Vanessa ha chiesto in Scuola ed educazioneCompiti · 1 decennio fa

chi è bravissimo a fare i temi ! 10p........?

ciao raga volevo chiedervi se potreste dedicarmi una mezzoretta per provare a fare questo tema il più creativo, interessante e coinvolgente otterrà 10 puntissimi: il tema deve essere breve è un racconto giallo su una donna anziana proprietaria di un castello, in scozia, un maggiordomo e altri 3 personaggi secondari.... buon lavoro e grazie mille in anticipo.....

Aggiornamento:

beh grazie mille... se è questo lo spirito di yahoo........

2 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    1 decennio fa
    Risposta preferita

    era una mattina fredda, le nuvole coprivano interamente il cielo senza che la luce del sole potesse filtrare attraverso le fessure della mia finestra ed io mi ero appena risvegliato sotto il tepore delle coperte di lana.

    la giornata si prospettava noiosa e lunga cosi decisi di avviarla con una bella colazione a base di bacon e uova con un bicchiere di succo; alle 8 e 30 minuti uscii di casa per andare in ufficio dove mi attendeva il mio capo ovvero l'investigatore Brown con il quale lavoravo da 10 anni in ogni caso che si presentasse intricato. Infatti noi eravamo i migliori in quel campo e senza voler essere arrogante direi che eravamo molto richiesti.

    Alle 10 emmezza arrivò una telefonata al centralino da parte di una persona che denunciava la morte di una signora anziana nel proprio castello a Inverness; subito decidemmo di andare sul posto.

    Il castello si presentava ai nostri occhi tetro e diroccato, il portone di ingresso era molto ampio e l'interno era un labirinto di corridoi e cunicoli. Ci accolse il maggiordomo che subito ci portò nella stanza dove aveva ritrovato la signora morta e li cominciammo ad espezionare ogni angolo di quella camera da letto anche il piu remoto.

    Sul corpo della donna non c'erano segni di violenza ne tracce di sangue, poco lontano per terra una macchia di un liquido luccicava sul palque ai primi raggi del sole che nel frattempo si era affaciato tra le nuvole. Lo stanzone risultava completamente pulito e dopo un'analisi piu attenta non furono ritrovate impronte di alcun genere; l'assassino aveva agito in maniera impeccabile.

    Nel pomeriggio fu avvisato l'unico figlio della signora che era anche il solo parente rimasto in vita, egli accorse subito per accertarsi dell'accaduto prendendo il primo volo dall'egitto (luogo in cui si trovava per lavoro) anche se a prima vista non sembrava piu di tanto scosso. Quando ritornammo al castello il giorno dopo trovammo una signora, che all'incirca deve aver avuto gli stessi anni della vittima, mentre era intenta a bussare; essa si rivelò essere un'amica della povera donna morta il giorno prima e non appena seppe la notizia fu molto scossa e le scesero alcune lacrime sul volto.

    Decidemmo di andare infondo al caso che però diventava ora dopo ora sempre piu complesso ed intricato, infatti qualche giorno dopo venimmo a sapere che la vittima la sera prima della sua morte aveva dato luogo nel suo castello ad una grande cena con qualche amica e con il figlio, ma non era chiaro ne il movente ne il modo in cui era morta ne soprattutto il colpevole. Passammo diverse notti a ragionare su questi tre obbiettivi ma non ci eravamo accorti che la prova che stavamo cercando era sotto i nostri occhi. A tre settimane esatte dall'assassinio tutto divenne molto piu chiaro; indagando sul conto in banca della signora furono scoperti molti assegni con parecchi zero che avevano come destinataria la cara amica che avevamo trovato una delle prime mattine dopo il misfatto; venimmo anche a conoscenza di alcuni litigi avvenuti durante la cena che aveva preceduto l'ultima sera della vittima tra la vittima stessa e il figlio ma soprattutto decidemmo di andare piu a fondo sulla macchia ritrovata nella camera da letto e scoprimmo che si trattava di una sostanza a noi sconosciuta ma che corrispondeva a un veleno prodotto solo nei paesi dell'africa e del medio oriente. Dunque fu subito inviato un mandato di arresto alla caserma di inverness per il signor peterson ovvero il figlio della vittima.

    Infatti il colpevole non poteva risultare che lui poiche tutti gli elementi in nostro possesso erano collegati: egli aveva deciso di uccidere la madre con un veleno sperando di non lasciare tracce di alcun tipo, infatti aveva pulito tutta la stanza tranne quella macchia che aveva dovuto lasciare per l'arrivo del maggiordomo, inoltre come detto il veleno era conosciuto e prodotto solo dai paesi del medio oriente e dell'africa luogo (l'eggitto) dove si trovava quando fu avvisato della morte della madre. Infine il movente era l'eredita dell'anziana signora che giorno dopo giorno andava diminuendo a vantaggio dell'amica e questo era stato anche argomento di discussioni molto ravvivate; con una morte immediata dunque tutte le proprieta della donna sarebbero finite nelle sue tasche all'istante.

    Dopo un mese esatto il caso era chiuso e ancora una volta io e l'investigatore Brown avevamo svolto un ottimo lavoro.

    ciao

    Fonte/i: liceo classico
  • 1 decennio fa

    ..beh io in genere sono molto bravo in questo tipo di lavori, ma 10 punti non bastano come pagamento, il lavoro è impegnativo, sorry

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.