Liana
Lv 7
Liana ha chiesto in Arte e culturaArte e cultura - Altro · 1 decennio fa

La fruizione dell'arte è principalmente attività individuale?

La partecipazione a mostre, visite a musei e gallerie è un'attività che si può considerare esaurita nella ricezione delle emozioni comunicataci dagli artisti, o presuppone per la sua completezza una restituzione ed un confronto con essi, o quantomeno con altri fruitori?

3 risposte

Classificazione
  • Manwë
    Lv 6
    1 decennio fa
    Risposta preferita

    Ciao, è una domanda interessante...benchè condivida quella che ha scritto Serapide sull' individualità e sul giudizio dell' opera privo di " condizionamenti", secondo me è anche vero che conoscendo la vita dell' artista si possa comprendere piu' in profondità il messaggio che egli ci vuole trasmettere. Anche nel confronto con gli altri, possiamo determinare l' impatto dell' opera d'arte nella sua totalità, in fondo qual è lo scopo dell' artista, se non quello di trasmettere emozioni, sia negative che positive...e la stessa opera potrebbe suscitare diversi stati d'animo.

    Certo l' Urlo di Munch non potrà suscitare emozioni opposte...ma già La Notte Stellata, che è nel tuo avatar, potrebbe invece prestarsi a questo gioco emotivo. L' arte è comunicazione e come tale diverse opinioni possono anche aprirci nuovi orizzonti...io non dico di leggersi la critica di un grande conoscitore d'arte...ma semplicemente di confrontarci con altri " profani ".

    Ciao e bella domanda.

  • Anonimo
    1 decennio fa

    L'approccio con l'arte, a mio modo di vedere, dovrebbe essere di tipo individualistico e cioè avvicinarsi all'opera senza saper nulla dell'autore e del significato che lo stesso ha voluto dare all'opera ed, inoltre, senza conoscere le interpretazioni critiche che son state attribuite all'opera.

    Solo dopo aver contemplato l'opera e tratte le nostre personalissime conclusioni possiamo, se vogliamo e ci interessa, informarci su tutto il resto, sulle varie letture dei critici e sul significato attribuito a quell'opera; per quanto mi riguarda, quando sono attratto da un'opera o da un autore mi metto con pazienza certosina ad indagare e leggere tutto su di essa e sull'autore ed è bellissimo, quando succede, ritrovare un commento identico a come l'avrei scritto io, un'altra persona ha colto le mie stesse emozioni.

    L'approccio in solitaria non consente al nostro giudizio primario di venir modificato e rimane tale; se ci avviciniamo all'opera dopo aver letto o sentito le altre letture critiche, possiamo subire dei condizionamenti che possono inficiare il vero senso dell'emozione, che possiamo cogliere solo se ci presentiamo di fronte ad essa scevri di qualsiasi commento.

    Ciao e bella vita ;-)

  • Trig86
    Lv 5
    1 decennio fa

    è splendido quando si è soli, e si rimane commossi...

    come piccoli Stendhal

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.