Anonimo
Anonimo ha chiesto in SaluteSalute della donna · 1 decennio fa

il papilloma virus viene in bocca?

ho avuto l hpv e da un po di tempo ho notato delle bolle nelle gengive e sulla lingua...uhm...nn so...andrò dal ginecologo...ma sapete se fosse un papilloma come si toglie in bocca??pù venire anche .....li.....nel fondoschiena?scusate le domande ma sn un po preoccupata..10punti a chi risponde bene...

2 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    L’infezione da HPV può coinvolgere qualsiasi parte del corpo: alcuni tipi infettano le mani, le ginocchia e i piedi, altri la faccia, e altri il tratto genitale. Questo articolo focalizza l’attenzione sull’infezione del tratto genitale.

    Più di 20 tipi di HPV possono infettare il tratto genitale. Il virus può dare tre forme di infezione: clinica, subclinica o latente.

    La forma clinica è la verruca genitale.

    La forma subclinica non è visibile ad occhio nudo ma lo può essere al microscopio, ad es. su un Pap Test (un campione della cervice prelevato durate un esame colposcopico).

    L’infezione latente viene messa in evidenza solo utilizzando tecniche molecolari. I fattori che influenzano il passaggio

    Tra I diversi stati infettivi sono ancora poco conosciuti, ma sono chiaramente importanti fenomeni autoimmunitari.

    Verruche anogenitali visibili sono solitamente causate da HPV di tipo 6 o 11, e le lesioni possono apparire sulla vulva, cervice uterina, vagina, pene, scroto, uretra e ano. Lesioni intra-anali sono predominanti in pazienti che hanno avuto rapporti anali. Queste lesioni vanno distinte da quelle perianali, che possono avvenire in uomini e donne che non hanno praticato sesso anale.

    HPV 6 e11 sono stati associati anche a lesioni congiuntivali, nasali, orali e laringee. HPV 6 and 11 hanno un basso potenziale oncogenico e sono raramente associati al carcinoma invasivo a cellule squamose del tratto genitale.

    Altri tipi di HPV anogenitalesono fortemente associati alla neoplasia intraepiteliale cervicale (CIN), vulvare, del pene e al carcinoma a cellule squamose. Questi ceppi oncogenici di HPV si ritrovano occasionalmente in lesioni genitali visibili e sono stati associati anche alla neoplasia intraepiteliale vulvare (VIN) e alla neoplasia intraepiteliale del pene (PIN).I pazienti che hanno verruche genitali visibili possono essere infettate contemporaneamente da più di un tipo di HPV.Le verruche genitali sono lesioni che avvengono nell’area ano-genitale. Si presentano come lesioni confinate o possono confluire in placche. La sola ispezione clinica è sufficiente a diagnosticare la maggior parte delle verruche genitali esterne, e c’è una buona correlazione tra obiettività e studi istologici. Le verruche genitali sono frequentemente multifocali (una o più lesioni in un sito anatomico, per es. la vulva), o multicentriche (lesioni presenti in diversi siti anatomici, per es. il perineo e la cervice). E’ importante esaminare prima del trattamento, l’intero tratto genitale inferiore per la eventuale presenza di lesioni visibili multicentriche. E’ sempre raccomandata una colposcopia prima del trattamento. La valutazione di verruche intraanali è raccomandata in uomini e donne con episodi ricorrenti di lesioni perianali e con una storia di rapporti anali.

    La diagnosi differenziale delle verruche genitali include le lesioni che possono causare papule e lesioni piatte eritematose. Le papule genitali includono normali strutture anatomiche come le papule perlee del pene, le papille vestibolari, le ghiandole sebacee e quelle di Tyson. Papule acquisite includono il mollusco contagioso, il lichen nitidus, skin tags, nevi melanocitici.

    La neoplasia intraepiteliale vulvare(VIN) si presenta solitamente come una papula pruriginosa che può apparire unifocale o multifocale, bianca, rossa, pigmentata, solitamente a papula o a verruca. Può essere piccola e definita o estesa, ricoprendo la maggior parte della vulva e della cute perianale.

    A volte è clinicamente indistinguibile dalla forma papulare delle verruche genitali esterne. L’esame istologico mostra una neoplasia intraepiteliale ad alto grado: VIN III è solitamente associata alla infezione di HPV tipo 16.

    TRATTAMENTO DELLE VERRUCHE GENITALI

    Lo scopo primario del trattamento è di eliminare le verruche che causano sintomi fisici o psicologici. Dal punto di vista fisico le verruche sono spesso asintomatiche ma possono essere dolorose o dare prurito.

    Dal punto di vista emozionale, le verruche possono essere socialmente imbarazzanti o esteticamente disdicevoli.

    Il trattamento può esitare in uno stato clinicamente guarito, ma l’infezione virale sottostante può o meno persistere. L’eliminazione delle verruche esterne visibili può non diminuire l’infettività, dal momento che le verruche non rappresentano l’intera carica virale. Siti interni e tratti di cute clinicamente normali possono agire come reservoirs per l’infezione da HPV.

    Se non trattate, le verruche possono risolversi spontaneamente (il 20% in 6 mesi), restare inalterate, oppure aumentare in numero e dimensioni. Raramente progrediscono verso un cancro.

    Oggigiorno non esiste nessun trattamento ideale per tutte le pazienti o tutte le verruche.

    Trattamenti auto-applicanti

    I trattamenti auto-applicanti includono soluzioni chimiche che distruggono le verruche come la Podofillina e sostanze stimolanti le difese dell’organismo: l’Imiquimod.

  • Anonimo
    1 decennio fa

    certo...il papilloma virus può venire anke in bocca e all ano...anke se è molto raro...dai sintomi che hai descritto non so dirti se siano collegati con il papilloma virus...magari sono solo afte...non pensare al peggio...una visita falla però ed esponi i tuoi dubbi al dottore...ti tranquillerà più di noi...baci

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.