diluvio universale...........................?

pioggia battente per un anno o un onda anomala scatenata dalla una lastra di ghiaccio immensa dal polo sud a causa dell ultimo disgelo??

più che altro: vendetta divina?? se si... di cosa??

grazie ragazzi!!

Aggiornamento:

ehi gente!! è solo una domanda...

siccome nessuno puo dire con certezza ciò che sia successo, ognuno si fa le proprie ipotesi...

io non avendole, le ho chieste a voi...

E SMETTETELA DI PARLARE CON LE PAROLE DELLA BIBBIA!! CHE PALLE!!

Aggiornamento 2:

@clarabella: il diluvio universale non è un 'racconto biblico', visto che è un evento accaduto realmente ed è riportato anche da altri popoli che neanche si conoscevano non solo dalla Bibbia...

15 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    ciao polvere di cannella, questa domanda che hai posto e' molto interessante, in quanto stavo facendo delle ricerche su questo punto proprio ieri. come dici tu molti altri popoli parlano di questo fenomeno inclusi scenziati. questo del diluvio ha creato molte teorie, dubbi e anche certezze.

    Nel libro Myths of Creation (Miti della creazione), Philip Freund calcola che esistano più di 500 leggende del Diluvio, narrate da più di 250 tribù e popoli. Com’è logico, con il passare dei secoli queste leggende sono state notevolmente abbellite con avvenimenti e personaggi immaginari. Tuttavia, tutte presentano alcune somiglianze fondamentali.

    Quando, dopo il Diluvio, l’umanità emigrò dalla Mesopotamia, portò con sé in tutte le parti della terra racconti di quella catastrofe. Per questo motivo sia in Asia che nelle isole del Pacifico meridionale, come pure nell’America Settentrionale, Centrale e Meridionale si trovano racconti di questo avvenimento impressionante. Tutte queste leggende del Diluvio esistevano molto tempo prima che questi popoli venissero a contatto con la Bibbia, eppure hanno alcuni punti basilari in comune con il racconto biblico del Diluvio.

    Alcune leggende menzionano giganti violenti che vivevano sulla terra prima del Diluvio. In maniera analoga, la Bibbia indica che prima del Diluvio angeli disubbidienti si materializzarono assumendo corpi carnali, andarono a convivere con donne e diedero origine a una razza di giganti chiamati nefilim. — Genesi 6:1-4; 2 Pietro 2:4, 5.

    Le leggende del Diluvio indicano in genere che un uomo fu avvertito dell’approssimarsi di un diluvio di origine divina. Secondo la Bibbia, Geova Dio avvertì Noè che avrebbe distrutto i malvagi e i violenti. Dio disse a Noè: “La fine di ogni carne è giunta dinanzi a me, perché la terra è piena di violenza per opera loro; ed ecco, li ridurrò in rovina insieme alla terra”. — Genesi 6:13.

    Le leggende relative al Diluvio indicano di solito che esso provocò una distruzione globale. In maniera simile, la Bibbia dice: “Le acque prevalsero tanto grandemente sulla terra che tutti gli alti monti che erano sotto tutti i cieli furono coperti. Tutto ciò nelle cui narici era attivo l’alito della forza della vita, cioè tutto ciò che era sul suolo asciutto, morì”. — Genesi 7:19, 22.

    Quasi tutte le leggende del Diluvio dicono che un uomo sopravvisse al Diluvio insieme a una o più persone. Molte leggende specificano che si rifugiò su un’imbarcazione da lui stesso costruita, la quale poi si posò su una montagna. Analogamente, le Scritture dicono che Noè costruì un’arca. Affermano anche: “Sopravvivevano solo Noè e quelli che erano con lui nell’arca”. (Genesi 6:5-8; 7:23) Secondo la Bibbia, dopo il Diluvio “l’arca si posò sui monti di Ararat”, dove Noè e la sua famiglia sbarcarono. (Genesi 8:4, 15-18) Le leggende indicano anche che i sopravvissuti al Diluvio cominciarono a ripopolare la terra, e la Bibbia indica che la famiglia di Noè fece proprio questo. — Genesi 9:1; 10:1.

    Tenendo presente quanto abbiamo detto, analizziamo alcune leggende sul Diluvio. Cominciamo dai sumeri, antico popolo che viveva in Mesopotamia. La loro versione del Diluvio fu scoperta su una tavoletta d’argilla portata alla luce tra le rovine di Nippur. Questa tavoletta dice che gli dèi sumeri Anu ed Enlil decisero di distruggere l’umanità con un diluvio gigantesco. Avvertito dal dio Enki, Ziusudra e la sua famiglia poterono sopravvivere in un’enorme imbarcazione.

    Il racconto babilonese noto come Epopea di Gilgamesh è ricco di particolari. Vi si racconta che Gilgamesh andò a trovare il suo antenato Utnapishtim, il quale aveva ricevuto l’immortalità dopo essere sopravvissuto al Diluvio. Nella conversazione che segue, Utnapishtim spiega che gli era stato detto di costruirsi una nave e di farvi entrare bestiame, bestie selvatiche e la sua famiglia. Aveva costruito la nave come un enorme cubo di 60 metri di lato, a sei piani. Poi Utnapishtim dice a Gilgamesh che la tempesta durò sei giorni e sei notti, e aggiunge: “Quando giunse il settimo giorno, cessò la tempesta del Diluvio e questo combattimento, che colpiva tutt’attorno come una donna in travaglio; si calmò il mare, divenne silenzioso il vento cattivo e il Diluvio cessò. Aprii il lucernario e aria fresca mi venne giù lungo le guance. Osservai il tempo: dappertutto era silenzio e tutta l’umanità era ritornata polvere”. — Trad. di L. Viganò, in “La Bibbia”, Milano, Rusconi, 1980, vol. 1, p. 330.

    Dopo che l’imbarcazione si fu posata sul monte Nisir, Utnapishtim fece uscire una colomba che, non trovando un luogo dove posarsi, tornò all’imbarcazione. Poi fece uscire una rondine, e anch’essa tornò. In seguito fece uscire un corvo, e quando questo non fece ritorno, seppe che il livello dell’acqua era calato. Utnapishtim allora fece uscire gli animali e offrì un sacrificio.

    Questa antichissima leggenda ha diverse somiglianze con il racconto biblico del Diluvio. Tuttavia manca dei vividi particolari e della semplicità d

    Fonte/i: Gli indiani dell’America settentrionale hanno varie leggende che hanno in comune il tema fondamentale di un diluvio che distrugge tutta l’umanità tranne pochi individui. Ad esempio gli arikara, una tribù caddo, dicono che un tempo la terra era abitata da una razza di persone così forti che schernivano gli dèi. Il dio Nesaru distrusse questi giganti mediante un diluvio ma preservò il suo popolo, gli animali e il mais in una grotta. Gli havasupai dicono che il dio Hokomata provocò un diluvio che distrusse l’umanità. Tuttavia, l’uomo Tochopa preservò sua figlia Pukeheh sigillandola in un tronco cavo. Gli indios dell’America Centrale e Meridionale hanno leggende del diluvio sostanzialmente simili. I maya dell’America Centrale credevano che un grande serpente della pioggia avesse distrutto il mondo con torrenti d’acqua. In Messico la versione chimalpopoca narra che un diluvio sommerse le montagne. Il dio Tezcatlipoca avvertì l’uomo Nata, che scavò un tronco dove lui e sua moglie Nena trovarono rifugio fino a che le acque non calarono. In Perú i chincha hanno una leggenda di un diluvio di cinque giorni che distrusse tutti gli uomini tranne uno, che un lama parlante portò in salvo su un monte. Gli aymara del Perú e della Bolivia dicono che il dio Viracocha uscì dal lago Titicaca e creò il mondo e uomini di grandezza e forza anormali. Visto che questa prima razza lo fece adirare, Viracocha li distrusse con un diluvio. In Brasile gli indios tupinamba parlavano di un tempo in cui un grande diluvio fece annegare tutti i loro antenati tranne quelli che sopravvissero in canoe o sulle cime di alti alberi. I cashinaua del Brasile, i macusi della Guyana, i caribi dell’America Centrale e gli ona e gli yahgan della Terra del Fuoco nell’America Meridionale sono solo alcune delle molte tribù che hanno leggende del Diluvio. In tutto il Pacifico meridionale sono comuni leggende di un diluvio con pochi superstiti. Ad esempio, nelle Samoa c’è la leggenda di un diluvio primordiale che distrusse tutti eccetto Pili e sua moglie, i quali si misero in salvo su una roccia e dopo il diluvio ripopolarono la terra. Nell’arcipelago delle Hawaii il dio Kane si adirò con gli esseri umani e mandò un diluvio per distruggerli. Solo Nu-u trovò scampo in una grande imbarcazione che alla fine si posò su una montagna. A Mindanao, nelle Filippine, gli ata dicono che la terra fu un tempo coperta dall’acqua, così che tutti perirono tranne due uomini e una donna. Gli iban di Sarawak, nel Borneo, dicono che solo pochi sopravvissero a un diluvio fuggendo sui colli più alti. Nelle leggende igorot delle Filippine, solo un fratello e una sorella sopravvissero rifugiandosi sul monte Pokis. I soyot della Siberia, in Russia, dicono che una rana gigante, su cui poggiava la terra, si mosse e fece inondare il mondo. Un vecchio e la sua famiglia sopravvissero su una zattera che lui stesso aveva costruito. Quando le acque calarono, la zattera si posò su un alto monte. Gli ugri della Siberia occidentale e dell’Ungheria dicono anch’essi che i superstiti del diluvio usarono zattere, ma secondo loro queste andarono poi alla deriva in diverse parti della terra. e che dire della scienza? Innanzi tutto, l’idea che l’intera terra sia stata sommersa non è un po’ esagerata? In effetti no. In una certa misura la terra in realtà è ancora sommersa. Il 70 per cento d’essa è coperto dall’acqua e solo il 30 per cento è terra emersa. Inoltre, il 75 per cento di tutta l’acqua dolce della terra è imprigionato nei ghiacciai e nelle calotte polari. Se tutto questo ghiaccio dovesse sciogliersi, il livello del mare diverrebbe molto più alto. Città come New York e Tokyo scomparirebbero. 30 Inoltre la New Encyclopædia Britannica dice: “Si è calcolato che lo spessore medio dei mari è di 3.790 metri, cifra di gran lunga superiore all’altitudine media delle aree continentali, che è di 840 metri. Se si moltiplica lo spessore medio per la relativa area di superficie, il volume delle acque oceaniche è 11 volte superiore a quello delle terre emerse”.14 Quindi, se tutto venisse spianato — se i monti venissero appiattiti e i bacini oceanici colmati — il mare coprirebbe l’intera terra per un’altezza di migliaia di metri. Che ne fu delle acque inondatrici dopo il Diluvio? Dovettero defluire nei bacini dei mari. In che modo? Gli scienziati credono che i continenti poggino su enormi zolle. Il movimento di queste zolle può dar luogo a cambiamenti per quanto riguarda il livello della superficie terrestre. Oggi in alcuni luoghi, ai limiti delle zolle, vi sono grandi abissi sottomarini profondi più di dieci chilometri.16 È del tutto probabile che — forse proprio in seguito al Diluvio — le zolle si siano spostate, il fondo marino sia sprofondato e si siano aperte grandi fosse, permettendo all’acqua di defluirvi dalla terra emersa. 33 Se ammettiamo la possibilità di un diluvio universale, perché gli scienziati non ne hanno trovato traccia? Forse l’hanno trovata, ma interpretano quei dati in qualche altro modo. Per esempio, la scienza ortodossa insegna che in molte zone la superficie terrestre ha preso forma sotto l’azione di giganteschi ghiacciai durante una serie di ere glaciali. Ma ciò che appare come una prova dell’attività glaciale può a volte essere l’effetto dell’azione dell’acqua. Molto probabilmente, quindi, alcune testimonianze del Diluvio vengono erroneamente interpretate come testimonianze di un’era glaciale. 34 Errori simili sono stati fatti. Riguardo al tempo in cui gli scienziati mettevano a punto la loro teoria delle ere glaciali, leggiamo: “Trovavano ere glaciali ad ogni stadio della storia geologica, in armonia con la filosofia dell’attualismo. Un attento riesame delle testimonianze in anni recenti, comunque, ha portato a scartare molte di queste ere glaciali; formazioni una volta identificate come morene glaciali sono state reinterpretate come strati depositati da colate di fango, frane sottomarine e correnti di torbidità: flussi di acqua torbida che trasportano materiale sedimentario, sabbia e ghiaia scorrendo verso le parti più profonde del fondo marino”.18 35 Sembra che ci sia un’altra traccia del Diluvio nella documentazione fossile. Un tempo, secondo questa documentazione, in Europa grosse tigri dalle zanne a sciabola (Macairodontini) avvicinavano cautamente la loro preda, nell’America Settentrionale erravano cavalli più grandi di quelli ora esistenti, e in Siberia pascolavano i mammut. Poi, in ogni parte del mondo, varie specie di mammiferi si estinsero. Contemporaneamente ci fu un improvviso cambiamento di clima. In Siberia decine di migliaia di mammut furono uccise e congelate all’istante. Secondo Alfred Wallace, noto contemporaneo di Charles Darwin, tale estesa distruzione doveva essere stata causata da qualche eccezionale evento di portata mondiale.19 Molti sostengono che si sia trattato del Diluvio. 36 Un editoriale apparso su una rivista di archeologia biblica osservava: “È importante ricordare che la storia di un diluvio universale è una delle tradizioni più diffuse della cultura umana . . . Ciò nonostante, alla base delle tradizioni più antiche che si incontrano in fonti del Vicino Oriente, può ben esserci un vero e proprio diluvio di proporzioni gigantesche che risale ad uno dei periodi pluviali . . . molte migliaia di anni fa”.20 I periodi pluviali erano intervalli di tempo geologico durante i quali la superficie terrestre era molto più umida di adesso. I laghi di acqua dolce in tutto il mondo erano molto più grandi. Si teorizza che ciò fosse dovuto al notevole aumento della piovosità associato con la fine delle ere glaciali. Ma alcuni hanno avanzato l’idea che in un caso l’enorme umidità della superficie terrestre fosse una conseguenza del Diluvio. sicuramente tutto questo e' accaduto prima che la bibbia fosse stata scritta, ma ci sarebbe da chiedersi, chi ha creato questo diluvio e perche? la Bibbia fu il mezzo per riportare la volonta' di Dio e perche' lo aveva fatto. ciao e a presto
  • Lory
    Lv 4
    1 decennio fa

    Secondo la religione: vendetta divina per la malvagità degli uomini.

    Secondo studi più razionali: il diluvio universale è una spiegazione mitologica che si diedero gli uomini nell'età della pietra, associata allo scioglimento dei ghiacci dopo la glaciazione di Wurm.

  • Anonimo
    1 decennio fa

    Un pubblicista werner keller ha scritto un libro 'la bibbia aveva ragione'

    questo pubblicista, non lo ha scritto per sentito dire, ma ha dimostrato umiltà andando di persona ad accertarsi sui luoghi.

    Dice la premessa che apparve per la prima volta il mio libro nel 1955 di cui ne ho una copia tradotto in 24 lingue, vendute milioni di copie in tutto il mondo.

    Questo scrittore descrive il diluvio a pagina 33.

    Dice che la tiratura superò complessivamente i dieci milioni di copie.

    Continua scrivendo che da allora l' archeologia biblica, grazie a nuove tecniche e ai più moderni metodi di ricerca, ha portato alla luce fatti finora sconosciuti. Alcune tesi venivano confermate e ulteriormente rafforzate; altre, in precedenza ritenute scientificamente fondate, dovettero essere rimesse in questione. E pure le conoscenze di noti studiosi furono sottoposte a revisione.

    Per mantenere l' attendibilità scientifica del mio libro si rendeva quindi necessario includere in esso i più recenti risultati delle ricerche.

    Poi continua dicendo che a causa di una lunga e grave malattia gli ha impedito di intraprendere questo faticoso lavoro carico di responsabilità.

    Questo scrittore denota un senso di responsabilità, di onestà verso la sacra bibbia.

    Fonte/i: Team di ansers per favore ho il libro sotto mano lo scrittore è ben conosciuto è tedesco e si chiama werner keller il libro intitolato 'la bibbia aveva ragione' grazie.
  • 1 decennio fa

    Movimenti tellurici che hanno rivitalizzato vulcani sottomarini nel mediterraneo, che hanno prodotto onde anomale e alluvioni dove allora sorgevano le prime civiltà.

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 1 decennio fa

    Vendetta contro i milioni di cd venduti da Marilyn Manson.

  • Anonimo
    1 decennio fa

    Che sia stata pioggia o qualunque altro fenomeno naturale poco importa. Storie di diluvi universali si ritrovano più o meno in tutte le religioni più antiche, segno che qualcosa del genere è veramente successo. Punizione divina? Io non credo in un Dio capace di punire le sue creature, sterminandole tutte tranne due. Credo che quella sia un'interpretazione degli antichi di quel che successe.

  • 1 decennio fa

    pioggia battente! per un anno?

    no,credo per più tempo. Quello che servirà a noi abitanti di questo pianeta per capire quanto male lo abbiamo trattato.

    Ecco anche quindi il motivo del diluvio universale...

  • 1 decennio fa

    E che cos'è? Adesso te ne approfitti? Devi fare solo una domanda e non 5, OK?

  • 1 decennio fa

    Dio non distruggerà più la terra con l acqua ma tornerà col fuoco!

  • 1 decennio fa

    Fu un intervento divino per eliminare la malvagità sulla Terra...i demoni erano scesi sulla terra sotto forma di uomini e avevano avuto rapporti con le donne umane, dando vita a una razza ibrida spaventosa, i nefilim, che seminavano panico e violenza sulla Terra, per via della loro forza e altezza, e Dio portò il diluvio salvando solo Noè e la sua famiglia in un arca...la pioggia durò 40 giorni e 40 notti

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.