Barzeeeeeeeeeeeeeeee?????....lletteeeee??

Una donna si reca in un negozio di articoli sportivi per comprare una canna da pesca da regalare al marito per il suo compleanno. Nel negozio dietro la cassa l’unico impiegato e’ un tizio con gli occhiali scuri e un cane che le chiede: "Posso aiutarla?". "Certo, vorrei una canna da pesca, mi puo’ parlare di questa? ". Il venditore le dice: "Sono spiacente, signora, ma sono cieco e non posso vedere la canna a cui lei si riferisce. Tuttavia se la prende e me la porta qui io sono in grado di descrivergliela in base al rumore che fa". La signora prende la canna e la porta alla cassa dal rivenditore cieco. Questi la agita e dice: "Questa e’ una Zebco 250, in fibra di vetro, da 6 pollici, a media gittata. Costa 15 dollari". La signora dice: "Eccezionale!" e prende un’altra canna. Il rivenditore la agita e dice: "Questa e’ una Orion 35C, di grafite, da 6 pollici, a lunga gittata, da usare con una attrezzatura ultra-leggera. Costa 20 dollari". Notevolmente colpita la signora decide di comprare la seconda canna. Nel mentre la signora si lascia sfuggire un gran peto rumoroso e puzzolente, ma pensa di non scusarsi con l’uomo dato che e’ cieco e che non ha idea di chi lei sia. Il venditore alla cassa dice: "Allora, fanno 25 dollari". E la signora: "Ma come? 25 dollari? Lei aveva detto 20 dollari! ". "Certo, signora, 20 dollari per la canna, 3 dollari per il richiamo dell’anitra e 2 dollari per l’esca a base di vermi".

Ad un tizio, mentre e' in autostrada, scappa una gran cagata, non ce la fa veramente piu'. Si ferma al primo autogrill, vede i bagni, ma c'e' scritto che ci vogliono 1.000 lire. Eh, figurati dice lui, ci mancherebbe che paghi per andare in bagno, andro' al prossimo. Arriva a quello dopo, quasi non si trattiene, ma vede scritto: 5.000 lire per usare il bagno. Ci mancherebbe, provero' al prossimo, dice, sicuramente costera' di meno. Corre a quello dopo, e sono 10.000 lire, a quello seguente 20.000 lire, ancora dopo 40.000 lire, finche' arriva in uno in cui c'e' scritto 1.000.000 lire. Ma ormai se la sta facendo addosso, cosi' paga ed entra. Passano 10, 20, 30 minuti, un ora, due ore, cosi' l'addetto si preoccupa, bussa, nessuno risponde, allora dopo un po' decide di sfondare la porta. Entra e trova il tizio impiccato, con un cartello appeso al collo: "Era solo una scoreggia!".

Pierino torna a casa da scuola mogio mogio con una nota da far firmare al padre. Sulla nota c'e' scritto: "Pierino e' stato ufficialmente richiamato perche' alla sua eta' ancora non sa spiegare la differenza tra TEORIA ePRATICA".

Allora il padre:

- Ma come Pierino... ancora non sai la differenza fra teoria e pratica?

- No papa'! Non me la potresti spiegare tu?

Il papa' ci pensa su un attimo e poi fa:

- D'accordo Pierino! Prima di tutto vai da tua madre e chiedile se per dieci milioni la darebbe al primo che capita!

- Ma papa'... io non ho il coraggio di andare a chiedere una cosa simile alla mamma...

- Se te lo dico io Pierino vuol dire che ci puoi andare...

Pierino allora va dalla madre e le rivolge la domanda... la madre ci pensa un pochettino poi risponde che per dieci milioni lo farebbe. Pierino torna dal padre e riferisce:

- Papa'... mamma ha risposto di si!

- Bene Pierino ora vai da tua sorella e chiedile se per dieci milioni la darebbe al primo che capita!

- Ma... papa'...

- Ti dico vai...

Pierino va dalla sorella e le rivolge la domanda. La sorella senza nemmeno starci a pensare risponde che per dieci milioni la darebbe eccome, cosi Pierino corre dal padre a riferirlo:

- Papa'... anche Lauretta ha risposto di si!!

- Vedi Pierino... ora ti spiego la differenza:

In TEORIA c'abbiamo venti milioni in banca...

In PRATICA c'abbiamo due migno...tte a casa!!!!

Piaciuuuteee???? XD

Dai dai raccontate, magari se non ora vista l'ora, magari domani XD

aspetto con ansia :-P

Aggiornamento:

Una ragazza molto carina ha pero' un piccolo difetto. Ha l'alito cosi' puzzolente che quando si parla allo specchio, la propria immagine le gira le spalle, e per questo motivo si crea un sacco di problemi. Un sabato sera delle amiche la invitano ad andare in discoteca e con insistenza riescono a portarcela. Mentre tutte le sue amiche sono invitate a ballare lei se ne sta in un angolino da sola, finche' un bel ragazzo invita pure lei. In un primo momento fa cenno di no, ma poi visto che il ragazzo e' bello e insiste accetta. Dopo un po' che ballano il ragazzo le chiede: "Ma ti sto antipatico ? Sono almeno dieci minuti che balliamo e non hai pronunciato una parola, dimmelo se preferisci stare da sola". Lei vedendo andare a monte anche questa possibilita' ed essendo veramente attratta dalla bella figura del ragazzo riesce in qualche modo a dirgli: "NO! BALLIAMO ANCORA". A questo punto il ragazzo stupito la guarda e gli dice: "HAI SCOREGGIATO?". E lei prontamente: "NO, TE LO GIURO". E lui:

Aggiornamento 2:

"ADESSO SI' PERO' !".

AHAHHAH

P.s. storia vera auhauhauhauh :-P

Aggiornamento 3:

GRAZIE a tutti, belle pure le vostre ahahah

7 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    Una piccola vecchia signora un giorno ando' alla Banca del Canada portando con se' una borsa piena di denaro. Insistette che doveva parlare con il presidente della banca per aprire un conto perche "E' un sacco di denaro!". Dopo un po' di ripensamenti, gli impiegati la portarono nell'ufficio del presidente (il cliente ha sempre ragione!). Il presidente della banca le chiese quindi quanto voleva versare e lei disse "165.000 dollari" e butto' la borsa sulla sua scrivania. Il presidente fu, chiaramente, curioso di sapere come aveva fatto ad ottenere tutto quel contante, cosi' glielo chiese: "Signora, sono sorpreso di vedere che Lei si porta appresso tutto questo contante Come ha fatto ad ottenerlo?". La vecchia signora rispose: "Ho fatto delle scommesse". Il presidente le chiese ancora: "Scommesse? Che tipo di scommesse? La vecchia signora rispose: "Per esempio, scommetto 25.000 dollari che le sue palle sono quadrate" "Ha!" rise il presidente "E' una scommessa stupida. Lei non potra' mai vincere una scommessa di questo genere!" La vecchia signora lo sfido': "Allora, accetta la mia scommessa?" "Certo" disse il presidente "Scommetto 25.000 dollari che le mie palle non sono quadrate!" Allora la vecchia signora disse: "Dato che si tratta di un mucchio di denaro, posso portare con me il mio avvocato domattina alle 10 come testimone?" "Certo!" disse il fiducioso il presidente. Quella notte, il presidente era veramente nervoso a causa della scommessa e passo' un sacco di tempo davanti allo specchio a controllare le sue palle, girandosi a destra e a sinistra continuamente. Le controllo' con attenzione finche' non fu sicuro che non era assolutamente possibile che le sue palle fossero quadrate e che avrebbe vinto la scommessa. Il mattino dopo alle 10 precise, la vecchia signora fece la sua comparsa con il suo avvocato nell'ufficio del presidente, ripete' la scommessa: "25.000 dollari che le palle del presidente sono quadrate!" Il presidente accetto' di nuovo la scommessa e la vecchia signora gli chiese di abbassare i pantaloni, cosi' tutti avrebbero potuto vedere. Il presidente accetto'. La vecchia signora scruto' attentamente le palle e poi gli chiese se poteva toccarle. "Va bene, in fondo 25.000 dollari sono un sacco di soldi, quindi credo che Lei debba essere assolutamente sicura." In quel momento, egli noto' che l'avvocato stava silenziosamente sbattendo la testa contro il muro. Il presidente chiese alla signora: "Che diavolo ha il suo avvocato?" Ella disse: "Niente, a parte il fatto che ho scommesso con lui 100.000 dollari che alle 10 di stamattina avrei avuto nelle mie mani le palle del Presidente della Banca del Canada".

    un francese un inglese e un napoletano sono costretti a dormire in un solo letto,il francese a sinistra,il napoletano a centro,e l'inglese a destra.

    durante la notte l'inglese "si salvi chi puo"e sputa, il francese lesto si mette sotto le lenzuola,ma il napoletano riceve lo sputo in piena faccia,.dopo un pò il francese"si salvi chi può"e sputa, subito l'inglese si infila sotto le coperte, e il napoletano ancora una volta si becca lo sputo,.dopo mezz'ora il napoletano"si salvi chi può"il francese e l'inglese subito si mettono sotto le coperte,allora il napoletano sgancia una mitragliata di scorregge con puzza"non vi siete salvati vero?"

    Sul tram un uomo viaggia accanto ad una signora distinta che pero' emana un tanfo terribile. L'uomo ironico le dice"signora scusi... ma che profuma usa?" La donna scocciata risponde" eh va be'... Biancaneve e i sette nani" e l'uomo replica " Allora signora guardi che deve essere morto Eolo!!"

    Un Pierino torna a casa e dice al padre: oggi a scuola ci hanno chiesto: "che cos'è la politica? " Ma io non ho saputo rispondere. Me lo spieghi tu papà?

    Certo figliolo, ti faccio un esempio!

    Io lavoro e porto i soldi a casa. Quindi sono un CAPITALISTA.

    La mamma amministra il mio guadagno e cura l'andamento della casa, Quindi rappresenta il GOVERNO.

    Tu sei il figlio maggiore del quale dobbiamo preoccuparci e quindi tu rappresenti il POPOLO

    La tua sorellina che è ancora piccola rappresenta IL FUTURO DELLA NAZIONE.

    La donna di servizio che lavora in casa rappresenta LA CLASSE OPERAIA.

    Cosi ti ho spiegato cos'è la politica!

    La notte seguente il bambino si sveglia dal pianto della sorellina che dorme Vicino a lui ,si alza cercando di calmarla e vede che ha il pannolino slegato, ed è piena di cacca fino ai capelli,allora va in camera dei genitori per chiamare la mamma.

    Ma questa dorme profondamente e non sente,il padre non c'è, allora va in camera della donna di servizio e bussa alla porta chiusa, ma nessuno risponde,spia dal buco della serratura e vede il padre che sta trombando con la cameriera.

    Il bambino ritorna a letto e pensa:

    ADESSO HO CAPITO COS'E' LA POLITICA:

    1. IL CAPITALISTA SI FOTTE LA CLASSE OPERAIA

    2. IL GOVERNO DORME E NON SENTE UN *****

    3. IL POPOLO...NESSUNO LO ASCOLTA

    4 IL FUTURO DEL PAESE E' PIENO DI *****

  • 1 decennio fa

    L'allenatore del Napoli invia degli osservatori fidati in giro per il

    mondo per cercare una nuova punta in grado di far raggiungere la Coppa

    Uefa alla squadra.

    Uno degli osservatori gli dice di un ragazzo iracheno che, secondo

    lui, diventerà un fuoriclasse.

    L'allenatore va in Iraq a visionarlo, rimane ben impressionato e lo

    fa acquistare.

    Due settimane più tardi, il Napoli sta perdendo 2- 0 in casa a 20

    minuti dalla fine, l'allenatore fa una sostituzione e manda in campo il

    ragazzo di Bagdad.

    Incredibile!

    Segna 3 reti negli ultimi venti minuti e il Napoli vince!

    I tifosi sono in delirio, i giocatori, tutto lo staff e i giornalisti

    lo adorano.

    Appena esce dal campo, il ragazzo chiama subito la mamma per

    raccontarle della sua prima partita nel campionato italiano:

    - Ciao Mamma, indovina un po'? - le dice - Ho giocato per 20 minuti

    oggi, stavamo perdendo 2-0, ma io ho segnato 3 gol e

    abbiamo vinto!

    Tutti mi amano, i tifosi, i giocatori e i giornalisti!

    Tutti!

    - Bravo. - risponde la madre - Adesso ti racconto della mia

    giornata:

    hanno sparato per strada e tuo padre è rimasto ferito, io e tua

    sorella siamo state derubate e picchiate, tuo fratello

    è entrato a far parte di una banda di ladruncoli! Tutto questo mentre

    tu ti stavi divertendo!

    Il giovanotto ci rimane malissimo e poi risponde:

    - Cosa posso dirti, mamma? Mi spiace...

    - Ti spiace ? TI SPIAAAACEEEE?!?!?! E' tutta colpa tua se siamo

    venuti a vivere a Napoli!!!

    Fonte/i: Il 'Beccamorto'. Durante il Medioevo, quando un uomo moriva, per certificarne la morte veniva chiamato il medico, il quale, per verificare l'effettivo decesso, usava infliggere dolore al deceduto. Il modo più comune, a quel tempo, era un potente morso inflitto alle dita dei piedi, quasi sempre l'alluce. Nel dialetto del popolino, il medico assunse così il nome di 'beccamorto'. Questa pratica diede origine ad un vero e proprio mestiere, prestigioso e redditizio, che veniva tramandato dal padre al primo figlio maschio. A un certo punto, uno dei beccamorti più famosi non riuscì a concepire figli maschi; la moglie partorì 4 femmine. Il beccamorto, per evitare l'estinzione del mestiere, domandò alla chiesa la dispensa per poter tramandare la professione alla propria figlia femmina la quale, dopo aver ricevuto la benedizione, iniziò il suo lavoro di beccamorto. Il caso volle che il suo primo morto fosse un giovane cavaliere al quale un carro aveva tranciato entrambe le gambe; la ragazza era indecisa su dove infliggere il morso ma, alla fine, prese una decisione.... .....E nacquero le 'Pompe funebri'.
  • 1 decennio fa

    due fidanzati stanno x sposarsi.la migliore amica della ragazza invita il futuro sposo a casa sua e gli confessa di essere pazzamente innamorata di lui.gli dice che vorrebbe passare una notte con lui e lo invita ad entrare in camera.il ragazzo esce dalla casa e si dirige verso la macchina dove incontra la sua ragazza ke lo abbraccia e gli dice di perdonarla per avergli sottoposto questa prova difficile.voleva solo essere sicura di sposare l'uomo della sua vita.morale della favola:lascia sempre un pacchetto di profilattici in makkina.ahahahahhahaha

  • Anonimo
    1 decennio fa

    Ahahahahahah!!

    Ke ganze

    Compl

    Ciao

    ciao

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Anonimo
    1 decennio fa

    Un giorno una lepre vede un corvo appollaiato su un ramo e gli chiede:

    "ciao corvo, cosa fai?" e il corvo risponde: "niente".

    "Ma come dice la lepre e non ti annoi?"

    "no risponde il corvo è molto piacevole e gratificante,

    dovresti provare anche tu". Così la lepre incuriosita si siede alla base dell`albero ed inizia a non fare un bel niente; dopo poco passa una volpe e si mangia la lepre.

    MORALE: per non fare un bel niente devi essere seduto molto in alto.

  • Anonimo
    1 decennio fa

    sei proprio bravo mi ci voleva proprio qualche buona barzelletta

  • 1 decennio fa

    bravo - ogni tanto si legge volentieri qualche barze..

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.