fotografi della generazione "reflex" , non ci sono più i fotografi di una volta?

vorrei chiedere a qualcuno che s'intende davvero di fotografia o è un fotografo che cosa ne pensano dei tantissimi fotografi anche giovanissimi che possiamo vedere su siti tipo flickr.

Alcuni sanno creare delle immagini davvero suggestive e belle, però è come se a volte si avesse l'impressione di vedere sempre la stessa fotografia.

Non sarà colpa del fatto che oggi con una reflex in mano ci sentiamo tutti un po' troppo artisti?

Lo stesso discorso d'altro canto vale per le foto troppo artefatte che risultano quasi fredde e distanti, troppo patinate, troppo perfette, troppo studiate nei minimi dettagli.

Insomma osservando tante fotografie alla fine invece di sentirmi visivamente ed emozionalmente soddisfatta,mi sento insoddisfatta,nessuno mi dà veri strattoni come alcune foto in bianco e nero di grandi fotografi di un tempo.

Dove sta andando quindi la fotografia? Questa accessibilità per tutti del mezzo tecnologico facile non rischierà di offuscare in qualche modo il reale talento?

come si fa per uscirne? bisogna tornare all'analogico e dimenticare photoshop?

Aggiornamento:

conosco anche deviant art e l'impressione onestamente è la stessa...

la tecnologia a disposizione di tutti forse non riesce a far emergere davvero qualcuno di particolare?o forse vista da un altro punto di vista permette a tutti di far emergere le proprie inclinazioni?

Aggiornamento 2:

grazie dott bunk, se posso partecipo alla vostra selezione!

Aggiornamento 3:

so bene che il fotoritocco esisteva già ;) le vecchie foto delle dive anni 30 erano ritoccate anche loro per togliere rughette e altri segni, però un tempo il ritocco era delicato e finalizzato a "ritoccare" appunto non a trasformare completamente una fotografia

oggi con i programi di manipolazione è vero che si possono ricreare immagini e ambienti quasi totalmente estrapolati dalla nostra mente e anima,avvicinando la fotografia alla pittura,però allora si può ancora parlare di fotografia? una delle mie fotografie preferite di vecchia data ritrae semplicemente due bambini un po' poveri a braccetto in una strada,è semplice,genuina,spontanea.

Oggi una fotografia può essere un soggetto semplicissimo come non so una persona in piedi immersa in un paesaggio stravolto da photoshop,mi chiedo quale sia il reale valore di questo,soprattutto se come capita nella maggiorparte dei casi la foto è stata scattata da una persona che non ha nozioni tecniche e magari ha in mano una solita eos ...

Aggiornamento 4:

un'altra domanda quindi che mi sorge spontaneo chiedervi è allora chi è il professionista? in che cosa si distingue? io non credo solo dal grado di tecnologia dell'apparecchiatura,anche percè come ho detto troppa sofisticazione crea distanza in fin dei conti

8 risposte

Classificazione
  • Silvia
    Lv 5
    1 decennio fa
    Risposta preferita

    Ciao!

    Questa domanda me la sono posta anch'io moltissime volte!

    Sono una fotoamatrice e penso di essere una delle poche "sopravvissute" della fotografia "vecchia maniera" (figurati che stampo ancora da sola le foto b/n!).

    Anche a me sembra che ci sono parecchi fotografi improvvisati che credono di aver fatto un bello scatto, quando invece la loro fotografia,in realtà, è solo il frutto di un automatismo digitale(del tipo punta e scatta) e di un mega fotoritocco!

    Praticamente quasi nulla di autentico, di vero, di emotivo.

    Però devo anche ammettere che questa iper elaborazione, a volte riesce a sfociare in piccole opere d'arte che sembrano dare alla Fotografia un'altra faccia, una sorta di evoluzione in una forma di comunicazione e di arte diversa, più artefatta, come dici tu, ma non per questo meno interessante.

    Diciamo che si tratta sempre di fotografia, ma in un'accezione più ampia, perchè a volte riesce a comprendere anche aspetti pittorici e concettuali, e questo non mi dispiace.

    Ti consiglio di farti un giro su www.photorevolt.com (sono iscritta anch'io).

    Troverai ancora tantissime foto davvero belle e potresti rimanerne davvero colpita!

    Poi mi dirai che ne pensi, se ti va...ciao ciao

    Io credo che ad un certo punto il discorso diventi soggettivo e faccia sorgere la domanda: "cos'è la fotografia?"...è riproduzione fedele del mondo circostante?

    o è una interpretazione personale di ciò che io vedo(o vorrei vedere) in quel momento?

    Il "purismo" in Fotografia non esiste più, purtroppo.

    Anche io apprezzo le cose semplici, dove davvero è "il terzo occhio" quello che fa la differenza e non quanto tu sappia usare Photoshop!

    Ma mi rendo conto che se voglio continuare a fare fotografia, devo adeguarmi ai tempi mutati...ormai è diventato difficile trovare persino un rullino b/n...per non parlare delle dia!...dunque, per forza di cose, dovrò procurarmi una bella digital reflex e abituarmi ai pixel!!

    Il professionista è colui che ha un' ottima conoscenza dei nuovi mezzi tecnologici in uso e che li sa adoperare con "intelligenza"...

    Ad esempio per correggere un piccolo errore di esposizione o per contrastare leggermente l'immagine senza inquinare l'autenticità della sua "opera" con pacchianate e stravolgimenti totali...

    ciao ciao

    Fonte/i: p.s. che hai contro le Eos??? :)))
  • Anonimo
    1 decennio fa

    Secondo me non c'entra niente l'inutile "guerra" tra digitale e analogico... non c'entra Photoshop, non c'entra l'accessibilità al " mezzo tecnologico "... il discorso è ben diverso.

    Com'è stato già detto, pure ai tempi del grandissimo Cartier-Bresson esisteva il fotoritocco. Reflex " analogiche entry-level" sono sempre state presenti sul mercato, così come le ottiche a basso costo... certo il costo delle pellicole sia negative, che dia fungevano un po' da deterrente, però anni fa quando mi sono avvicinato alla fotografia come amatore le digitali erano poco comuni, ma c'erano tantissime persone, molti giovani, armati di attrezzatura analogica.

    Diciamo che il fenomeno è sempre esistito, magari molte persone lasciavano la propria passione più nell'ombra...

    quindi il boom della fotografia non è da imputare al digitale, ma bensì ai social-network.

    In molti adesso colgono l'occasione di postare le proprie foto/opere on-line... prima non succedeva perchè non era possibile, o comunque se era possibile i siti che svolgevano quel servizio erano pochi e comunque di difficile reperibilità dagli utenti italiani.

    Flickr è stato pubblicizzato e molti hanno preso al volo l'occasione che aspettavano.

    Poi certo il fenomeno avrà subito pure un incremento, con le varie offertone di Mediaworld e Co.... non lo metto in dubbio che siano state una causa, ma non è da imputare la colpa a questo.

    Quello che dici tu è la mancanza di un idea di fondo... oppure la mancanza di personalità.

    Riuscire a scattare una foto che comunichi qualcosa è molto difficile... più che altro dev'essere il fotografo stesso a dare questa improta, ma tutto sta nella sua testa.

    Se quando scattiamo non stiamo pensando a cosa si vorrebbe comunicare... è inutile, magari tiriamo fuori una bella foto... bella ma vuota.

    Quello che manca è il cercare di rendere le foto più personali, di cercare di dare una propria impronta, ma questo è un processo che solo un artista o professionista può fare. Una qualsiasi altra persona cercherà di emulare e per questo si raggiunge un livello di saturazione, per il quale la maggior parte delle fotografie non trasmettono niente.

    Perchè?

    Perchè sono solamente surrogati.

    Certo tutto questo appartente "facile accesso" da la possbilità a molti di dare sfogo alle proprie inclinazioni il che è un bene, ma il fatto che ci siano così tanti fotografi et similia di modo da impedire di risaltare al grande pubblico, penso che non sia proprio esatto.

    In fotografia i talent scout sono ben pochi, la cosa migliore per emergere è rompere le scatole alle agenzie, o autofinanziare i propri progetti e pubblicarli su cartaceo o mostre ( che non siano le solite esposizioni alle fiere di paese ).

    Dove sta andando la fotografia? Non lo so, da professionista del settore, non te lo so dire, però quello che vedi pubblicato in giro è un buon indice della direzione della nostra società, o comunque di una visione di massa del nostro mondo.

    Va bhe poi ci sono anche altri aspetti da considerare, ma rischierei di dilungarmi troppo.

  • Henry
    Lv 4
    1 decennio fa

    con il fatto che cl digitale e internet è meno costoso sviluppare e esporre le proprie foto ora ci son molti fotografi (bravi e meno bravi) che mostrano le foto, certo è un mucchio più grande ma i fotografi di qualità ci sono ancora e le possibilità ora sono date a chiunque

  • Anonimo
    1 decennio fa

    ma sai.... da quando nasce la fotografia ci sono sempre 2 fronti: i fotografi e quelli che fanno foto. i primi, sono veramente pochi, è difficilissimo essere fotografo perchè comporta il sapersi adattare e ottenere il meglio in ogni situazione, previsualizzare lo scatto e saperlo eseguire con perfezione..... e tante altre cose che non appartengono a chi fa foto, il colpo di fortuna o la capacità di fare bene solo un certo tipo di foto non produce un buon lavoro fotografico.

    perchè la fotografia è un linguaggio e come tale ogni fotografo ne ha uno personale, non ci vuole tanto per capire che chi fa foto spesso parla con il linguaggio di un'altro.

    ciao

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 1 decennio fa

    La motivazione esiste e l'ho anche spiegata in un altro argomento sulle cause dovute all'era del digitale...se le foto sono uguali o meno quello è un altro argomento, dovuto alla creatività del soggetto e non di certo alla macchina fotografica..

    visto che non voglio riscrivere le stesse cose ti allego il link..

    http://it.answers.yahoo.com/question/index;_ylt=Al...

  • 1 decennio fa

    il fotografo per sentirsi tale per prima cosa deve fare quello che gli piace fare....che i programmi di fotoelaborazione abbiano un po' aumentato il numero di pseudo foto amatori scarni di qualità è un dato di fatto.

    Io uso photoshop alla stessa "maniera" della darkroom e sono del presupposto che la foto si fa soprattutto in fase di scatto e in post si va a rimediare alle carenze del supporto iniziale (coontrasto luci ombre ecc).

    Quello che conta è prima cosa il cervello (velocità di elaborazione), poi l'occhio (per la composizione) e infine il vetro, l'occhio prolungato (dalla sua qualità può dipendere l'esito finale, anche se io scatto con un vecchio cosina 28-105 un po' graffiato)...la tecnica è fondamentale è la sintesi di tutto questo con l'aggiunta

    di altre scelte (variabili= rullo, macchina, carta, tipo di post ecc).

    Potrei dire un sacco di altre cose e in maniera anche un po' più chiara ma mi sono svegliato da poco. Se vuoi vedere i miei lavori puoi visitare il mio myspace:http://www.myspace.com/flavioromualdo

  • Primo su i milioni di utenti, i professionisti penso siano veramente pochi.

    io personalmente nei gruppi italiani ne conosco due o tre e sono tutti fotogiornalisti, gli altri sono fotoamatori come me.

    Devi pensare a questi siti come dei giganteschi circoli, non pensare di trovare lì "l'arista" per quello che vuole dire questa parola è come andare in discoteca e cercare in nuovo Barishnikov ;)

    Guarda le fotografie nei siti delle grandi agenzie come Magnum, o le mostre organizzate dalle gallerie come quella della Sozzani.

    ps "photoshop" si usava anche ai tempi di Bresson, si chiamavano tecniche da camera oscura e si ottenevano gli stessi effetti.

    add:

    >un'altra domanda quindi che mi sorge spontaneo chiedervi è allora chi è il professionista?

    chi viene pagato per il lavoro che sta facendo.

    Fonte/i: Ti voi mettere in gioco? prova a mandare un lavoro a witness journal: http://witness.fotoup.net/
  • Teddy
    Lv 5
    1 decennio fa

    Analogico o digitale non c'entra proprio nulla; ho molti amici che pubblicano anche foto su flickr ma usano anche macchine analogico o hanno la loro camera oscura per il bianco e nero.

    Tu vorresti avere dagli utenti di flickr le stesse emozioni che ti danno i grandi fotografi? Non stupisce che ciò non avvenga. Vai a vedere delle foto dei grandi fotografi di oggi e sicuramente troverai qualcuno che saprà emozionarti.

    Su flickr trovi fotografi in erba. Se vai sul sito deviantArt ad esempio, troverai un sacco di "artisti" in vari campi, ma devi scremare parecchio anche lì per trovare qualcosa che ti sa colpire.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.