Ste
Lv 5
Ste ha chiesto in Computer e InternetComputer - Altro · 1 decennio fa

Cosa sono i transistors?

Ciao, potete spiegarmi in parole semplici cosa sono i transistors ma in una risposta ben articolata? Così da capire al meglio. Grazie.

2 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    I transistor sono alla base dei semiconduttori, svolgono le stesse funzioni delle valvole (anche se in maniera completamente diversa e non sempre sono completamente equivalenti, ad esempio nel campo musicale è preferibile la tecnologia valvolare).

    I transistor si possono usare principalmente in due modi: come "interruttori on/off " per attivare e disattivare parti di circuiti oppure come amplificatori di tensione e corrente (questo è il loro utilizzo nell'elettronica analogica).

    Esistono diversi tipo di transistor, bjt, mosfet (mos), i fet ecc ognuno con caratteristiche differente.

    Se ti servono informazioni precise contattami pure al mio indirizzo email, è un argomento molto vasto ed è difficile riassumerlo in così poche parole.

  • 1 decennio fa

    Il transistor (o transistore) è un dispositivo a stato solido formato da semiconduttori. Il suo funzionamento è basato sulle proprietà fisiche della giunzione P-N, che era stata scoperta casualmente da Russell Ohl il 23 febbraio 1939, esaminando la differenza di conducibilità tra due lati di un cristallo di silicio semiconduttore con una crepa. I transistor vengono impiegati in ambito elettronico, principalmente, come amplificatori di segnali elettrici o come interruttori elettronici comandati da segnali elettrici ed hanno sostituito praticamente quasi del tutto i tubi termoionici. Le innumerevoli tipologie prodotte attualmente, permettono di trattare correnti di centinaia di ampere, migliaia di volt e operare a frequenze dell'ordine dei GHz, ovviamente un dispositivo progettato per lavorare ai valori estremi di una di queste grandezze, è necessariamente limitato sulle altre due. Col passare del tempo si sono moltiplicate anche le forme dei contenitori (case), per questi viene usata ceramica, metallo, plastica o assemblaggi misti di questi. Negli anni 60 venne usato anche il vetro, il produttore europeo Philips, racchiudeva i propri dispositivi di piccola potenza, ad esempio quelli siglati OC70,OC71, in un' ampollina cilindrica in vetro verniciata in nero, riempita di grasso al silicone, nel caso il dispositivo avesse dissipazione maggiore, come l'OC72, il dispositivo era ricoperto semplicemente da un cappuccio in alluminio. Nel tempo molte tipologie di contenitori sono andati in disuso a favore di geometrie piu efficienti nello smaltimento del calore prodotto; i dispositivi di potenza attuali per bassa frequenza, compresi alcune tipologie di diodi e di IC, vengono assemblati nel contenitore standard definito TO3, provvisto di due flange forate, adatte al fissaggio sul dissipatore tramite una coppia di viti, realizzato in acciaio, rame, o alluminio, con temperatura ambiente di 25 °C è in grado di trasferire al dissipatore, 300 watt di potenza termica generata dal Die.

    Fonte/i: Wikipedia
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.