assasin's ha chiesto in Scuola ed educazioneCompiti · 1 decennio fa

xfavore potete farmi questa cs su mumbai grzgrz 10 pt al primo?

attraverso la letteratura di quotidiani seguendo i telegiornali oppure navigando in internet ricostruisci quando accaduto in india indicando i luoghi i tempi e le possebili cause dell'attentato terroristico..

è qst a kir isp x primo e al migliore 10 pt grz di tuttoo.............

2 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    Da ore a Mumbai è l'inferno. In ventiquattr'ore sono morte almeno 125 persone e 327 sono rimaste ferite, in un catena di attentati coordinati che hanno colpito alcuni dei centri nevralgico della città. Nella notte indiana, i corpi d'elite hanno continuato a perlustrare palmo a palmo il Taj Mahal, ormai privo di ostaggi e dove sono stati uccisi tutti i terroristi. Ma rimangono gli ultimi focolai della resistenza terroristica: l'albergo Oberoi - dove tra gli ostaggi, ci sono anche 7 italiani, tra cui una bimba di sei mesi - e il centro ebraico Chabad House. Dunque, per la seconda notte consecutiva i commandos delle forze speciali si confrontano con i terroristi per trarre in salvo le decine di stranieri nascosti nelle stanze dell'albergo Oberoi o tenuti ancora in ostaggio. L'assalto finale all'Oberoi non è ancora avvenuto; probabilmente per le forze indiane ritengono ancora troppo alti i rischi di un bagno di sangue. Ma operazioni mirate si sono susseguite durante le ultime ore e i commandos indiani hanno tratto in salvo 39 ostaggi durante «le operazioni di rastrellamento» all'interno dell'edifico. Ne ha dato notizia la polizia senza specificare la nazionalità delle persone tratte in salvo. Tra i 39 tratti in salvo ci «sono anche alcuni stranieri», ha riferito un aiutante del capo della polizia di Mumbai, A N Roy, aggiungendo che si trattava di persone nascoste nelle loro stanze sin dall'inizio l'attacco. «Ma non possiamo ancora dire - ha aggiunto - di aver eliminato tutti i terroristi al 100 per cento».La situazione non è ancora sotto controllo, ha ammesso in nottata il primo ministro dello Stato indiano di Maharashtra, di cui Mumbai è la capitale. Almeno dieci siti, fra cui tre alberghi, sono stati attaccati contemporaneamente, ha precisato il capo del governo locale. In una conferenza stampa il premier, Vilasrao Deshmukh, ha detto che le forze di sicurezza stanno cercando di «stanare i terroristi che si nascondono nei due hotel», il Taj Mahal e l'Oberoi Trident, secondo quanto riferito dall'emittente indiana Ndtv. Deshmuk ha aggiunto che a Mumbai sono state inviate cinque colonne dell'esercito, con 200 commando speciali. La Ntvs ha riferito che quattro terroristi sono stati uccisi nell'hotel Taj, nove sono stati arrestati e tre sono fuggiti. Oltre al Taj e all'Oberoi Trident, sono stati attaccati due ospedali, la stazione centrale, l'aeroporto per i voli nazionali di Santa Cruz e altri luoghi affollati. In uno degli attacchi, è rimasto ucciso anche Hemant Karkare, capo dell'unità anti-terrorismo di Mumbai.BLITZ PER SALVARE I TURISTI IN OSTAGGIO - Gli attentati hanno preso di mira gli alberghi di lusso e i locali frequentati dai turisti. La tv ha mostrato le immagini delle fiamme che invadono la hall dell'hotel più famoso della città, il Taj Mahal appunto, dove tre impiegati sono morti. Nella notte ancora 110 persone circa erano intrappolate dentro l'hotel, secondo la tv indiana Ndtv che ha precisato che anche l'ospedale Cama e l'hotel Trident non sono ancora sotto il controllo delle autorità. All' interno del Taj Mahal ci sono ancora almeno tre o quattro terroristi. Lo indica la tv indiana Ndtv precisando che molte persone dello staff del prestigioso albergo sono state uccise. Parallelamente l'hotel Trident è sotto assedio da parte delle forze speciali indiane. Sarebbero due i terroristi dentro l'hotel Trident. I piani alti dell'hotel Taj Mahal sono andati in fiamme dopo il blitz: tanti hanno cercato di fuggire dalle uscite d'emergenza. Prima del blitz, era stata tentata anche una trattative con la polizia. L'emittente ha aggiunto che agli attacchi stanno prendendo parte almeno 200 terroristi. Due europarlamentari sono riusciti a fuggire dall'albergo: si tratta della tedesca Erika Mann, che per ore era rimasta nascosta nelle cucine dell'hotel e del polacco Jan Tadeusz Masiel. Insieme a loro è riuscito ad allontanarsi dall'hotel anche un funzionario, che fa parte della delegazione dell'Europarlamento. Vi sono state anche sparatorie vicino ad alcuni edifici dell'area di Colaba-Nariman Point, dove si trovano gli alberghi e altri luoghi frequentati dai turisti, tra cui molti italiani, come il pub Leopold's. Esplosioni e spari sono stati avvertiti anche a Mazgaon, la stazione di scambio della metropolitana e nell'area di Crawford market.

  • Anonimo
    1 decennio fa

    Il Pakistan non estraderà

    gli attentatori di Mumbai

    Il Pakistan non consegnerà all'India le persone arrestate nei giorni scorsi per gli attacchi terroristici di Mumbai, fra cui la presunta mente della strage, e annuncia che intende invece giudicarli in patria. Lo ha annunciato il ministero degli esteri di Islamabad.

    Il Pakistan non estraderà "Questi arresti si sono svolti nell'ambito della nostra inchiesta. Anche se le accuse (dell'India) nei loro confronti saranno dimostrate, noi non estraderemo (gli arrestati) all'India, ha detto il ministro degli esteri pachistano, Shah Mehmood Qureshi, in un discorso da Multan. "Giudicheremo noi stessi coloro che sono stati arrestati in base alla legge pakistana", ha aggiunto il capo della diplomazia di Islamabad. Ieri il Pakistan ha annunciato l'arresto di una ventina di persone appartenenti all'organizzazione separatista kashmira Lakshar-e-Taiba, fra le quali vi sarebbe il presunto organizzatore degli attacchi terroristici di Mumbai del 26-29 novembre che fecero almeno 172 morti, Zakiur Rehman Lahwi, l' uomo che fece la telefonata ai terroristi islamici inviati in India. Gli attentati hanno fatto risalire la tensione fra India e Pakistan. Gli arresti sono una risposta del Pakistan alle sollecitazioni internazionali, soprattutto da parte degli Stati Uniti, ad agire in maniera incisiva per combattere il terrorismo.

    ricorda i 10 punti

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.