promotion image of download ymail app
Promoted

AIUTATEMI!!! DOVE FARE UNA RICERCA DI SCIENZE!!!!!!!!!!! MI AIUTATE?

Per domani devo fare un ricerca riguardo al pensiero degli antichi del mediterraneo sul sistema solare ( soprattutto del Sole e della Terra )!!

Devo parlare di ogni popolo del mediterraneo...

10 PUNTI AL PRIMO CHE MI INVIA LA RICERCA PIU` COMPLETA!!!

2 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    Le idee cosmologiche diffuse tra i GRECI dell'epoca arcaica sono ricavabili dai poemi omerici. La Terra era concepita come un disco piatto circondato dal fiume Oceano. Al di sopra del disco, in forma di calotta semisferica, era posto il Cielo, mentre al di sotto vi era il Tartaro. Poiché il Tartaro è sempre buio il Sole (e gli altri astri) non potevano mai raggiungerlo. Secondo una tradizione riferita da Ateneo e presente già nella mitologia egizia il Sole durante ogni notte sarebbe stato trasportato da Ovest ad Est lungo l'Oceano, adagiato in un letto o, secondo altri autori, posto in una coppa. Omero conosce e nomina alcune costellazioni e stelle, ma le nozioni astronomiche da lui usate sono estremamente limitate. Esiodo, in relazione alla regolazione dei tempi del lavoro agricolo, ha l'occasione di citare qualche nozione in più. Ad esempio come punti di riferimento temporali usa sia i solstizi sia fenomeni stellari. Si tratta però anche in questo caso di conoscenze empiriche, inquadrate nell'ambito della cosmologia tradizionale.

    *****************************************

    EGIZI e la Nascita dell’Universo

    Secondo gli Egizi in principio esisteva solo il Caos (Nun) identificato con l’oceano primordiale in cui viveva Atum che sorse dall’acqua ed iniziò a splendere sotto forma del Sole (Ra). Ra generò due figli: Shu dio dell’aria e Tefnet dea dell’umidità; da questi nacquero Geb, dio della Terra e Nut, dea del cielo. Da questi nacquero Osiride e Seth da cui nacquero Iside Neftis e Horus. Ra si era stancato di regnare sulla Terra e decise di salire al cielo; Nun per aiutarlo chiamò Nut e la trasformò in una mucca, Ra salì sulla sua groppa ma quando Nut si rizzò sulle zampe posteriori si spaventò e Shu la sostenne e da ciò il cielo viene rappresentato sostenuto dalla Vacca celeste sotto il cui ventre splendono le stelle e attraverso il quale la barca di Ra attraversa il cielo nel suo percorso da oriente ad occidente.

    I Pianeti x gli Egizi

    Fin dalle primissime dinastie erano conosciuti,come in tutte le altre tradizioni antiche grazie al movimento rispetto alle stelle fisse, cinque pianeti ma venivano indicati in un ordine differente: Giove, Saturno, Marte, Mercurio e Venere.

    Giove era una delle rappresentazioni di Horus, rappresentato con una divinità con la testa di falcone in piedi su una barca e con una stella sulla testa e veniva chiamato stella risplendente o servitore del sud.

    Saturno era ancora una volta un aspetto di Horus e veniva chiamato la stella orientale che attraversa il cielo o Horus il toro; un’altra rappresentazione era quella del Dio Ptah.

    Marte era Horus il Rosso o Horus all’orizzonte.

    Mercurio era Seth nel crepuscolo serale ed un altro dio non ben identificato nel cielo mattutino e veniva chiamato il servitore del nord.

    Venere è fonte di diverse interpretazioni: Uati come stella serale e Tiu-Nutiri come stella che preannuncia il mattino ma anche Hathor e Bastet (la dea gatto) rispettivamente dea dell’amore spirituale e dell’amore fisico.

    *******************************************

    I SUMERI credevano che l’universo fosse formato di 4 elementi: La terra (Ki), si credeva fosse un disco piatto sormontato dall’aria-vento (lil) ed il tutto racchiuso da una cupola solida, il cielo (an). L’oceano primordiale (abzu) circondava la terra e vi propagava all’interno le sue acque. Ogni cosa esisteva grazie agli dei.

    Tra le divinità più importanti c’era il dio-aria (Enlil), An, dio-cielo, Enki, (dio-acqua) e Ninkursag (dea-madre/ madre-terra). Nanna e Uti (luna e sole) erano altre importanti divinità.

    *****************************************

    Già i BABILONESI avevano rappresentato la terra come un disco piatto, circondato da un fiume, come testimonia la Babylonian World map, datata intorno al quinto secolo avanti Cristo. Questa tavoletta mostra una terra al cui centro si trova la città di Babilonia, contornata da un gran fiume e sette isole che indicano altrettanti territori lontani. I testi della tavoletta indicano anche delle costellazioni animali che nel descrivere il cielo evocano antiche divinità spodestate.

    Il cosmo greco dell’epoca arcaica è descritto come una terra piatta circondata da un gran fiume, alla quale è sovrapposta una semisfera celeste. Molti autori concordano nel ritenere che tale rappresentazione sia di derivazione babilonese.

    Per percorrere questo spazio seguiamo il corso del sole...

    Elio, il dio sole, è rappresentato con caratteristiche umane, un essere “infaticabile”, un instancabile auriga che all’origine conduceva un carro trainato da buoi e solo più tardi da cavalli infuocati. Secondo Pindaro il fatto che egli tramontasse ogni sera indicava la sua sovranità su altre genti, che abitavano un altro lato della terra, vivi o morti, oppure il suo viaggio nelle profondità della Notte, verso la madre, la sposa ed i figli. Il sole stesso, infuriato per l’uccisione delle sue bestie reclama vendetta contro i compagni di Ulisse segnalando la sua possibilità di illuminare altri luoghi della terra: “Se non mi pagheranno la giusta pena, calerò nell’Ade e brillerò tra i morti”.

    Elio è figlio del Titano Iperione e di Tea, figure nelle quali si può riconoscere il sole stesso al momento dello zenit (iperion) e la luna nel suo aspetto di astro splendente.

    **********************************************

    I SUMERI

    In principio vi era il Mare Primordiale (Nammu), probabilmente mai creato, e quindi eterno. Dal Mare ebbe origine la Montagna Cosmica, che aveva per base gli strati più bassi della terra, e per cima la sommità del cielo. La Montagna era formata da Cielo e Terra, ancora uniti insieme e non distinti. Il Cielo, nella personificazione il dio An, e la Terra, nella personificazione la dea Ki, generarono il dio dell'Aria Enlil. A questo punto avvenne la separazione: An "tirò" il Cielo verso di sé, mentre Enlil "tirava" la Terra, sua madre. Dall'unione di Enlil e Ki nacquero tutti gli esseri viventi, dei, uomini, animali e piante.

    Inoltre, i sumeri introdussero il concetto di me. L'esatto significato di questa idea non è ancora chiaro, ma pare che definisse la capacità delle cose create di mantenersi in esistenza ed in moto continuo (capacità assegnata loro dagli dei).

    I sumeri consideravano l'universo visibile sotto forma di una semisfera, avente per base la Terra e per calotta il Cielo (An-Ki). La Terra era un disco piatto circondato dal mare (Abzu) e galleggiante su di esso. Al di sotto della terra stava un'altra semisfera diametralmente opposta a quella del cielo, non visibile, che conteneva le regioni infernali (Kur). Dunque, l'universo in generale era una sfera, divisa in due orizzontalmente dal piano diametrale costituito dalla terra. Da alcuni frammenti pare che i sumeri considerassero il cielo formato di un qualche metallo dai riflessi bluastri (questa credenza dipendeva probabilmente dal fatto che i meteoriti sono composti soprattutto di ferro e nichel quasi puri: il ferro siderale fu l'unica fonte di ferro metallurgico puro dell'antichità). Tra il Cielo e la Terra esisteva un terzo elemento, una sorta di "vento", o "soffio" (lil), le cui caratteristiche erano l'espansione e il moto (caratteristiche che noi oggi consideriamo proprie dell'atmosfera). Gli elementi cosmici come Sole, Luna e stelle si ritenevano composti della stessa materia, ma in questo caso luminosa.

    All'esterno della sfera dell'universo si stendeva all'infinito un Oceano Cosmico, un Mare primordiale misterioso ed invisibile

    Fonte/i: io ti ho copiato un po' di cose trovate da vari siti e da wikipedia....adesso sta a te approfondire la ricerca e/o scremarti quello che ti ho scritto io
    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    1 decennio fa

    inizia con il guardare i greci. vai su wikipedia.org

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.