Samantha M ha chiesto in SaluteMedicina alternativa · 1 decennio fa

chi ha mai preso una tisana? come si prepara? funziona?

1 risposta

Classificazione
  • Anonimo
    1 decennio fa
    Risposta preferita

    Preparare le tisane

    Le tisane sfruttano il potere solvente dell'acqua e possono essere preparate secondo tre diversi procedimenti.

    infuso: consiste nel versare acqua calda (nello stadio appena prima del punto di ebollizione) sulle erbe poste in una tazza o in un altro contenitore non metallico in grado di sopportare il calore; dopo un periodo che va dai 5 ai 10 minuti si mescola e si filtra. Va generalmente bevuto caldo, eventualmente addolcito con miele (se temete di incrinare un recipiente di terracotta con il liquido caldo mettete dentro il recipiente un cucchiaio e versate il liquido sopra di esso, invece che direttamente sul fondo);

    decotto: le erbe vanno messe in acqua fredda in un pentolino con coperchio, l'acqua viene portata a ebollizione e lasciata bollire per un periodo che va dai 5 ai 20 minuti, a seconda che si tratti di fiori, foglie, corteccia o radici,. Il decotto va generalmente bevuto caldo;

    Macerazione e tinture: le erbe vanno poste nel liquido (acqua, olio, vino o alcol) a freddo e il periodo di infusione va da un giorno a qualche settimana. Non si ricorre mai al calore, tutto il processo si svolge a freddo.

    Le dosi

    una manciata corrisponde a circa 30-40 gr

    un pugno corrisponde a circa 8-10 gr

    un cucchiaio corrisponde a circa 5 gr

    un cucchiaino corrisponde a circa 2 gr

    un pizzico corrisponde a un cucchiaino o poco più

    Liquidi

    un cucchiaino corrisponde a circa 4-5 gr

    un cucchiaio corrisponde a circa 10 gr

    un bicchierino corrisponde a circa 35 gr

    una tazzina corrisponde a circa 60-70 gr

    un bicchiere corrisponde a circa 100-120 gr

    una tazza corrisponde a circa 130-150 gr

    Per zuccherare una tisana meglio usare il miele ed evitare i dolcificanti. Non è vero che lo zucchero di canna è migliore di quello raffinato, ma sicuramente ha un sapore particolare che negli infusi ( e anche nel tè) può risultare più gradevole. Nel preparare gli infusi cercate di non portare mai l'acqua a ebollizione completa, noterete la differenza se preparerete due tazze di tè, una con acqua a pieno bollore e l'altra con acqua a primo bollore, lasciatele in infusione per lo stesso periodo (circa 4-5 minuti): il tè preparato con acqua a pieno bollore risulterà più amara.

    Ecco a te.. Ciaoooo

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.