Cannella in stecche..............................?

Era da una vita che non la vedevo!la trovavo sempre in polvere.

voi come la usate?

8 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    1 decennio fa
    Risposta preferita

    io la metto principalmente nel latte caldo.

    prendi il pentolino, metti latte e la stecca e lo fai bollire...

    oppure la uso x aromatizzare la casa.

    prendo una pentola, metto l'acqua, un'arancia tagliata e un po spremuta, 2 stecche di cannella, 2 chiodi di garofano e porto ad ebollizione, dopoichè la filtro e la metto nei fornelletti (sai quelli in ceramica con sotto la candela?) così man mano ke evapora profuma...

    oppure la metto nel caffè, la trito bene e la faccio diventare polvere, la uso come chiudipacco pe i regali....ci sono 1000 modi x usarla...

  • 1 decennio fa

    Io la uso per aromatizzare il the. E' buonissima

  • Anonimo
    1 decennio fa

    Ciao LISA!

    Beh a parte per i miei lavoretti di biedermier in cucina la uso per molte cose.

    Per fare il caldo bianco (una specie di vin brulè con il vino bianco, la cannella e la scorza di limone), per la pannacotta alla cannella ne metto un pezzetto mentre bolle il latte, per fare i biscotti alla cannella (al posto della cannella in polevere, quella in stecche sbriciolata rende di più ed a me sembra anche più profumata).

  • Anonimo
    1 decennio fa

    La cannella è la corteccia essicata di un albero originario di Celyon.

    La maggior parte delle produzione mondiale di cannella è in Sri Lanka, dove viene raccolta nel modo tradizionale da sempre: i rami giovani vengono raccolti manualmente al mattino e li mettono in una tipica capanna chiamata wadi.

    I rametti e la corteccia esterna vengono separati con un utensile di ottone, la parte interna è uno scarto e viene bruciata. I bastoncini di cannella sono formati dalle cortecce arrotolate e fatte essicare.

    In Cina esiste una varietà di cannella ad alto fusto, chiamata cassia, che però è meno pregiata.

    Le stecche di cannella possono essere utilizzate intere per aromatizzare zuppe, vin brulè, punch, ma anche per profumare ambienti e armadi.

    Per ottenere un aroma più intenso, le stecche di cannella possono essere frantumate ottenendo cannella in polvere, e aggiunte direttamente alle preparazioni, soprattutto nei dolci.

    Come accade per tutte le spezie, la cannella in polvere perde molto più velocemente il suo aroma rispetto a quella intera.

    Ecco alcune ricette:

    Gelo di cannella

    Ingredienti:

    200 gr. di stecche di cannella, 700 gr. di zucchero, 200 gr. di amido per dolci, 20 gr. di pistacchi, 2 litri di acqua.

    Preparazione:

    Lasciate a macerare per una notte, nell'acqua, le stecche di cannella. Fate bollire il tutto e dopo lasciate riposare per circa un giorno. Quindi filtrate l'infuso e rimettete sul fuoco. Aggiungete l'amido e lo zucchero facendo attenzione che non si addensi. Versate in coppe e spolverate con pistacchi tritati, lasciate raffreddare per parecchie ore prima di servire.

    Liquore alla cannella

    Per 1 litro e ½ circa di liquore

    Ingredienti: 12 stecche di cannella - 0,5lt di alcool a 95°- 400gr di zucchero - 0,7lt di acqua

    In un barattolo di vetro a chiusura ermetica mettere le stecche di cannella con l'alcool. Lasciare riposare per almeno tre settimane (l'alcool deve diventare di un bel colore ambrato).

    Mettere in una pentola 0,7lt di acqua e portare ad ebollizione; abbassare il fuoco, aggiungere lo zucchero, farlo sciogliere e lasciar sobbollire a fuoco basso per due o tre minuti. Spegnere e lasciar raffreddare. Aggiungere l'alcool, mescolare ed imbottigliare (usando gli appositi filtri).

    Gelato alla cannella

    Ingredienti:

    600 ml di latte, 300 ml di panna, 250 g di zucchero, 6 tuorli, 1 baccello di vaniglia, 1 stecca di cannella.

    Preparazione:

    Immergete il baccello di vaniglia nel latte in cui avete sciolto lo zucchero e scaldate senza portare a ebollizione.

    Lavorate a crema i tuorli e lo zucchero fino a ottenere un composto soffice e spumoso. Aggiungete a filo il latte dal quale avete tolto la vaniglia e mescolate dolcemente con la frusta per ottenere una crema omogenea. Immergete nella crema la cannella spezzettata e lasciate riposare per alcune ore (potreste anche preparare la crema la sera precedente). Eliminate la cannella e aggiungete la panna.

    Lasciate riposare in frigorifero, sul ripiano più freddo, per un’ora e mezza, quindi frullate per un minuto. Rimettete in frigorifero per un’ora e ripetete l’operazione almeno altre 2 volte. Dopo l’ultimo intervento con il frullatore, riponete il gelato nel congelatore e lasciatelo riposare nel congelatore per 2 ore e comunque fino a quando ha raggiunto la giusta consistenza. In alternativa, mettete il composto nella gelatiera e seguite le istruzioni del vostro elettrodomestico.

    Togliete il gelato dal freezer 2 ore prima di servirlo in tavola.

    Crema alla cannella al forno

    1 litro latte, 7-8 tuorli d'uovo, 14 cucchiai zucchero, 2 cucchiai maizena, buccia di un limone grattugiata (senza la parte bianca), 1/2 cucchiaino cannella in polvere

    Fate bollire lentamente tre quarti del latte, fino a che si sarà lievemente ridotto di quantità.

    Nel frattempo usate la metà dell'altro quarto di latte per sbattere energicamente i tuorli d'uovo e infine il rimanente mezzo quarto per diluire la maizena.

    Rimettete sul fuoco il latte bollito e, senza fare alzare del tutto il bollore, aggiungete rimescolando sempre 8 cucchiai di zucchero, le uova sbattute e il latte con la maizena. Mescolate facendo sobbollire fino a che la crema non diventerà densa e velerà il cucchiaio.

    Toglietela allora dal fuoco e versatela in una pirofila da forno piuttosto bassa; aspettate che si raffreddi, quindi versatevi sopra a pioggia la cannella, la buccia di limone grattugiata e il rimanente zucchero.

    Mettete in forno e lasciatecela fino a che lo zucchero non si sarà sciolto e non avrà formato un velo dorato. Servitela fredda.

    Ecco anche il link per una crema calda

    http://ricette.leonardo.it/ricetta_crema...

    NB: i semini sono dentro ai baccelli di vaniglia e non dentro la cannella!!!

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Anonimo
    1 decennio fa

    dentro il brodo ,con i chiodi

    per fare il brulè

    dentro lo spezzatino o negli arrosti

  • 1 decennio fa

    quella in sytecche in genere si usa per i liquori fatti in casa tipo nocino perchè deve stare a macerare per scaricare l'essenza in genere uso quella in polvere per i dolci.

  • 1 decennio fa

    mai usata, non mi piace l'aroma!!! ma l'ho sempre vista sia in stecche ( di varie dimensioni) che in polvere! un bacio

  • Anonimo
    1 decennio fa

    io la uso per i olci che prevedono il latte,facendolo scaldare con 1 stecca per profumre il pot purry,a pezzettini piccoli per lo spezzatino,e' molto intenso e migliore il sapore.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.