molto dannosi per il suolo, le falde acquifere e il nostro organismo. Gli alimenti biologici contegono invece solo additivi di origine naturale e il giusto equilibrio tra sali minerali, vitamine e proteine, elementi nutrizionali essenziali per il nostro organismo.

    Bio edilizia:

    Case:

    Vivere in un container può sembrare una rivoluzione. Soprattutto in Italia dove la parola “casa” viene immediatamente associata al buon vecchio mattone e al calore del focolare domestico. Ma è un’alternativa da valutare. Soprattutto oggi, con il caro case, la crisi economica degli ultimi tempi e le crescenti preoccupazioni ambientali.

    La casa container è infatti economica, veloce da costruire e soprattutto rispettosa dell’ambiente. In alcuni paesi europei la casa container è già una realtà. Non solo come soluzione abitativa d’emergenza ma come fissa dimora. A Londra ed Amsterdam esistono già due “container city” (foto a lato) costruite per l’80% da materiali riciclati

    -Installazione di pannelli solari per la produzione di acqua calda sia per usi domestici che industriali, per piscine, strutture sportive, case di ricovero e di cura, istituti scolastici ed università.

    Asfalto:

    Anche l'asfalto oggi può essere eco-compatibile.

    Si tratta di un rivestimento fotocatalitico in biossido di titanio che, sfruttando l'azione combinata della luce e dell'aria, trasforma le sostanze tossiche in altre innocue, come sali minerali e calcare, arrivando ad abbattere fino a 32 tonnellate l'anno di inquinanti nocivi. La soluzione ai nostri desideri.

    Greensburg

    Il 4 maggio 2007 un ciclone rade al suolo Greensburg, una piccola cittadina del Kansas.Alla base dell’opera di ricostruzione dell’intera città (il 75% degli edifici è stato distrutto) c’è il desiderio e la volontà dei suoi abitanti di dar vita ad una Greensburg better, stronger and greener (più bella, più forte, più verde). Come? Scegliendo la strada della bio-edilizia: fonti energetiche rinnovabili, ottimizzazione dei consumi energetici e materiali riciclati eco-compatibili.

    Bio tecnlogie:

    Autoelettrica

    L' auto elettrica non è certo una novità. Se ne parla già da tempo. E qui subentra il rivoluzionario progetto automobilistico della Tesla Motors. Questa giovane azienda statuinitense ,sta infatti sviluppando la Tesla Roadster, il primo veicolo elettrico alimentato da batterie al litio con prestazioni da auto sportiva (da 0 a 100 km/h in 4 secondi), emissioni zero, autonomia di ben 400 km con un pieno di energia e linee accattivanti degne dei migliori designer (vedi foto sopra). Il costo? Pare si aggiri tra gli 80 e i 90.000 dollari.

    Conclusione:

    Al contrario del generale andamento sfavorevole dei mercati, l'industria del riciclo continua a crescere a ritmi annuali del 10%.La nuova visione della realtà è una visione ecologica facendo si che la crescita dell’umanità avvenga con pochi inquinamenti e senza modificare troppo l’ambiente.

    Ho fatto copia incolla da vari siti sistemandola un po' e alla fine è venuta questa scaletta spero ti vada bene xkè nel frattempo mi sn fatta una cultura sull'ecologia :-) che cmq fa sempre bene..

    ps: non ho usato wikiepedia xkè là ci vanno tutti

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.