Anonimo
Anonimo ha chiesto in ViaggiRegno UnitoRegno Unito - Altro · 1 decennio fa

In cosa differisce una casa inglese da una casa italiana?

Sono curiosa,visto che a Marzo andrò a Londra con tutta la mia classe per fare uno Stage Linguistico e saremo ospitati in famiglia!

10 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    1 decennio fa
    Risposta preferita

    Le case italiane sono costruite con il cemento e hanno pavimenti di marmo o mattonelle quelle inglesi sono fatte soprattuto di legno i pavimenti sono assi su dei buchi con sopra la moquette il piu' delle volte spero non hai allergie respiratorie...poi di solito sono villette a schiera e hanno un piano molte sotto terra. Spesso hanno nel salotto il gas fire che sarebbe come una stufetta a muro. Non curano l'arredamento come noi italiani per loro un tavolo e' un oggetto principalmente che serve per mangiare anche se spesso mangiano con il vassoio dacvanti alla televisione una cosa di cui ti consiglio di fare attenzione e' che quando lavano i piatti li' insaponano e poi li' asciugano senza sciacquarli fanno tutti cosi' per loro e' normale....E non aprono quasi mai le finestre. Non hanno il bidet per cui ti consiglio di camprare una doccetta di plastica da attaccare alla vasca cosi' ti puoi lavare. Spesso hanno animali domestici che amano tantissimo. Le finestre non hanno le tapparelle ma solo le tende. Non usano la tavoglia gli inglesi per cui non ti meravigliare e a pranzo non bevono l'acqua ma della aranciata oppure la classica tazza di te' caldissimo...

  • Bisogna fare una grande distinzione tra case vecchie (vittoriane) e nuove.

    Si e` vero, c`e` molta moquette (chiamato "carpet") soprattuto nelle case vecchie. In quelle nuove (es costruite o rinnovate negli ultimi 10 anni) la moquette si trova solo nelle camere da letto e a volte nei salotti.

    E` piu` probabile trovare nei bagni pavimenti in plastica. Sono economici, e non tutti si possono permettere mattonelle o piastrelle.

    Negli ultimi tempi si usa sempre di piu` il legno per i pavimenti.

    Differenze che troverai molto strane:

    nei bagni non ci sono interruttori, troverai una cordicella da tirare e questa accenderà/sspegneràla luce. Non troverai prese per la corrente, solo una piccola per il rasoio elettrico. Nel lavandino ci sono due rubinetti, uno per l`acqua calda, uno per la fredda. Non c`e` il miscelatore. Per avere l`acqua tiepida dovrai riempire il lavandino.

    Non ci sono persiane o serrande, solo finestre. Le tende sono molto doppie e di solito molto scure per bloccare la luce.

    In cucina il lavandino e` generalmente davanti la finestra. Le case vecchie hanno la cucina molto piccola e poi una sala da pranzo a parte. Sicuramente non manchera` il tostapane e il bollitore (portati la caffettiera, il caffe` lo trovi facilmente nei supermercati - lavazza).

    Molti non risciacquano dalla schiuma i piatti - non chiedermi il perche`, non lo capiro` mai.

    In casa si cammina senza scarpe. Usa calzettoni o ciabatte.

    Pochi usano le coperte. Di solito si usa il piumone, solo con il lenzuolo di sotto. Il piumone e` rivestito da un copri piumone che funge da lenzuolo (morbido di cotone)

    le stanze sono piu` piccole rispetto a quelle Italaine perche` cosi` si riscaldano prima.

    La pulizia e` soggettiva. C`e` chi e` sporco, c`e` chi non lo e`. Ma non direi che e` una cosa di razza. Mio marito (britannico) e` molto pulito, una mia amica (italiana) e` zozza da morire.

  • 1 decennio fa

    Ciao, la risposta è generica come la tua domanda...

    - dimensioni più piccole

    - utilizzo di attrezzature di basso livello qualitativo

    - sono tenute "sporche"

    - tanta moquette

    - alcune hanno il wc separato dalla doccia

    - spesso manca una "sala pranzo" o il classico "divano, TV e tavolino per la birra"

    Ehm...boh finito

    Ciao ciao

  • Anonimo
    1 decennio fa

    Ho vissuto 4 anni in Gran Bretagna. Ti hanno risposto, sinceramente, davvero in modo completo: non posso aggiungere altro che un'osservazione spiritosa (lo disse anche Severgnini, credo): "gli inglesi tengono le case come discariche e le strade come musei; gli italiani tengono le case come musei e le strade come discariche"

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Anonimo
    1 decennio fa

    quando abitavo a londra rischiavo ogni notte di trovarmi sotto al soffitto crollato...opp asma cronico per la polvere della moquette. addirittua i funghi sulla moquette(umidità). Pulizie???Inutile. tempo sprecato! è tutto estremamente zozzo

  • 1 decennio fa

    Una totale, differente concezione.

    In primo luogo, occorre fare una distinzione, tra quelle di lusso e quelle che definirei normali, ovvero in cui in genere abita il ceto medio.

    Quelle di lusso sono inarrivabili, ben più belle di quelle che si trovano da noi, con marmi, ascensori interni in cristallo, radiche, tappeti preziosi, bagni megagalattici, giardini curatissimi, piscine interne etc. A Londra, se ne trovano di meravigliose in varie zone, tra cui Kensington, Sloane Square, Belgravia e attorno ad Hide Park.

    Quelle normali (dove ho l'impressione che andrai a stare, quindi preparati) sono in genere abbastanza piccole, l'igiene non è nemmeno considerata, la pulizia della cucina è approssimativa, tappeti e divani impolverati e macchiati di birra o sugo, i bagni sono piccoli ed in comune, etc. Non parliamo poi di quelle nelle zone povere e popolari, dove nel migliore dei casi gli scarafaggi passeggiano tranquillamente in cucina e l'immondizia è lasciata giacere per settimane.

    Però non preoccuparti, sarà comunque un'esperienza meravigliosa, fidati.

  • Anonimo
    4 anni fa

    Quando sono andato a Londra ho trovato l’hotel su questo sito che ha prezzi veramente buoni https://tr.im/1jmi4

    Londra una delle città più cosmopolite del mondo con un sacco di musei ma il principale è senza dubbio il British Museum, che peraltro è ad ingresso libero ma oltre alla cultura è ideale anche per chi vuole divertirsi , ci sono un sacco di locali e discoteche . Girando per la città hai l impressione che tutto potrebbe accadere da un momento all altro e per strada trovi persone provenienti da tutto il mondo, se hai la possibilità di andarci vacci che ne vale veramente la pena.

  • 1 decennio fa

    Purtroppo e' come il giorno e la notte.....tu cmq. dovrai abituartici per il tempo che soggiornerai,ci saranno grandi disagi che dureranno sino alla fine ma...pazienza ti adeguerai come abbiamo fatto tutti.

    Ciao.

  • 1 decennio fa

    Beh ovviamente dipende da casa a casa, così come anche qui in Italia le case non sono tutte uguali.

    A diferenza dell'Italia ci sono molto più case che sono villette monofamiliari o bifamiliari oppure villette a schiera anche in città.

    Certo non mancono ovviamente palazzi più alti e appartamenti, ma sono meno diffusi rispetto alle nostre città (tranne ovviamente nelle città molto grandi).

    A proposito di città ho anche notato che a parte le città veramente grandi, le loro città hanno dimensioni notovelmente più piccole di quelle che noi consideriamo città. Tanto per fare un esempio York o Peterborough o Cambridge non sono affatto grandi.

    Una delle caratteristiche delle case inglesi tradizionali (le più moderne potrebbero mancare ... per fortuna ... di queste "amenità") sono i rubinetti separati per l'acqua calda e fredda nei lavandini e le finestre a ghigliottina.

    Se poi capiti in una casa stile vittoriana o giù di lì aspettati cose curiose. Per entrare dalla strada si può sia scendere che salire e spesso in questi casi il bagno è a metà tra un piano e l'altro ....

    ma ora basta spiegarti queste raffinatezze ... (altrimenti in Inghilterra che ci vai a fare?...)

    Poi con tutti film e telefilm che ci sono in giro un'idea dovresti essertela fatta.

    Un unica ulterirore cosa, se la casa dove vai ha un cancelletto che separa la strada dal piccolo giardinetto che c'è prima della porta d'ingresso e i proprietari della casa sono soliti lasciare chiuso quel cancelletto, ricordati bene di non lasciarlo aperto ...

    ---

    Ed aggiungo ancora che questa domanda mi ha fatto venire in mente uno dei primi libri di Severgnini. Si intitola Inglesi, leggerlo è abbastanza divertente ed è pieno di confronti di questo tipo (anche se ovviamente non scende più di tanto nei dettagli) e alcune considerazioni (come quelle sulla politica e sul governo) sono ormai un po' vecchiotte, dato che il libro è stato scritto nel 1990 o giù di lì.

  • 1 decennio fa

    Moquettes e quindi spesso polvere, ma la cosa che mi ha provocato maggior disagio è la mancanza di un bidet: per una donna è fondamentale soprattutto in determinati giorni del mese, si potrebbero mai fare 5 docce in un giorno? E se si fa una sola doccia la mattina e magari anche una la sera, come si fa tutto il giorno senza un bidet???

    La cosa piu' bella invece è la temperatura che in inverno si trova nelle abitazioni: si puo' stare anche a maniche corte è bellissimo

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.